AL CATULLO L’AEREO SPIA PER LO STUDIO DEI CAMBIAMENTI GLOBALI

L’aereo spia “ex sovietico- M-55 Geophysica, giunto martedì 27 Luglio al Catullo, ha compiuto il volo test verso la Sicilia dopo essere stato attrezzato con sofisticati strumenti scientifici nell’hangar dello scalo veronese messo a disposizione dalla compagnia Air Italy. Si tratta di un velivolo stratosferico, costruito dalla russa Myashischev Design Bureau, che la comunità scientifica europea utilizza per lo studio della chimica della stratosfera (buco nella fascia di ozono) e per lo studio dei cambiamenti climatici. Oggi l’M-55 Geophysica è l’unico aereo al mondo capace di volare ad una quota superiore ai 20 km con un carico scientifico fino a 2000 kg; pertanto è l’unico aereo che può consentire studi in quella regione dell’atmosfera, particolarmente delicata, costituita dalla bassa stratosfera e dall’alta troposfera.

Due i progetti scientifici che avranno inizio a Verona. EUFAR-I3 è un progetto della Commissione Europea che ha come obiettivo l’accesso alla ricerca aerea per nuovi gruppi scientifici che fino ad ora non hanno avuto questa possibilità. Due team di due diversi istituti olandesi, l’università di Groeningen e quella di Utrecht, potranno accedere per la prima volta, grazie a questo progetto, a mezzi aerei.

L’altro progetto riguarda una complessa campagna di ricerca che si svolgerà a Ouagadougou in Burkina Faso e avrà per oggetto lo studio e l’analisi multidisciplinare del monsone africano. A questo secondo progetto partecipano istituti di ricerca e università italiane, tedesche, francesi e olandesi. L’aereo decollerà lunedì 31 luglio alle 4 del mattino alla volta di Marrakesh dove farà uno scalo tecnico prima di proseguire per Ouagadougou. Sarà nuovamente a Verona il 16 agosto per smontare tutti gli strumenti scientifici e ripartirà per Zhukowsky il 19 agosto.

Per ulteriori informazioni: Dott. Leopoldo Stefanutti, direttore del consorzio Europeo Geophysica-GEIE responsabile scientifica dell’aeromobile (www.geophysica-eeig.eu).

Articolo scritto da admin il 6 Ago 2006 alle 11:15 pm.
Categorie: Industria


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus