AFGHANISTAN: SEGRETARIO NATO, SERVONO GLI AEREI ITALIANI

Roma, 10 giu. - La Nato auspica un maggiore contributo dall’Italia alla missione in Afghanistan con aerei, truppe e forze speciali.
A confermarlo e’ stato il segretario generale dell’Alleanza atlantica, Jaap de Hoop Scheffer, in un’intervista pubblicata all’indomani dell’incontro a Roma con il presidente del Consiglio, Romano Prodi.
 ”Abbiamo discusso di cosa il vostro governo potrebbe fare in piu’ rispetto ad ora - ha spiegato al Corriere della sera - se parliamo di aerei, ce ne servono di piu’. Sempre.
L’Italia comunque ha gia’ una presenza importante in Afghanistan. Se mi domandate se voglio piu’ truppe e forze speciali, come segretario generale dico: si’, certo. Ma mi tengo fuori dal dibattito italiano”.
Riguardo alle polemiche scatenate in Italia dall’eventualita’ di un invio di caccia Amx in Afghanistan, de Hoop Scheffer ha invitato “l’opinione pubblica italiana a riflettere”.
“Chi dice di essere contro la Nato - ha avvertito - farebbe bene a rendersi conto che quegli aerei sono usati nella cornice del mandato delle Nazioni Uniti, gli aerei italiani agiscono nel contesto dell’Onu, come nel Kosovo, non dimentichiamolo”.
E questo anche qualora fosse necessario impiegarli per attaccare i talebani: “Non dobbiamo comportarci da cowboy ma bloccare chi tenta di distruggere il processo di ricostruzione”, ha affermato il segretario generale della Nato. (AGI) Sar.

Articolo scritto da admin il 12 Giu 2006 alle 5:24 am.
Categorie: Enti e Istituzioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus