UNA VACANZA A GRAVITA’ ZERO

Se la parola relax non è contemplata nel vostro dizionario del perfetto vacanziero e amate invece vivere sensazioni forti, al limite dell’estremo, quello che fa per voi è l’esperienza denominata “gravità zero“.
A bordo di un Ilyushin-76 o di un Boeing 727, adeguatamente attrezzati per i voli parabolici, i turisti vengono portati ad una quota di 25mila piedi dove l’aereo darà il via ad una serie di parabole.
La sensazione è indescrivibile: togliendo potenza ai motori, ed effettuando cabrate con un’angolazione di 45 gradi, i piloti riescono a far galleggiare i turisti nel vuoto della carlinga.
La planata è simile a una caduta libera durante la quale vengono simulate le condizioni di assenza di peso.
In genere il ciclo salita-planata si ripete per dieci volte.
Il volo, che dura 2 ore, consente ai passeggeri di volare lungo la carlinga, fare capriole e manovre particolari col proprio corpo, posare per delle foto di ricordo e, se si vuole, effettuare una corsa a 360° lungo tutto il perimetro dell’aereo (pavimento, pareti, soffitto).
Per rendere questo tipo di “vacanza” più commerciale negli ultimi anni sono state apportate delle modifiche ai programmi di volo. Ora i viaggi zero gravity sono studiati in modo da far vivere ai turisti condizioni di planata con gravità differenti.
Si passa da una gravità ridotta a circa 1/3 di quella terrestre, come su Marte, fino a 1/9 di quella terrestre, come quella presente sulla Luna.
L’ultima parabola effettuata dall’aereo consentirà di arrivare infine all’attesissima gravità zero.
Tutto questo serve soltanto a limitare i malesseri per i quali questi voli sono stati ribattezzati “Vomit Comet”.
Il biglietto per vivere questa esperienza è decisamente caro, si aggira attorno ai 3700 dollari, ma comprende in genere, oltre la stessa avventura di volo, anche il biglietto aereo per raggiungere la struttura (spesso in Russia), il servizio di accompagnamento dall’aeroporto all’hotel e quello inverso, dall’hotel all’aeroporto, il soggiorno in albergo per 2 o 3 giorni, una serie di esami medici per l’accertamento dello stato di salute, un breve corso preparatorio al volo con gravità zero e l’attestato di partecipazione che viene rilasciato a fine volo.
Alcune agenzie sono inoltre in grado di fornire ai turisti il video della loro vacanza ad alta quota. Il costo di questo servizio può oscillare da un minimo di 200 fino ad un massimo di 400 euro.
Un’esperienza del genere merita tuttavia una spesa extra come questa che ci permetterà di rivivere l’emozione con gli amici. (Fonte Tiscali)

Articolo scritto da admin il 26 Apr 2006 alle 9:42 am.
Categorie: Eventi e Manifestazioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus