Archivio del Apr 2006

DISSERVIZI, IRREGOLARITA’, INGIUSTIZIE? PARTE UN NUOVO SERVIZIO DI MD80.IT

Tempo di lettura: 1 minuto

Siete dei passeggeri, e durante i vostri viaggi avete subito qualche disservizio, avete notato qualche irregolarità, avete subìto dei disagi, grandi o piccoli? Lavorate nel campo dell’aviazione, siete piloti, tecnici di terra, assistenti di volo, operatori all’interno degli aeroporti, e volete segnalare qualche grave fatto accaduto, anche in maniera anonima? Inviateci un’email a questo indirizzo, e md80.it si metterà al vostro fianco, per indagare sull’accaduto, per capirci di più, per svolgere inchieste e per far sì che la vostra voce arrivi dove deve arrivare.

Categoria: Annunci

CHIUDE LO STABILIMENTO BOEING DI LONG BEACH. COSTRUITO L’ULTIMO 717

Tempo di lettura: 1 minuto

L’ultimo aereo civile, un B717, è uscito dagli stabilimenti della Boeing di Long Beach, in California, dov’era stato costruito. La consegna dell’aereo alla AirTran Airways, nei prossimi giorni, segnerà la fine della produzione, che durava da almeno settant’anni, di aerei civili nel Sud della California. Negli impianti californiani della Boeing viene tuttora prodotto il C-17, un aereo da trasporto militare. Ma, salvo nuove commesse, che non sono in vista, l’ultimo velivolo di questo tipo sarà consegnato nel 2008. Per molti anni, la California era stata lo Stato dell’industria aeronautica per antonomasia: un ruolo che appare, ormai, perduto definitivamente.

Categoria: Industria

QUEST’ANNO 100 MILIONI DI PASSEGGERI ATTESI NEGLI AEROPORTI DI NEW YORK. VERSO UN QUARTO SCALO?

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo gli aeroporti La Guardia, Kennedy International e Newark Liberty, le autorità di New York stanno pensando di creare un quarto scalo internazionale per la città. In base a quanto riportato dal New York Times, i vertici della Port Authority of New York and New Jersey, la società che gestisce gli aeroporti dell’area metropolitana della Grande Mela, sarebbero preoccupate per il costante incremento del flusso di persone che si dirigono ogni anno nella città sia per turismo che per affari. «Si potrebbe pensare di ampliare ulteriormente gli scali già esistenti ma credo che alla città di New York serva in questo momento un’azione più forte», ha dichiarato Anthony R. Coscia, presidente della Port Authority. «Credo che dovremmo iniziare un nuovo piano per lo studio di un quarto aeroporto per la città». La dichiarazione di Coscia non rappresenta tuttavia niente di nuovo. L’idea di ampliare l’offerta di scali aeroportuali per la città di New York è stata dibattuta per molti anni. Il rallentamento del traffico aereo conseguente agli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001 aveva poi mandato in pensione la proposta. Ma il forte incremento del numero di passeggeri tornati a volare su New York sembra aver ridato popolarità alla proposta.

Secondo i dati ufficiali foriti dalle autorità cittadine, il numero dipasseggeri che nel 2006 atterreranno nella Grande Mela supereranno perla prima volta i 100 milioni, registrando un record storico per lacittà. Al momento i vertici di Porth Authority hanno dichiarato di nonritenersi preoccupati per il balzo in avanti nel numero di viaggiatoriche passano ogni giorno per la città di New York. Quello che preoccupa,tuttavia, è il trend crescente che dovrebbe portare il numero dipasseggeri a quota 130 milioni entro il 2015. E 130 milioni rappresentail
livello massimo di traffico passeggeri gestibile attraverso gliattuali tre aeroporti della città.

Di qui, guardando in ottica futura,la necessità per New York di dotarsi di un quarto scalo in tempirapidi. Uno studio commissionato dalla Federal Aviation Administration(Faa) potrebbe fornire la risposta alle domande di Coscia sul futurodel traffico aereo della città. Gli analisti del Faa hanno individuatosei possibili scali alternativi che potrebbero essere sviluppatidiventando il quarto aeroporto internazionale della città.
Si tratta diStewart International Airport in New Windsor, N.Y.; Long IslandIslip MacArthur Airport; Westchester County Airport; Trenton MercerAirport; Atlantic City International Airport; e Lehigh ValleyInternational Airport, Allentown, Pennsylvania. Nessuno di questiscali, tuttavia, rappresenta una soluzione ideale: alcuni sono distantipiù di 120 chilometrida Manhattan, e nessuno al momento può essereraggiunto agevolmente con i mezzi pubblici. Ma si tratta ditutto ciòche Port Authority ha in mano per evitare il congestionamento dei treprincipali scali newyorchesi di qui ai prossimi dieci anni.

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

PILOTI ITALIANI UNITI: NOTIZIE SU QUOTIDIANI LANCIANO PESANTI OMBRE SULL’OPERATO DEI MANAGER ALITALIA

Tempo di lettura: 1 minuto

Le enormi difficoltà in cui si sta dibattendo Alitalia sembrano ulteriormente ampliate da scelte sbagliate, strategie perdenti e “dimenticanze- operate da Manager aziendali.
Di questi giorni sono le notizie di un errore nel pubblicare sul web tariffe di voli intercontinentali (fonte La Repubblica) e di dimenticanze e superficialità nel partecipare all’asta per la continuità territoriale della Sardegna (fonte Il Sole 24 Ore).
L’errore nel pubblicare le tariffe peserebbe su mancati ricavi per una cifra vicino al milione di euro, mentre la “sbadataggine- e la “superficialità- nell’asta per i voli verso la Sardegna potrebbe essere ancora più grave in quanto oltre alla perdita di traffico da e per l’isola, incide su eventuali proseguimenti internazionali ed intercontinentali.
Piloti Italiani Uniti
auspica una immediata smentita da parte di Alitalia degli eventi imputati, ma qualora le notizie trovassero fondamento evidenziamo ancora una volta come i pesanti sacrifici sopportati dai Piloti e dal Personale tutto, per il salvataggio e per il sempre più lontano rilancio di Alitalia, potrebbero venire vanificati e mortificati dall’operato di una Dirigenza che continua a mostrare inequivocabilmente i propri limiti.

Categoria: Enti e Istituzioni

BLU-EXPRESS.COM, NUOVI COLLEGAMENTI BARI-BOLOGNA

Tempo di lettura: 2 minuti

Da Bologna a Bari cinque volte a settimana con Blu-express.com: è questa la novità nel network nazionale dei collegamenti del marchio low cost di Blue Panorama Airlines, blu-express.com. Non solo quindi collegamenti da Roma Fiumicino per Milano Malpensa, Bari, Monaco di Baviera, Vienna, Nizza e Grenoble ma una nuova rotta, Bologna-Bari, con cinque frequenze settimanali.
I voli da Bologna per Bari prenderanno il via il prossimo 2 maggio, tutte le mattine del martedì, mercoledì, giovedì e venerdì (partenza 7.10 ed arrivo a Bari Palese alle 8.30) e la sera della domenica (partenza 20.45 ed arrivo alle 22.05). Da Bari a Bologna, già dal primo maggio, collegamenti tutte le sere, dal lunedì al venerdì, con partenza alle 20.35 ed arrivo alle 22.00. 
L’operativo Bologna-Bari rappresenta dunque un’importante opzione di collegamento tra le due città, con possibilità di andata e ritorno nella stessa giornata.
Dopo il buon successo riscontrato finora dai collegamenti nazionali da e per Roma Fiumicino, con grande interesse da parte dei passeggeri sia per quanto riguarda la direttrice Malpensa che Bari, e dopo i risultati altrettanto significativi verso Vienna e Monaco di Baviera tutti i giorni, e Nizza e Grenoble 4 volte alla settimana, blu-express.com prosegue dunque nel suo programma annunciato di sviluppo coinvolgendo anche lo scalo di Bologna, già importante base operativa della compagnia nel lungo e medio raggio leisure, e proponendo una nuova direttrice nazionale da Bari.

Le tariffe sono a partire da 9,99 euro tasse escluse che scendono a 4,99 euro tasse escluse durante le “blue nights-, le speciali finestre promozionali che vengono aperte per 24 ore tutte le settimane dalle 18 alle 18 del giorno successivo per quanto riguarda le prenotazioni on line dal sito.

 “Con grande soddisfazione per quanto fatto finora  – sottolinea Franco Pecci, presidente di blu-express.com e Blue Panorama Airlines – soprattutto per quanto riguarda il consenso che il nostro marchio low cost ha avuto in questi pochi mesi dal pubblico, che ringraziamo, proseguiamo seguendo quelli che erano gli obiettivi di servizio che ci eravamo prefissati, cioè mettere a disposizione dei passeggeri un vettore low cost tutto italiano, affidabile, puntuale, conveniente ma con servizi di qualità. Con l’apertura del nuovo collegamento Bologna-Bari, blu-express.com dimostra nuovamente le sue potenzialità, confermando l’impegno assunto verso Bologna e l’Emilia-Romagna, ormai base consolidata della compagnia, sin dall’inizio nel lavorare intensamente sia sul network nazionale che sui collegamenti internazionali-.

“Pay less, fly Blu- pensate low cost in italiano. Questo il motto di blu-express.com, per volare low cost  sicuri, puntuali e soprattutto in maniera conveniente.

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

ENAV: PROSEGUE REGOLARMENTE ACQUISIZIONE RAMO D’AZIENDA VITROCISET

Tempo di lettura: 1 minuto

Prosegue con le modalità e nei tempi concordati la trattativa per l’acquisizione del ramo d’azienda di Vitrociset per la conduzione e la manutenzione dei sistemi di assistenza al volo ed i relativi software. Al contrario di quanto pubblicato su un quotidiano nei giorni scorsi, Enav e Vitrociset, assistite dai rispettivi advisor, stanno infatti rispettando la tabella di marcia prevista. Con questa acquisizione ENAV si allineerà agli altri service provider europei garantendo il massimo livello di presidio sulla sicurezza del controllo del traffico aereo.

Categoria: Industria

AEROPORTO DI OLBIA GEASAR S.p.A.: RINNOVATO IL CDA E NOMINATO SILVIO PIPPOBELLO AMMINISTRATORE DELEGATO

Tempo di lettura: 2 minuti

L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti della Geasar S.p.A., società di gestione dell’aeroporto Olbia Costa Smeralda, si è riunita in data 27 aprile 2006 per l’approvazione del Bilancio 2005 e il rinnovo del  Consiglio di Amministrazione, nominando nella carica di Amministratori i Signori: Franco Trivi (Presidente), Giovanni Rossi (Vicepresidente), Silvio Pippobello, Franco Candido Giudice, Paolo Baiocchi, Corrado Fara, Gesuino Monagheddu e, quali rappresentanti della parte pubblica, Giovanni Mellino (Camera di Commercio di Sassari), Salvatore Mele (Camera di Commercio di Nuoro), Patrizia Desole (Regione Autonoma della Sardegna). Il nuovo Consiglio di Amministrazione, come da prassi, rimarrà in carica per un anno e comunque fino alla approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2006.
Il Consiglio di Amministrazione, ha confermato nella carica il Presidente Franco Trivi, mentre su proposta dello stesso, ha nominato Amministratore Delegato Silvio Pippobello, che assume la carica con effetto immediato.

Il Presidente Franco Trivi ha  tra l’altro affermato: “La nomina dell’Ing. Silvio Pippobello, già direttore della Geasar, rappresenta una scelta di continuità in riconoscimento dei significativi risultati raggiunti dalla Società nel suo processo di crescita. Sono convinto che le competenze e le capacità del nuovo vertice aziendale consentirà di continuare con determinazione la politica di sviluppo e integrazione dell’aeroporto con il territorio, garantendo alti livelli di servizio e solidità economica.-

Silvio Pippobello, nato a Nuoro il 31.12.1957, è il primo sardo a ricoprire l’incarico di Amministratore Delegato dell’Aeroporto di Olbia e rappresenta la forte volontà del  Gruppo Meridiana, azionista di riferimento della società di gestione dell’aeroporto, di valorizzare professionalità e competenze  interne.

La Geasar S.p.A. è stata  costituita nel 1985 e gestisce l’Aeroporto di Olbia Costa Smeralda dal 1989. L’Aeroporto Olbia Costa Smeralda nel 2005 ha avuto un traffico di 1.671.218 passeggeri registrando una crescita del 5,4%  rispetto al 2004. La compagine azionaria della Geasar S.p.A. è costituita da: Meridiana S.p.A. 79,8%, Camera di Commercio di Sassari 10%, Camera di Commercio di Nuoro 8%, Regione Autonoma della Sardegna 2%, Consorzio Costa Smeralda 0,2%.

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

FIUMICINO, CERCA DI IMBARCARSI CON UN CAPITELLO CORINZIO IN VALIGIA…

Tempo di lettura: 1 minuto

In valigia aveva un pezzo di capitello corinzio di epoca romana ed era pronto ad imbarcarsi su un aereo con destinazione Dusseldorf, in Germania. Ma il suo comportamento poco disinvolto, anzi più che agitato, ha insospettito i doganieri impegnati in controlli mirati alla repressione di reati tributari ed extra tributari. E così è fallito il piano di un giovane tedesco, perchè dal controllo del suo bagaglio è saltato fuori quel pezzo di capitello corinzio. Alla domanda su come se lo fosse procurato, il giovane ha riposto di averlo acquistato da un venditore ambulante nei pressi del Foro Romano, pagandolo 20 euro. Per il tedesco è scattata la denuncia a piede libero ad opera dei funzionari della Circoscrizione Doganale di Roma, l’accusa è asportazione di reperto archeologico che all’esame di esperti del Ministero dei beni culturali è risultato appartenere in realtà ad un capitello di rilevante interesse.

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

EMIRATES PREVISTA ENTRO IL 2010 UNA FLOTTA DI 156 AEREI

Tempo di lettura: 2 minuti

Per un totale di 101 destinazioni ed un trasporto di circa 26 milioni di passeggeri
Emirates prevede entro il 2010 di avere una flotta di 156 aerei, per un totale di 101 destinazioni e un trasporto di circa 26 milioni di passeggeri.
Nel 2005-06 Emirates ha aperto otto nuove rotte – Alessandria, Abidjan, Addis Abeba, Amburgo, Kolkata, Thiruvananthapuram, Seoul e Lilongwe (solo cargo) – arrivando a 83 destinazioni totali, cinque delle quali solo cargo.

Inoltre, ha aumentato la frequenza dei servizi passeggeri oltre ad una maggiore capacità grazie ad aerei più grandi, ha aggiunto 67 collegamenti extra a settimana per circa una dozzina di destinazioni già esistenti.
Il fattore di riempimento degli aerei (passenger seat factor) è salito al 75,9%, 1,3% in più dell’anno precedente, dato da un aumento del traffico del 20,2% e mantenendo una media di capacità di crescita del 18,9% per 15.803 milioni di tonnellata per chilometro.
Il breakeven load factor è rimasto intorno al 60,3%. Per il quarto anno consecutivo è migliorata anche l’efficienza passando a 55 cent di USD per RTKM (ricavo per tonnellata per chilometro) dai 52 cent del 2004-05.
Emirates ha investito durante l’anno 200 milioni di USD in nuovi servizi per i clienti e servizi di miglioramento. La compagnia ha rinnovato la sua flotta di 777-200 installando nuove poltrone SkyCriser in Prima Classe e con il suo programma vincente di intrattenimento a bordo su tutte le classi.
Ad oggi, tutti tranne 2 aerei 777-200 della compagnia sono stati rinnovati, gli altri saranno riequipaggiati da gennaio 2007.
Nuove Lounge Emirates sono state inaugurate negli aeroporti JFK di New York, Londra Gatwick, Sydney, Perth e Parigi Charles De Gaulle, che si aggiungono alle lounge di Dubai, Brisbane e Auckland. Oltre ad altre di prossima apertura nei maggiori 12 aeroporti nel mondo. 

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

KINGFISHER AIRLINES: CONTRATTO PER CINQUE AIRBUS A340-500

Tempo di lettura: 2 minuti

MILANO – Kingfisher Airlines, il vettore con sede a Mumbai, ha firmato un contratto per cinque Airbus A340-500 e un’opzione per altri cinque.
La consegna dei velivoli è programmata per il 2008. I cinque A340-500 della flotta Kingfisher saranno spinti da motori Rolls-Royce Trent 500, con un consumo di carburante inferiore del 20% rispetto ai motori di vecchia generazione, offrendo allo stesso tempo eccezionali prestazioni e volumi di carico.

Kingfisher è una realtà in rapida crescita nel panorama dell’aviazione civile indiana ed è diventata una delle più grandi compagnie aeree del paese.
Kingfisher vola già con otto Airbus A320 e quattro A319 sulle rotte domestiche e nel prossimo futuro riceverà da Airbus 30 nuovi velivoli a corridoio unico.
La compagnia aerea ha inoltre disposto ordini per cinque Airbus A380, cinque A330 e cinque A350 da utilizzare sulle tratte internazionali a lungo raggio e i servizi regionali. In questo modo la flotta Airbus della Kingfisher crescerà di più di 60 velivoli.
“Con gli A340-500 a lungo raggio apriremo un mercato completamente nuovo – ha dichiarato il Dr Vijay Mallya, Primo Ministro Indiano – per la prima volta saremo in grado di offrire collegamenti diretti senza soste tra l’India e gli Stati Uniti. Il nostro A340-500 avrà una configurazione particolare in grado di offrire ai passeggeri uno spazio e un comfort supplementare durante I voli a lungo raggio-.
“Questo acquisto – ha sottolineato Gustav Humbert, presidente Airbus – è un’ulteriore prova della fiducia che una compagnia sempre più di successo, come la Kingfisher Airlines, mostra verso la nostra moderna famiglia di velivoli. Abbiamo costruito una forte relazione con Kingfisher e siamo lieti che ancora una volta la compagnia abbia scelto Airbus per aiutarla a consolidare rapidamente l’espansione della propria flotta-.
L’interesse del cliente per il nuovo A340 rinforza il successo della Famiglia degli A330/A340/A350 quale migliore scelta da parte delle compagnie aeree di tutto il mondo per il mercato del medio e lungo raggio.
Fino a ora sono stati ordinati oltre 1060 velivoli della Famiglia degli A330/A340/A350 da 72 clienti.
Più di 140 Airbus A340-500/-600 sono stati venduti a 14 clienti.
Offrendo il più alto grado di flessibilità di funzionamento, economicità e imparagonabile comfort per i passeggeri, la Famiglia Airbus A330/A340 ha ottenuto una posizione leader nel mercato della categoria dei 240-380 posti a sedere con più di 710 velivoli in funzione in tutto il mondo, con almeno 80 operatori.
(AGE)

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

MOTORI: ROLLS ROYCE ORDINI PER 500 MLN

Tempo di lettura: 1 minuto

Rolls Royce ottiene un contratto da 500 milioni di dollari da parte dell’indiana Kingfisher Airlines per fornire motori della serie Trent per cinque Airbus A340-500.
Lo rende noto la società britannica, spiegando che i quadrireattori A340-500 a lunghissimo raggio sono motorizzati esclusivamente con i Rolls-Royce Trent 500.
Avio (70 per cento Carlyle e 30 per cento Finmeccanica) è partner nei motori Trent 900 e 500 per gli Airbus A380 e A340-500/600.

Categoria: Industria

BOEING SORPASSA AIRBUS

Tempo di lettura: 1 minuto

Nei primi 3 mesi dell’anno sono stati 176 i nuovi ordini 
Nel primo trimestre del 2006, l’americana Boeing ha sorpassato Airbus per i nuovi ordini di aerei: 176 contro i 70 del colosso europeo.
Nei primi tre mesi del 2006, Boeing ha anche visto crescere i propri utili del 29%.
In particolare, l’utile netto è salito a 692 milioni di dollari contro i 535 milioni dello stesso periodo del 2005 e le vendite sono cresciute del 12% a 14,3 miliardi di dollari. Infine, le consegne di aerei commerciali sono salite del 40%, segnando il rialzo maggiore dal 2001. 

Categoria: Industria

BRUXELLES. PASSEGGERO FUGGE PRIMA DI IMBARCO, TERMINAL EVACUATO

Tempo di lettura: 1 minuto

Il terminal A dell’aeroporto Zaventem di Bruxelles è stato evacuato questa mattina in seguito a un allarme sicurezza. A quanto riferito da un portavoce, un passeggero non si è voluto sottoporre ai controlli al cancello di imbarco ed è fuggito.
Dal terminal partono gli aerei diretti ai paesi dell’Unione europea e almeno sei voli, tra cui uno per Venezia, sono stati cancellati.

Categoria: Incidenti/Inconvenienti

NASCE "AVIOCAR", UN NUOVO PROTOTIPO DI AEROCAR

Tempo di lettura: 1 minuto

Sarà presentato domani al Cira, polo aerospaziale di Capua, il progetto “Aviocar”, un prototipo di automobile volante o aereo stradale, cioè un veicolo che funzioni sia come vettura tradizionale su strada, sia, in caso di necessità, come velivolo capace di librarsi nell’aria.
Si tratta di una macchina a getto, dotata di ala rotante in decollo ed atterraggio e fissa in volo livellato rettilineo.
Il prototipo è quindi un ibrido automobile-elicottero, con due turboeliche basculanti poste alle estremità alari, e la transizione fra impiego come elicottero e impiego tradizionale avviene in volo, ruotando i propulsori.
I motori, posizionati in alto, consentono al Ba-609 (questo il nome del modello) di decollare verticalmente, in configurazione tradizionale, fornendo una trazione orizzontale capace di imprimere alla macchina una velocità di 275 nodi pari a circa 500 km/h.
La macchina, derivante dal V-22 Osprey militare, è in grado di portare nove passeggeri oltre ai piloti e ha un sistema di guida autonomo e semplificato, dotato di navigatore satellitare, monitor a colori con la rappresentazione dei parametri di volo e dei dati del motore, pilota automatico, Gps con orizzonte artificiale per il controllo dell’assetto.
Il primo volo è stato effettuato nel marzo 2003 ad Arlington nel Texas e Bell e Agusta hanno già raccolto 70 ordini.
Un simile mezzo di trasporto potrebbe essere l’avveniristica risoluzione degli attuali problemi di traffico, anche se i precedenti prototipi di questo tipo non sono mai stati messi in produzione.
(Fonte: World Aeronautical Press Agency)

Categoria: Industria

TEST FINALI PER L’ A-380

Tempo di lettura: 1 minuto

Continuano i test di prova dell’Airbus 380, il “Piroscafo dei cieli“, che entro fine hanno dovrebbe entrare in servizio per la Singapore Airlines.
Fino ad ora sono stati ordinati 159 velivoli di questo tipo da 16 compagnie, 132 per il trasporto passeggeri e 27 cargo, rimanendo bel lontani dall’obiettivo prefissato di 250-270 apparecchi.
 I costruttori, che nel progetto hanno investito circa dieci miliardi di Euro, sperano che una volta entrato in servizio, comunque con sei mesi di ritardo rispetto ai programmi, il gigante dell’aria saprà attrarre l’interesse di altri clienti.
L’aereo, a due piani lungo 73 metri e con un’apertura alare di 80, sarà in grado di trasportare per 15.000 chilometri non-stop 555 passeggeri. Sono ancora sconosciute le configurazioni scelte dalle aviolinee, ma si sa che sull’A-380 ci saranno bar, ristoranti, sale-giochi, e i passeggeri della prima classe potranno anche fare la doccia.
(Fonte: World Aeronautical Press Agency)

Categoria: Industria