ACCORDO ANPAC UNIVERSITA’ PARTENOPE DI NAPOLI

Il 3 marzo 2006 è stata siglata tra il Rettore dell’Università degli Studi “Parthenope- di Napoli, Prof. Gennaro Ferrara e il Presidente dell’ANPAC (Associazione Nazionale Piloti Aviazione Commerciale), Comandante Fabio Berti, una Convenzione Quadro avente lo scopo di “promuovere azioni congiunte per la formazione e la conoscenza nei settori della Navigazione Aerea, dell’ Air Traffic Management, della Sicurezza delle Operazioni e delle attività connesse per garantire il regolare svolgimento delle attività di trasporto e lavoro aereo-.
La Convenzione è stata stipulata a seguito di un lungo lavoro che ha visto coinvolte la struttura tecnico-profesionale dell’Anpac e la Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università “Parthenope-. Il lungo percorso collaborativo era cominciato nel maggio dello scorso anno, con un primo contatto diretto avuto con i Proff. Mario Vultaggio e Giuseppe Del Core coi quali, attraverso una convergenza comune e grazie alla attenzione dimostrata dal Preside della Facoltà, Prof. Raffaele Santamaria, si è giunti alla definizione di una Convenzione Quadro avente come finalità essenziali lo sviluppo delle conoscenze e l’approfondimento delle tematiche formative per poter sviluppare, anche insieme all’ANPAC, attività didattiche complementari alla formazione degli studenti, laureandi e laureati, nonché alla formazione didattico-scientifica di candidati ammessi ad eventuali master e dottorati di ricerca. In tale quadro di riferimento, l’Università potrà concordare la istituzione di un tavolo di concertazione permanete avente ad oggetto l’articolazione del piano delle attività formative dei corsi di laurea in Scienze Nautiche della Facoltà di Scienze e Tecnologie della stessa Università.
   
La stipula della Convenzione rappresenta il pieno riconoscimento della volontà dell’ANPAC di far conoscere la valenza professionale e l’apporto significativo dato dai Piloti all’armonico sviluppo dell’industria del trasporto e del lavoro aereo. La collaborazione con l’Università “Parthenope- potrà consentire lo sviluppo di corsi di perfezionamento e aggiornamento professionale, di formazione permanente e ricorrente che favoriscano lo sviluppo di competenze e di capacità a livello superiore in linea con le aspettative dell’industria del trasporto aereo. Le attività attuate dalla Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università “Parthenope-, anche su indicazione dell’Anpac, consentiranno di realizzare e disciplinare le modalità di erogazione di attività formative proponendo di attuare master dedicati ai piloti e/o altre figure professionali da impiegare nei settori dell’industria del trasporto e lavoro aereo, nonché nei settori interdisciplinari ad essi riconducibili. L’ANPAC, alla luce sia delle conoscenze specifiche nel campo della gestione delle attività di trasporto e di lavoro aereo, sia dell’esperienza nei settori della formazione, addestramento e controllo delle figure professionali necessarie al corretto svolgimento delle attività di trasporto e lavoro aereo, potrà portare il proprio costruttivo contributo alla realizzazione di attività didattiche in linea con gli obiettivi della Convenzione.

Ulteriore elemento qualificante della Convenzione, alla luce delle norme concernenti l’autonomia didattica degli atenei, è l’attivazione di una ulteriore convenzione che consentirà la valutazione dei curricula dei Piloti italiani o stranieri ai fini del riconoscimento di crediti formativi utili al conseguimento della laurea triennale in Scienze Nautiche da parte degli aderenti all’iniziativa. Tale prestigioso obiettivo, nel contesto generale della Convenzione Quadro siglata con l’Università “Parthenope-, rappresenta il coronamento dell’attività messa in atto dall’Anpac al fine di esaltare la professionalità dei Piloti italiani e proiettare l’immagine di una Associazione Professionale attenta alle esigenze del mondo del lavoro.

(Fonte: Andrea Coco - Positive Climb)

Articolo scritto da admin il 9 Mar 2006 alle 6:35 am.
Categorie: Enti e Istituzioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus