DA IERI RYANAIR NON PUO’ EFFETTUARE IL COLLEGAMENTO ALGHERO-ROMA CIAMPINO SOGGETTO AD IMPOSIZIONE DI ONERI DI SERVIZIO PUBBLICO

Con riferimento all’assegnazione delle rotte con la Sardegna soggette ad oneri di servizio pubblico, l’ENAC informa che da martedì 2 maggio sono le compagnie AirOne e Meridiana a poter effettuare i collegamenti tra Roma e Milano con Alghero, Cagliari e Olbia. Pertanto il vettore Ryanair, avendo deciso di non accettare gli oneri, non potrà più esercire la tratta Alghero-Roma, e che, per lo stesso motivo, la compagnia EasyJet non potrà attivare il collegamento tra Olbia e Milano.
Entrambe le compagnie erano state informate con ampio margine dell’entrata in vigore del nuovo decreto, del funzionamento dei collegamenti a garanzia della continuità territoriale, ed invitate a partecipare. In base alle informazioni detenute da tempo, i due vettori non avrebbero dovuto attuare pratiche commerciali non conformi alla normativa.
In particolare, la compagnia irlandese Ryanair, che in attesa della definizione del decreto ha temporaneamente potuto operare il collegamento tra Roma Ciampino ed Alghero, avrebbe dovuto avvertire con anticipo i propri passeggeri della possibilità di non avere più diritto di coprire tale tratta, come sancito dalla Carta dei Diritti del Passeggero e dai regolamenti comunitari in materia, tra cui il Regolamento (CE) n. 261/2004 del febbraio 2004 che istituisce regole comuni in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato.

Voli supplementari sono stati comunque autorizzati dall’ENAC per venire incontro alle esigenze dei passeggeri in possesso di biglietti non in linea con la continuità territoriale. I Call Center di AirOne 199 207080 e Meridiana 199 111333 sono a disposizione per le informazioni del caso.

Si ricorda, inoltre, che l’ENAC, autorità italiana di regolazione, vigilanza e controllo del trasporto aereo, è l’Ente attuatore della normativa europea e nazionale.

Nello specifico degli oneri di servizio pubblico, quando diventa operativo il sistema di imposizione deciso e deliberato dalla Conferenza dei Servizi convocata dal Presidente della Regione interessata su delega del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’ENAC ha il compito di vigilare sulla sua corretta applicazione e di evitare iniziative in contrasto con le norme comunitarie.

Articolo scritto da admin il 3 Mag 2006 alle 5:28 am.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus