Archivio del Mar 2006

INFARTO IN VOLO, ATTERRA IL MILANO-ROMA

Tempo di lettura: 1 minuto

Un infarto ad un passeggero ha costretto il comandante del volo Alitalia Az 2045, partito da Milano Linate alle 11.05 e diretto a Roma, ad un atterraggio di emergenza all’aeroporto di Pisa. Avvertita la torre di controllo dello scalo pisano, all’ aeroporto è scattato il piano di intervento e una
ambulanza è stata fatta avvicinare alla pista per prelevare il viaggiatore. L’ aereo è atterrato alle 11.43 e subito il passeggero è stato trasportato all’ ospedale cittadino Santa Chiara. L’ airbus dell’ Alitalia è ripartito per Roma alle 12.55. (Fonte: ANSA)

Categoria: Incidenti/Inconvenienti

BELFAST: VOLO RYANAIR ATTERRA IN AEROPORTO SBAGLIATO

Tempo di lettura: 1 minuto

Belfast, 29 mar. – È accaduto che passeggeri sbadati salissero sull’aereo sbagliato, ma a memoria di aviazione civile non era mai successo che un pilota atterrasse nell’aeroporto sbagliato.

È accaduto al comandante di un aereo della Eirjet che operava un volo da Liverpool a Belfast per conto della Ryanair e che, orientandosi a vista, si è ritrovato sulla pista di una base militare invece che su quella dell’aeroporto ‘City of Derry’. I 39 passeggeri, rimasti a bocca aperta, sono stati portati in pullman all’aeroporto giusto, mentre aereo e pilota sono rimasti sulla pista militare di Ballykelly per l’indagine ordinata dall’ente per l’aviazione civile e dalla stessa Ryanair. (AGI) Uba 292258 MAR 06 NNN

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

MALAYSIA AIRLINES IN CRISI

Tempo di lettura: 1 minuto

La Malaysia Airlines (MAS), a causa della difficile situazione economica in cui si trova, sarà costretta licenziare 6500 lavoratori ed a cedere 96 delle sue rotte interne alla compagnia low-cost malese AirAsia, il più grande vettore no-frill del sud-est asiatico in termini di flotta.
Lo ha deciso il governo malese, che possiede il 69 % di MAS, rendendo anche noto che dal prossimo primo agosto non concederà più sussidi al vettore, coerentemente con la sua politica di risparmi e tagli per risanare le finanze dello stato.
La Malaysia Airlines sarà anche costretta a ridurre la sua flotta di aeromobili da 40 a 21, operando solo su 19 rotte rispetto alle attuali 118.
(Fonte: World Aeronautical Press Agency)

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

AEREO CADE SUL CAMPO DI UNA SCUOLA

Tempo di lettura: 1 minuto

Tragedia in Colombia, dove un piccolo aereo di una compagnia regionale è precipitato sul campo di calcio di una scuola a Medellin.
Nell’impatto sono morte sette persone: le cinque che erano a bordo e, a terra, due ragazzi che giocavano con altri compagni di scuola.
Sette studenti hanno riportato ustioni per l’esplosione del velivolo. Non si conoscono ancora le cause dell’incidente.

Categoria: Incidenti/Inconvenienti

BORGO PANIGALE-RINNOVO SISTEMA ILS

Tempo di lettura: 1 minuto

Al via i lavori per il rinnovo di una parte delle apparecchiature checostituiscono il sistema di atterraggio strumentale di precisione (ILS)dell’Aeroporto di Bologna.
L’intervento, realizzato da Enav e reso possibile dalle opere edili effettuate da Sablo scorso anno, porterà alla collocazione di un più moderno e potentelocalizzatore, il trasmettitore di onde radio che indica allestrumentazioni di bordo la posizione della pista e l’assettodell’aeromobile.
I lavori comporteranno la temporanea ‘penalizzazione’ dello scalobolognese, che dal 3 al 13 aprile opererà senza ILS ma con l’ausiliodel VOR (vale a dire il sistema di radioguida omnidirezionale chedefinisce i corridoi aerei), e che dal 14 aprile a fine agosto torneràad utilizzare i sistemi di atterraggio di precisione, ma a capacitàridotta.
Ciò si tradurrà in una limitazione dell’operatività dell’Aeroporto incaso di avverse condizioni meteo. In particolare, dal 3 al 13 aprilegli atterraggi saranno possibili con una visibilità minima di 142 metriin verticale e di 1.200/1.500 metri (a seconda del tipo di aeromobile)in orizzontale, mentre dal 14 aprile a fine agosto lo scalo opererà conILS in categoria I (visibilità minima consentita: 550 metri inorizzontale e 61 metri in verticale).
Da fine agosto, invece, l’Aeroporto opererà in categoria III A(visibilità minima consentita per gli atterraggi: 200 metri inorizzontale e 30 metri in verticale), per tornare alla categoria III B(quella con cui opera attualmente e che consente atterraggi fino ad unavisibilità di 75 metri in orizzontale e zero in verticale) entro lafine dell’anno. (Infoair)

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

BOEING:UN DREAMLINER PIU’ GRANDE

Tempo di lettura: 1 minuto

La Boeingsecondo alcune notizie riportate dalla stampa americana avrebbeintenzione di lanciare sul mercato una versione più grande del suo B-787 “Dreamliner”.
Il nuovo modello dovrebbe lasciare gli stabilimenti di Seattle nel 2012con 50 posti a sedere in più, tale decisione sarebbe maturata dopo che
la Emirates Airlines avrebbe optato per una versione degli Airbus A350, dopo che la boeing avrebbe ignorato la stessa richiesta della emirates perdendo così la commessa.
Tuttavia la scelta fatta dal colosso americano per il nuovo Dreamlinerpotrebbe farsi concorrenza da sola essendo molto simile al b777.

Categoria: Industria

CRONOLOGIA DI BOEING IN ITALIA

Tempo di lettura: 2 minuti

A questo link le principali tappe di Boeing in Italia dal 1916 ad oggi.

1916 Fondazione di Boeing
1930 Transadriatica acquista il primo monoplano H-47, prodotto da Hamilton, una controllata di Boeing
1939 Breda negozia un accordo di licenza per la costruzione del Boeing 307 Stratoliner destinato a volare su rotte transoceaniche. Le costruzioni non hanno inizio per mancanza di conferma di ordini da parte del Ministero dell’Aeronautica
1947 Viene fondata a Venezia Officine Aeronavali, azienda specializzata nella manutenzione e conversione di aeromobili. I C-47 Dakota, prodotti da Douglas, (successivamente confluita in Boeing), sono tra i primi aeromobili modificati in versione passeggeri da Aeronavali
1960 Consegnato all’Alitalia il suo primo quadrimotore intercontinentale DC-8
1961 L’Aeronautica Militare Italiana costituisce ‘Frecce Tricolori’, la squadriglia acrobatica nazionale che userà come primo aereo un F-86E Sabre realizzato da North American, successivamente acquisita da Boeing
1966 Aerfer, il progenitore di Alenia Aeronautica, conclude il suo primo contratto per la realizzazione di sezioni di fusoliera del Douglas DC-9
1967 Agusta acquisisce la licenza per la costruzione dell’elicottero da trasporto Boeing CH-47 Chinook
1970 Alitalia riceve il suo primo Boeing 747
1973 Viene consegnato all’Alitalia il suo primo DC-10
1976 Alitalia riceve il suo primo trimotore Boeing 727
1978 Boeing e Aeritalia (oggi Alenia Aeronautica) concludono un accordo per la partecipazione italiana al programma 767
1981 Entra in servizio con Alisarda (poi rinominata Meridiana) il suo primo DC-9-50
1983 Alitalia riceve il suo primo MD-80
1991 Alenia firma un contratto di fornitura di flap e timone per il 777
La Marina Militare Italiana riceve il suo primo Harrier AV-8B a decollo verticale
1992 Entrano in servizio di rifornimento in volo i primi Boeing 707 dell’Aeronautica Militare Italiana
1995 Alitalia riceve il suo primo Boeing 767
1995 Air One inizia ad operare voli di linea nazionali con una flotta di Boeing 737
1997 Alenia consegna a Boeing la prima fusoliera del 717
1998 Blue Panorama Airlines inizia le operazioni con una flotta di Boeing 737-400
2002 Il Ministero della Difesa italiano firma il contratto di acquisto per quattro Boeing 767 Tanker Transport per l’Aeronautica militare
Alitalia riceve il suo primo Boeing 777-200ER
Neos riceve il suo primo Boeing 737-800, con winglet
2003 Boeing e Finmeccanica firmano un Memorandum d’intesa strategico
2004 Alenia Aeronautica diventa uno dei principali partner di Boeing nel nuovo programma 7E7, poi denominato 787 Dreamliner
Blue Panorama ordina quattro Boeing 787 Dreamliner

(Fonte: Boeing Italia)

Categoria: Industria

A UDINE NASCE IL PARCO DEL VOLO

Tempo di lettura: 1 minuto

E’ unico nel suo genere in Europa. L’ aeroporto di Campoformido (Udine) riapre al traffico aereo turistico e diventa un punto di riferimento per gli amanti del mondo aeronautico.
E’ nato infatti il Parco del Volo: una struttura che dispone, oltre che di un polo sportivo-aeronautico, di un’ area espositiva, simulatori di volo, un contenitore di eventi e un’ area verde per il tempo libero.Il progetto, nato dalla volontà di recuperare lo scalo in cui sono state scritte pagine gloriose dell’ aviazione, è stato promosso dall’ Aeroclub Far East e dall’ Istituto ‘Malignani’. 
L’ area museale, composta da cinque hangars, ripercorre le vicendedella centenaria vocazione aeronautica del Friuli Venezia Giulia. Ilpercorso ospita ora la mostra ‘CentenARIA’, dedicata al mondo dell’aviazione e dell’ ingegneria aerospaziale, alle origini dell’ acrobaziaaerea e alla Pattuglia Acrobatica Nazionale.
All’ interno dell’ hangar6, invece, hanno luogo una lunga seria di eventi, motivo di attrazioneper gli appassionati.
Ma il Parco diverrà presto anche un centro diriferimento per il volo simulato ed è già possibile provare a pilotareuna delle Frecce Tricolori grazie alle postazioni di Virtual Flight.
Per quanto riguarda la zona dedicata alle attività aviatorie, che vantapure un centro di paracadutismo sportivo e di volo acrobatico, l’intento è quello di trasformare il Parco in uno scalo ottimale pertraffico aeronautico turistico (aerei leggeri e ultraleggeri) che oggipreferisce gli aeroporti simili di Austria, Slovenia e Croazia.
(Fonte: infoair.it)

Categoria: Eventi e Manifestazioni

ANCHE RYANAIR NELLA MILANO-ROMA

Tempo di lettura: 1 minuto

Anche la low cost Ryanair entranella ricca rotta MIlano-Roma. Il vettore irlandese ha attivato il collegamentotra Bergamo Orio e Roma Ciampino con tariffe iniziali che partono da1,99 euro tasse escluse.
llperiodo di prenotazione sul sito della compagnia è fissato fino alla mezzanottedi giovedì 30 marzo, mentre il travel period va dal 7 aprile al 30 giugno.Successivamente saranno applicate altre tariffe.


Inoltre Ryanair ha annunciato lapartenza di sei nuovi voli di linea da Pisa. A partire dal 14 settembre lacompagnia opererà un volo giornaliero per Valencia e Trapani, quattro frequenzesettimanali per Doncaster e Karlshrue/Baden Baden, tre frequenze settimanaliper Friedrichshafen e Oslo Torp.
(Fonte: infoair.it)

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

ALBERTINI: L’OPERAZIONE SEA SI E’ CONCLUSA NEL PEGGIORE DEI MODI

Tempo di lettura: 2 minuti

“L’operazione Sea si è conclusa nel peggiore dei modi: con un danno alla città e ai milanesi, che dovranno attendere ancora chissà quanto tempo per vedere realizzate infrastrutture strategiche per Milano”.
Così si è espresso il sindaco Gabriele Albertini allo scadere del bando di gara per la vendita del 33% della società che gestisce gli aeroporti di Linate e Malpensa, conclusasi oggi pomeriggio con l’assenza di offerte di acquisto.
“I cittadini devono sapere – ha proseguito Albertini – che l’amministrazione comunale ha perso l’opportunità di investire 600 milioni di Euro per far crescere Milano a causa di molteplici fattori, primo fra tutti la volontà di interdire la realizzazione di opere pubbliche come la Biblioteca Europa, lo scolmatore del Seveso e altre ancora, e di limitare gli investimenti per la costruzione della linea 4 della metropolitana”.
Il sindaco ha ricordato gli elementi che hanno disseminato di difficoltà il cammino verso la privatizzazione:
· la richiesta di una perizia sul prezzo, che ha allungato i tempi dell’approvazione della delibera in consiglio comunale
· gli emendamenti votati che hanno portato ad un drastico cambio delle scelte di governance societaria, togliendo qualsiasi leva di partecipazione all’indirizzo strategico ed alla gestione della società da parte dell’acquirente
· le modifiche strutturali intervenute nel settore aeroportuale, come il decreto salva Alitalia, che ha inciso in maniera significativa sulla redditività dei conti Sea, e le nuove regole introdotte dall’Enac, che hanno liberalizzato i servizi aeroportuali a terra (handling) con un impatto negativo sui potenziali margini economici della società
· la continua sospensione della procedura di gara per i numerosi ricorsi al Tar, finora rigettati seppure non in via definitiva, e al Consiglio di Stato, che ha respinto i ricorsi accolti in prima istanza dal Tar.
“Tutto ciò – ha concluso Albertini – ha determinato un clima di incertezza, che ha costretto i partecipanti alla gara a dover ripetutamente riaggiornare le proiezioni economiche e le analisi di settore, fino a perdere fiducia nell’operazione, nonostante considerassero il progetto di privatizzazione di assoluta validità industriale e di elevato interesse economico”.
(Fonte: World Aeronautical Press Agency)

Categoria: Enti e Istituzioni

L’AEREO CHE CAMBIA FORMA IN VOLO

Tempo di lettura: 2 minuti

L’ala di un aereo che si muove come l’ala di un uccello per poter intercettare le correnti d’aria, una barca che modifica la propria chiglia a seconda dello stato delle acque in cui naviga. Il tutto con enormi vantaggi, compreso il risparmio di combustibile. Quello che oggi, con le attuali tecnologie, è impensabile, presto potrebbe diventare realtà grazie alla nuova applicazione di un vecchio principio: la batteria ricaricabile.
La ricerca viene condotta da un team internazionale di ricercatoripresso il Massachusetts Institute of Technology, con il contributodell’Istituto federale svizzero di tecnologia e dell’Università diKarlsruhe in Germania.
La ricerca è stata pubblicata su due rivistespecializzate: ‘Advanced Functional Materials and Electrochemical’ and’Solid-State Letters’.

Il materiale ‘morphing’, ovvero ingrado di assumere aspetti, è un composto di ossido di litio, cobalto egrafite: l’applicazione di una corrente elettrica determina unmovimento di ioni tra i due componenti.
Un processo simile aquello che accade durante la ricarica di una batteria: “Si è semprepensato che questo fosse qualcosa di nocivo per le batterie.
Ma hopensato che avremmo potuto usare questo principio per un’altro fine: ilmovimento delle strutture su grande scala”, ha detto Yet-Ming Chiang,del Mit che lavora al progetto con il professor Steven R. Hall e altriricercatori.

Questi materiali possono funzionare a bassetensioni (circa cinque volt), un risultato notevole rispetto allecentinaia dei volt richiesti da altri materiali piezoelettrici (checambiano cioè in risposta a un campo elettrico).
Inoltre si tratta distrutture estremamente leggere: “Per le cose che volano il peso èimportante”, sottolinea il professor Hall.
In alcuni test, i ricercatori hanno scoperto che il materiale siespande del 19 per cento ed è particolarmente resistente allapressione, fino a circa 200 megapascal.
Al contrario, altri materialipiezoelettrici possono sopportare solo un decimo di questa pressione. Dunquesi tratta di materiali che resistono “ad un alto livello di stress”,spiega Chiang del MIT.
Fino a oggi è stato prodotto un semplicelaminato ‘morphing’, ma entro la fine dell’anno i ricercatori pensanodi costruire dei prototipi di pale da elicottero che possono cambiarela loro forma mentre ruotano.
Gli scienziati, cautamente,spiegano che molto lavoro deve ancora essere fatto, come ilraffinamento della progettazione della batteria per il funzionamentoottimale in un veicolo ‘mutaforma’.
Tuttavia il professor Chiang fanotare che “abbiamo potuto dimostrare il potenziale di questo metodopersino usando le attuali batterie.”
Questa ricerca è stata finanziatadal Defense Advanced Research Projects Agency, meglio conosciuto comeDarpa, un ente di ricerca statunitense che sviluppa nuove tecnologieper il Pentagono. (Repubblica.it)

Categoria: Industria

PALERMO: CHIUSURA PER DUE MESI LA PISTA DELLO SCIROCCO

Tempo di lettura: 1 minuto

Per due mesi, da oggi fino al 19 maggio, restera’ chiusa una delle due piste dell’aeroporto Falcone-Borsellinodi Palermo, quella lunga 2.150 metri chiamata in termine tecnico 02/20,conosciuta come “pista dello scirocco” perche’ utilizzata quandospirano venti da Sud.
La chiusura e’ dovuta a necessari lavori di risanamento e rifacimentodei lastroni di calcestruzzo sulla testata 20, una delle due partiterminali della pista, quella rivolta verso Ustica.
”L’aeroporto – dice l’amministratore delegato della Gesap, Giacomo Terranova – restera’ pienamente operativo, potra’ verificarsi pero’ qualche dirottamento su Trapani nel caso in cui spirino forti venti da Sud.
Saranno i comandanti degli aerei a decidere di volta in volta se cisono le condizioni per atterrare sulla pista principale del nostroaeroporto, la piu’ lunga con i suoi 3.420 metri, oppure se dirigersi suTrapani, che abbiamo individuato perche’ piu’ vicino e menocongestionato di quello di Catania”. Il ”Falcone-Borsellino” e’ l’unico aeroporto siciliano ad avere due piste, ed e’ l’unico in grado di fare atterrare gli aerei ‘‘wide body”, i piu’ grandi, utilizzati per le rotte internazionali.
”Abbiamo deciso di far partire adesso questi lavori di manutenzione -dice Terranova – perche’ e’ necessaria una scarsa piovosita’ affinche’il cemento possa asciugarsi bene, ma non volevamo finire nell’imbutodella stagione estiva, quando oltre a maggiore traffico c’e’ anche unamaggiore possibilita’ di venti di scirocco”.
Quest’opera e’ una tranche di un grande piano di rifacimento dellesuperfici dell’aeroporto, che dal 4 aprile investira’ anche (ma senzaalcuna conseguenza per l’operativita’ dello scalo) il piazzaleaeromobili. (ANSA).

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

AIRBUS: A380 PROVE EVACUAZIONE PASSEGGERI CONCLUSE

Tempo di lettura: 1 minuto

L’A380, superjumbo di Airbus che dovrebbe entrare in servizio entro la fine dell’anno, ha concluso le prove di evacuazione dei passeggeri. 

L’operazione si e’ svolta con successo, aprendo cosi’ la strada allacertificazione dell’aeromobile da parte delle autorita’ competenti intempo per la consegne.
Lo ha annunciato oggi Airbus precisando chedurante la prova tutti gli 873 passeggeri sono riusciti a lasciarel’aereo e scendere a terra nei 90 secondi previsti dal regolamentoutilizzando solo la meta’ delle 16 uscite disponibili. (ANSA).

Categoria: Industria

UN GIORNO ANCHE I TRENI CON I COLORI AIR FRANCE

Tempo di lettura: 1 minuto

PARIGI, 27 MAR – Un giorno vi saranno forse in treni ad alta velocità con i colori della compagnia di bandiera Air France.
Lo ha indicato il suo amministratore delegato Jean-Cyril Spinetta,convinto che il suo gruppo debba sfruttare, almeno su alcunedestinazioni, la liberalizzazione totale del traffico ferroviario.
«Vi saranno un giorno dei TGV di Air Franceche circoleranno verso qualche destinazione» ha detto giovedì Spinettaa un colloquio sul trasporto aereo, come riferisce oggi il quotidiano”La Tribunè“.
«È molto probabile che con la liberalizzazione del traffico ferroviariodei viaggiatori sui mercati nazionali vi saranno dei treni con i coloridi Air France, per esempio tra Roissy e città come Angers, Tourso oVendome» ha poi confermato al quotidiano economico Spinetta.
L’AD di Air France ha però precisato che «al momento non vi sono progetti.
Si parla del 2012 o addirittura 2014» ha aggiunto. (ANSA).

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

BLACK LIST: PROTESTE DEI PAESI AFRICANI

Tempo di lettura: 1 minuto

Ieri a Montreal alla conferenza dell’Icao (International civil aviation organization)i rappresentanti dei Paesi africani hanno minacciato di far ricorsocontro la decisione dell’Unione europea di adottare la black list deivettori, che ha colpito in massima parte compagnie aeree del continenteafricano.
E’ quanto ha riferito oggi il direttore generale dell’Enac (Ente nazionale per l’ aviazione civile) Silvano Manera,presente a Montreal nella delegazione italiana, specificando che ilricorso si baserebbe sull’articolo 54 del trattato che stabilisce chesia l’Icao a dire quali sono le regole che i Paesi devono seguire.
Proprio su questo, ha continuato Manera, si basa l’inconsistenza delricorso, perché la black list non si rivolge agli Stati, ma allecompagnie.
Il direttore generale e il presidente dell’ente Vito Riggio hanno spiegato che la lista nera non ha intenti punitivi, ma vuole solo tutelare i passeggeri dal rischio di incidenti.
In Europa se ne verificano 1 ogni 3 milioni di voli, negli Usa 1 ogni 4, in Africa 6 ogni milione.
Ma l’Ue non vuole essere accusata di discriminazione, in primo luogoperché la lista non è definitiva, ma verrà aggiornata ogni 3 mesi,quindi se le compagnie risolveranno i loro problemi e rientrerannonegli standard richiesti saranno riammesse, e poi perché si vuoleattuare un piano di aiuto per l’aviazione civile dei paesi in via disviluppo coordinato dall’Iffas (International financial facility for aviation safety) e dalla Banca mondiale.
I vertici dell’Enac hanno infine evidenziato il ruolo avuto dal nostroPaese nella redazione della lista che è stata compilata dopo attenteispezioni in Italia e in altre nazioni secondo le procedure Safa (Safety assessment of foreign aircraft). (WAPA)

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori