RIMINI, PISTOLA A TAMBURO SCOPERTA IN BAGAGLIO A MANO

Durante i normali controlli di sicurezza inerenti il traffico russo e albanese in partenza, il sabato mattina, dal Federico Fellini con destinazione finale gli aeroporti di Mosca Domodedovo e Tirana è stata scoperta, all’interno di un bagaglio a mano - bloccato preventivamente nella macchina rx - , una pistola a tamburo - risultata poi una vera arma da fuoco (solitamente si tratta di armi giocattolo o riproduzioni) - con quattro colpi in canna. A segnalare l’arma è stata l’addetta al controllo radiogeno Vittoria Trovato che ha successivamente indicato la presenza della pistola al supervisore della postazione Margherita Klimala e al supervisore della Pubblica Sicurezza Donato Piarulli. L’arma è stata consegnata dalla Klimala all’agente di Pubblica Sicurezza Piarulli che, a sua volta, l’ha consegnata al dirigente di P.S. del Federico Fellini, Dott. Amilcare Genovese, per le procedure del caso.
“Complimenti. Colgo l’occasione - commenta Massimo Masini, Presidente Aeradria Spa, società di gestione dell’Aeroporto Internazionale Federico Fellini - per ringraziare pubblicamente i componenti del nostro Servizio Sicurezza nonché i supervisori della Polizia di Stato considerata la mole di lavoro che, specialmente nella giornata del sabato, devono sostenere in considerazione dell’arrivo e della partenza di numerosi aeromobili diretti in prevalenza su Mosca. Esprimo soddisfazione per la pronta segnalazione dell’arma da fuoco all’interno di un bagaglio a mano, segno del buon grado di professionalità espresso dagli stessi componenti preposti a garantire, in ogni stagione dell’anno, il corretto funzionamento dello scalo riminese-.

Articolo scritto da admin il 28 Giu 2006 alle 5:13 am.
Categorie: Incidenti/Inconvenienti


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus