Archivio del mer Mar 2006

CRONOLOGIA DI BOEING IN ITALIA

Tempo di lettura: 2 minuti

A questo link le principali tappe di Boeing in Italia dal 1916 ad oggi.

1916 Fondazione di Boeing
1930 Transadriatica acquista il primo monoplano H-47, prodotto da Hamilton, una controllata di Boeing
1939 Breda negozia un accordo di licenza per la costruzione del Boeing 307 Stratoliner destinato a volare su rotte transoceaniche. Le costruzioni non hanno inizio per mancanza di conferma di ordini da parte del Ministero dell’Aeronautica
1947 Viene fondata a Venezia Officine Aeronavali, azienda specializzata nella manutenzione e conversione di aeromobili. I C-47 Dakota, prodotti da Douglas, (successivamente confluita in Boeing), sono tra i primi aeromobili modificati in versione passeggeri da Aeronavali
1960 Consegnato all’Alitalia il suo primo quadrimotore intercontinentale DC-8
1961 L’Aeronautica Militare Italiana costituisce ‘Frecce Tricolori’, la squadriglia acrobatica nazionale che userà come primo aereo un F-86E Sabre realizzato da North American, successivamente acquisita da Boeing
1966 Aerfer, il progenitore di Alenia Aeronautica, conclude il suo primo contratto per la realizzazione di sezioni di fusoliera del Douglas DC-9
1967 Agusta acquisisce la licenza per la costruzione dell’elicottero da trasporto Boeing CH-47 Chinook
1970 Alitalia riceve il suo primo Boeing 747
1973 Viene consegnato all’Alitalia il suo primo DC-10
1976 Alitalia riceve il suo primo trimotore Boeing 727
1978 Boeing e Aeritalia (oggi Alenia Aeronautica) concludono un accordo per la partecipazione italiana al programma 767
1981 Entra in servizio con Alisarda (poi rinominata Meridiana) il suo primo DC-9-50
1983 Alitalia riceve il suo primo MD-80
1991 Alenia firma un contratto di fornitura di flap e timone per il 777
La Marina Militare Italiana riceve il suo primo Harrier AV-8B a decollo verticale
1992 Entrano in servizio di rifornimento in volo i primi Boeing 707 dell’Aeronautica Militare Italiana
1995 Alitalia riceve il suo primo Boeing 767
1995 Air One inizia ad operare voli di linea nazionali con una flotta di Boeing 737
1997 Alenia consegna a Boeing la prima fusoliera del 717
1998 Blue Panorama Airlines inizia le operazioni con una flotta di Boeing 737-400
2002 Il Ministero della Difesa italiano firma il contratto di acquisto per quattro Boeing 767 Tanker Transport per l’Aeronautica militare
Alitalia riceve il suo primo Boeing 777-200ER
Neos riceve il suo primo Boeing 737-800, con winglet
2003 Boeing e Finmeccanica firmano un Memorandum d’intesa strategico
2004 Alenia Aeronautica diventa uno dei principali partner di Boeing nel nuovo programma 7E7, poi denominato 787 Dreamliner
Blue Panorama ordina quattro Boeing 787 Dreamliner

(Fonte: Boeing Italia)

Categoria: Industria

A UDINE NASCE IL PARCO DEL VOLO

Tempo di lettura: 1 minuto

E’ unico nel suo genere in Europa. L’ aeroporto di Campoformido (Udine) riapre al traffico aereo turistico e diventa un punto di riferimento per gli amanti del mondo aeronautico.
E’ nato infatti il Parco del Volo: una struttura che dispone, oltre che di un polo sportivo-aeronautico, di un’ area espositiva, simulatori di volo, un contenitore di eventi e un’ area verde per il tempo libero.Il progetto, nato dalla volontà di recuperare lo scalo in cui sono state scritte pagine gloriose dell’ aviazione, è stato promosso dall’ Aeroclub Far East e dall’ Istituto ‘Malignani’. 
L’ area museale, composta da cinque hangars, ripercorre le vicendedella centenaria vocazione aeronautica del Friuli Venezia Giulia. Ilpercorso ospita ora la mostra ‘CentenARIA’, dedicata al mondo dell’aviazione e dell’ ingegneria aerospaziale, alle origini dell’ acrobaziaaerea e alla Pattuglia Acrobatica Nazionale.
All’ interno dell’ hangar6, invece, hanno luogo una lunga seria di eventi, motivo di attrazioneper gli appassionati.
Ma il Parco diverrà presto anche un centro diriferimento per il volo simulato ed è già possibile provare a pilotareuna delle Frecce Tricolori grazie alle postazioni di Virtual Flight.
Per quanto riguarda la zona dedicata alle attività aviatorie, che vantapure un centro di paracadutismo sportivo e di volo acrobatico, l’intento è quello di trasformare il Parco in uno scalo ottimale pertraffico aeronautico turistico (aerei leggeri e ultraleggeri) che oggipreferisce gli aeroporti simili di Austria, Slovenia e Croazia.
(Fonte: infoair.it)

Categoria: Eventi e Manifestazioni

ANCHE RYANAIR NELLA MILANO-ROMA

Tempo di lettura: 1 minuto

Anche la low cost Ryanair entranella ricca rotta MIlano-Roma. Il vettore irlandese ha attivato il collegamentotra Bergamo Orio e Roma Ciampino con tariffe iniziali che partono da1,99 euro tasse escluse.
llperiodo di prenotazione sul sito della compagnia è fissato fino alla mezzanottedi giovedì 30 marzo, mentre il travel period va dal 7 aprile al 30 giugno.Successivamente saranno applicate altre tariffe.


Inoltre Ryanair ha annunciato lapartenza di sei nuovi voli di linea da Pisa. A partire dal 14 settembre lacompagnia opererà un volo giornaliero per Valencia e Trapani, quattro frequenzesettimanali per Doncaster e Karlshrue/Baden Baden, tre frequenze settimanaliper Friedrichshafen e Oslo Torp.
(Fonte: infoair.it)

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

ALBERTINI: L’OPERAZIONE SEA SI E’ CONCLUSA NEL PEGGIORE DEI MODI

Tempo di lettura: 2 minuti

“L’operazione Sea si è conclusa nel peggiore dei modi: con un danno alla città e ai milanesi, che dovranno attendere ancora chissà quanto tempo per vedere realizzate infrastrutture strategiche per Milano”.
Così si è espresso il sindaco Gabriele Albertini allo scadere del bando di gara per la vendita del 33% della società che gestisce gli aeroporti di Linate e Malpensa, conclusasi oggi pomeriggio con l’assenza di offerte di acquisto.
“I cittadini devono sapere – ha proseguito Albertini – che l’amministrazione comunale ha perso l’opportunità di investire 600 milioni di Euro per far crescere Milano a causa di molteplici fattori, primo fra tutti la volontà di interdire la realizzazione di opere pubbliche come la Biblioteca Europa, lo scolmatore del Seveso e altre ancora, e di limitare gli investimenti per la costruzione della linea 4 della metropolitana”.
Il sindaco ha ricordato gli elementi che hanno disseminato di difficoltà il cammino verso la privatizzazione:
· la richiesta di una perizia sul prezzo, che ha allungato i tempi dell’approvazione della delibera in consiglio comunale
· gli emendamenti votati che hanno portato ad un drastico cambio delle scelte di governance societaria, togliendo qualsiasi leva di partecipazione all’indirizzo strategico ed alla gestione della società da parte dell’acquirente
· le modifiche strutturali intervenute nel settore aeroportuale, come il decreto salva Alitalia, che ha inciso in maniera significativa sulla redditività dei conti Sea, e le nuove regole introdotte dall’Enac, che hanno liberalizzato i servizi aeroportuali a terra (handling) con un impatto negativo sui potenziali margini economici della società
· la continua sospensione della procedura di gara per i numerosi ricorsi al Tar, finora rigettati seppure non in via definitiva, e al Consiglio di Stato, che ha respinto i ricorsi accolti in prima istanza dal Tar.
“Tutto ciò – ha concluso Albertini – ha determinato un clima di incertezza, che ha costretto i partecipanti alla gara a dover ripetutamente riaggiornare le proiezioni economiche e le analisi di settore, fino a perdere fiducia nell’operazione, nonostante considerassero il progetto di privatizzazione di assoluta validità industriale e di elevato interesse economico”.
(Fonte: World Aeronautical Press Agency)

Categoria: Enti e Istituzioni