VOLARE INSODDISFATTI

Inchiesta Altroconsumo su compagnie e aeroporti in Italia e in Europa
Il numero dei viaggi in aereo nell’ultimo anno è salito del 7,5%. Settecento milioni di passeggeri hanno attraversato i cieli d’Europa, prendendo complessivamente più di nove milioni di voli. Spendendo sempre meno: i costi dei biglietti, negli ultimi dieci anni, sono diminuiti in media del 33%.
L’aereo è il mezzo più veloce, ma overbooking, problemi con i bagagli e ritardi ricorrono troppo spesso e sono fonte d’insoddisfazione per i viaggiatori; diversi aeroporti dovrebbero investire nel migliorare le proprie strutture e contenere i prezzi dei servizi. Questo in estrema sintesi il giudizio emerso dall’inchiesta che Altroconsumo, associazione indipendente di consumatori, ha condotto coinvolgendo oltre 8600 viaggiatori europei, di cui circa 1500 italiani.
L’inchiesta, disponibile su www.altroconsumo.it, è stata condotta in collaborazione con le associazioni di consumatori partner di Altroconsumo in 6 paesi dell’Unione europea: Italia, Francia, Belgio, Spagna, Portogallo e Olanda. Obiettivo: sondare il livello di soddisfazione dei consumatori riguardo le compagnie aeree e gli aeroporti del vecchio continente.
L’inchiesta si inserisce nella campagna diamoci una mossa: Altroconsumo per la mobilità. Lungo tutto il 2006 l’associazione indipendente di consumatori si impegnerà a potenziare l’informazione nell’ambito dei trasporti con l’obiettivo di individuare i problemi per l’utenza e cercare di migliorare il livello di qualità dei servizi offerti.

I risultati riguardano ben 110 compagnie e 165 aeroporti: secondo i viaggiatori gli aspetti giudicati più importanti del servizio aereo sono, in ordine, l’affidabilità della compagnia, la puntualità e l’assistenza in caso di problemi. Alla domanda specifica “quale compagnia raccomanderebbe?- i consensi sono andati, tra le compagnie europee, a Luxair, Germanwings e WizzAir.

Air One, Meridiana e Alitalia sono consigliate da circa il 40% dei viaggiatori. Rispetto ai risultati di un’inchiesta simile condotta da Altroconsumo nel 2001 i giudizi favorevoli dati da consumatori italiani alle nostre compagnie si sono ridimensionati. Gli aeroporti italiani sono in fondo alla classifica della soddisfazione generale per paese, dove svetta invece il Belgio.
       
Per 8600 viaggiatori in media un aereo su quattro, negli ultimi 14 mesi, ha subìto un ritardo, il 28% di questi di almeno due ore, per il 5% di cinque ore o più. Maglia nera in assoluto a Fly Air, col 73% di voli in ritardo. Meridiana e Alitalia volano in ritardo per circa il 30% dei casi. Per gli aeroporti, quello di Sal Cabral di Capo Verde è stato il più funestato dai ritardi, con 47% di voli sul totale. Buona l’opinione espressa sugli aeroporti di Verona Villafranca, Alghero Fertilia, di Bari Palese, di Roma Ciampino e di Treviso.
Per i problemi con i bagagli in assoluto la compagnia meno efficiente è giudicata British Airways, con 11% di casi sul totale dei voli. Meno peggio va Alitalia, con l’8,7%. La compagnia che ha posto più problemi con l’overbooking è stata American Airlines, con il 2,7% dei voli.

Anche sul fronte della trasparenza delle tariffe Altroconsumo ha riscontrato notevoli carenze: attraverso un’indagine condotta in Italia, Spagna, Belgio e Portogallo sulle offerte di voli in 22 siti internet, sono emerse differenze considerevoli non solo tra i prezzi di offerta al pubblico e il costo finale effettivo al consumatore, ma anche tra l’ammontare di tasse e supplementi. Un esempio per tutti: per Milano-Barcellona e ritorno il totale di tasse e supplementi, non palesato all’inizio, risulta variare al momento finale dell’acquisto con carta di credito da un minimo di 33,15 euro a un massimo di 99. L’indagine nella sua versione integrale è consultabile su www.altroconsumo.it.

Per Altroconsumo il consumatore deve poter conoscere con immediatezza l’importo esatto del biglietto aereo, per poter scegliere consapevolmente e far giocare la concorrenza, come anche sottolineato dall’Antitrust nel libro bianco dell’aprile 2005. I costi supplementari devono essere indicati in modo chiaro e dettagliato. Purtroppo, come riscontrato dalla nostra indagine, ciò non succede.

Alla luce dei risultati dell’inchiesta, che evidenziano l’interesse del consumatore a conoscere il livello di qualità di prestazione della compagnia aerea, Altroconsumo chiede che sia realizzata una banca dati on-line a livello europeo, sotto l’egida istituzionale, nella quale rendere pubbliche tariffe, disservizi, ritardi overbooking e problemi con i bagagli. Similmente a quanto fatto riguardo l’informazione sulla sicurezza dei voli, grazie al Regolamento 474/2006 del 22 marzo scorso che ha reso obbligatorio pubblicare le black list dei vettori con divieto di volo in Europa.

LA CLASSIFICA DELLE COMPAGNIE AEREE ITALIANE  
Posizione in classifica compagnie aeree italiane
    9 - Livingston
  10 - Neos
  49 - Blue Panorama Airlines
  56 - VolareWeb
  58 - Meridiana
  61 - Air One
  64 - Eurofly
  67 - MyAir
  68 - Alitalia
  92 - Alpi Eagles
  95 - ItAli
103 - WindJet

IL GIUDIZIO SUGLI AEROPORTI ITALIANI
Posizione in classifica

  28 - Verona Villafranca
  35 - Bari Palese
  51 - Bologna Marconi
  54 - Roma Fiumicino
  55 - Venezia Marco Polo
  57 - Milano-Orio al Serio
  58 - Milano-Linate
  60 - Cagliari Elmas
  62 - Milano-Malpensa
  71 - Torino
  91 - Alghero Fertilia
  98 - Pisa Galilei
112 - Brindisi
113 - Roma Ciampino
116 - Napoli Capodichino
117 - Palermo Punta Raisi
128 - Olbia Costa Smeralda
131 - Lamezia Terme
134 - Treviso
144 - Firenze
151 - Catania Fontanarossa

(Fonte: Andrea Coco - Positive Climb)

Articolo scritto da admin il 21 Apr 2006 alle 5:07 am.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus