ALITALIA: POSIZIONE FINANZIARIA NETTA AL 30 GIUGNO 2006

In ottemperanza alle richieste formulate da Consob, il presente documento contiene le informazioni concernenti la posizione finanziaria netta, aggiornata al 30 giugno 2006, e gli eventuali  rapporti di debito scaduti di Alitalia e del Gruppo, diffuse ai mercati tramite comunicato stampa entro la fine di ciascun mese con riferimento a quello precedente…
Si evidenzia che, in linea con le indicazioni ricevute dalla stessa Commissione (così come già fatto a partire dall’informativa resa ai mercati il 30 agosto 2004 in merito alla posizione finanziaria netta del Gruppo riferita alla data del 31 luglio 2004), è stata operata una riclassifica che si sostanzia nello scorporo dai dati pertinenti l’indebitamento a medio-lungo termine delle quote correnti in scadenza nei dodici mesi successivi e nell’inclusione di queste ultime nei dati relativi all’indebitamento finanziario a breve termine.

I dati riflettono l’esito di rilevazioni gestionali che, ferma restando la complessiva significatività dell’informativa, accolgono alcune procedure di stima. I commenti, di seguito riportati, relativi alle più significative variazioni intervenute nei due periodi a raffronto, fanno riferimento alla situazione del Gruppo. Peraltro, in considerazione dell’incidenza ampiamente preponderante delle consistenze della società Alitalia su quelle totali di Gruppo, detti commenti, di fatto, sono sostanzialmente rappresentativi anche degli andamenti afferenti la sola Capogruppo; eventuali andamenti particolari a livello Capogruppo trovano comunque debita evidenza in specifiche note di commento.

La posizione finanziaria netta del Gruppo al 30 giugno 2006 è stata pari a 896 milioni di Euro con una riduzione dell’indebitamento netto di 18 milioni di Euro (-2,0%) rispetto all’ultima analoga situazione al 31 maggio 2006, pubblicata in data 30 giugno 2006.

La posizione finanziaria netta della Capogruppo Alitalia al 30 giugno 2006 è stata pari a 870 milioni di Euro, registrando una riduzione (-2,2%) rispetto alla situazione al 31 maggio 2006, inclusiva anche dei crediti finanziari netti a breve termine nei confronti delle Controllate.

Le disponibilità ed i crediti finanziari a breve evidenziano una riduzione, a livello sia di Gruppo sia di Alitalia, indotta prevalentemente dall’attivazione di un investimento a medio lungo termine (circa 18 mesi) di Euro 55 milioni al fine di ottenere una remunerazione particolarmente vantaggiosa e conseguentemente migliorare le condizioni complessive di impiego della liquidità gestita.

Al 30 giugno 2006 sono risultati in essere, a livello di Gruppo, leasing finanziari (pressoché per intero afferenti gli aeromobili in flotta e in larghissima parte in capo alla Capogruppo per 148 milioni di Euro) le cui quote capitali, inclusive del valore di riscatto, sono pari a 164 milioni di Euro (di cui 27 milioni di Euro rappresentativi della quota capitale corrente in scadenza nei dodici mesi successivi alla data di riferimento e per 24 milioni di Euro riconducibili alla Capogruppo). Per contro, lo stesso dato al 31 maggio 2006 era pari a 168 milioni di Euro (di cui 29 milioni di Euro in scadenza nei dodici mesi successivi alla data di riferimento); le corrispondenti evidenze al 31 maggio 2006 per la Capogruppo risultavano rispettivamente pari a 152 e 27 milioni di Euro.

Si segnala altresì che l’indebitamento bancario esistente è pressoché per intero assistito da garanzie reali (ipoteche su aeromobili) ovvero da garanzie personali (prevalentemente garanzie rilasciate da agenzie per il credito all’esportazione). I relativi contratti di finanziamento prevedono clausole legali standard di risoluzione contrattuale. In nessun contratto è previsto, per il mantenimento del credito erogato, il rispetto di specifici indici patrimoniali/economici/finanziari.

Si evidenzia che, nel corso del mese di giugno 2006, sono stati effettuati rimborsi di finanziamenti a medio/lungo termine per un importo complessivo di circa 23 milioni di Euro. Con riferimento ai debiti di natura finanziaria, tributaria e previdenziale non si evidenziano al 30 giugno 2006, tanto per la Capogruppo quanto per le altre società del Gruppo, situazioni di scaduto o irregolarità dei pagamenti.

Per quanto attiene ai debiti di natura commerciale, non si segnalano, sempre con riferimento alla data del 30 giugno 2006, situazioni di scaduto o irregolarità di pagamenti per Alitalia e per le altre società del Gruppo, ad eccezione di quelle correlate a partite in contestazione.

Con riferimento a queste ultime, si evidenzia in particolare il sussistere di scaduti verso alcuni gestori aeroportuali a fronte di addebiti per controverse fattispecie per un ammontare complessivo pari, al 30 giugno 2006, a 83 milioni di Euro.

Si segnala inoltre che sono stati opposti, o sono comunque in fase di opposizione, i seguenti decreti ingiuntivi notificati: a) da un gestore aeroportuale per un totale di circa 21,8 milioni di Euro (n° 9 decreti); b) da una controparte contrattuale per circa 470 mila Euro; c) da un fornitore di servizi informatici per circa 812 mila Euro; d) da un professionista per circa 534 mila Euro; e) da una ditta appaltatrice di lavori di ristrutturazione per circa 635 mila Euro; f) infine, da due fornitori per un totale di circa 40 mila Euro.

Al netto di quanto già in precedenza rilevato, non si evidenziano altre ingiunzioni o azioni esecutive intraprese da parte dei creditori, notificate al 30 giugno 2006 né, a tale data, iniziative di sospensione dei rapporti di fornitura.

Articolo scritto da admin il 31 Lug 2006 alle 5:53 am.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus