MISS AEROPORTO REGGIO C.: SABATO PRIMA FASCIA IN VOLO

REGGIO CALABRIA - Sara’ eletta sabato 20 maggio, sul volo Interstate Airlines, la prima Miss Aeroporto dello Stretto selezionata tra le 18 finaliste del concorso ideato dalla Drb Associati e sponsorizzato dalla societa’ di gestione dell’ Aeroporto Tito Minniti di Reggio Calabria.
L’ iniziativa che si concludera’ sabato con la consegna del titolo e’ partita nei mesi scorsi e si e’ sviluppata attraverso alcune selezioni in quota a 8 mila metri di altezza.
La fase finale prendera’ il via in mattinata con l’ imbarco delle finaliste accompagnate dalle madrine Roberta Morise, Anna Prete, Sabrina Messina, Clizia Fornasier, Ida Miceli e Patrizia Gaglianone.
Verranno imbarcati anche i 15 membri della giuria ed i giornalisti che seguiranno le sfilate a bordo del Boeing in volo sull’ area dello Stretto, le Eolie e il Mediterraneo.
Le 18 ragazze sfileranno una prima volta in abito elegante, la seconda in costume da bagno. Si procedera’ poi al conteggio dei voti ed alla proclamazione della vincitrice.
”Lavoravamo da tempo su questo progetto molto originale, anzi unico, - ha sostenuto il patron della Drb, Beniamino Chiappetta - e mi sembra quasi impossibile pensare che sabato avremo la nostra prima Miss eletta in volo. Finalmente abbiamo potuto realizzarlo grazie alla sinergia organizzativa e promozionale con l’ Aeroporto dello Stretto.
All’ amministratore unico Pietro Fuda, che ha creduto e reso possibile questo evento, vanno i meriti ed i ringraziamenti non solo miei, ma di tutto lo staff, che potra’ dire di aver consegnato una fascia tra le nuvole”.
”Sono sicuro - ha sottolineato Fuda - che sara’ difficile scegliere la migliore tra le diciotto ragazze, a ciascuna delle quali faccio i miei migliori auguri. Comunque vada, auguro alla futura Miss Aeroporto dello Stretto di poter volare direttamente a Salsomaggiore Terme”. (ANSA)

Articolo scritto da admin il 17 Mag 2006 alle 12:42 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus