Archivio del mar Ago 2006

ATR DAY, IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Tempo di lettura: 1 minuto

E’ online, nella pagina dedicata all’ATR DAY, il programma ufficiale della giornata (oltre alle modalità per l’iscrizione).

Categoria: Eventi e Manifestazioni

RYANAIR ANNUNCIA RISULTATI RECORD PER IL PRIMO TRIMESTRE

Tempo di lettura: 5 minuti

Ryanair, la compagnia aerea N°1 d’Europa per le tariffe basse, ha annunciato profitti record di 115.7 milioni di euro per il primo trimestre terminato il 30 Giugno 2006. Il traffico è aumentato del 25% a 10.7 milioni di passeggeri, i ricavi sono aumentati del 13%, i ricavi accessori sono aumentati del 31% e, come risultato, il totale ricavo  è aumentato del 40% a 566.6 milioni di euro. I costi operativi escluso il carburante sono diminuiti del 2%(includendo il carburante sono aumentati al 6%) poiché i costi del carburante sono aumentati del 52% a 167.5 milioni. L’incremento in redditività ha aumentato il saldo di cassa che è salito di 212.4 milioni di euro a 2.18 miliardi di euro. Come risultato, il margine di profitto dopo le tasse per il primo trimestre è aumentato di 4 punti a 20% e il profitto netto ha avuto un aumento record dell’ 80% a 115.7 milioni di euro.
Nell’annunciare questi risultati, Michael O’Leary, Amministratore Delegato Ryanair, ha detto: “Questi profitti eccezionali per il primo trimestre – che erano già evidenti al momento dei nostri risultati annuali a Giugno – rispecchiano un forte rendimento malgrado il sostanziale aumento del prezzo del carburante. Noi vorremmo comunque cautela, fondata sulle prenotazioni anticipate, e non ci aspettiamo che questi eccezionali rendimenti si mantengano a simili livelli nel secondo trimestre o addirittura nella seconda metà dell’anno fiscale. Le cause sottostanti a questo considerevole rendimento del primo trimestre sono state principalmente la presenza della Pasqua nel trimestre (e la sua assenza nel precedente anno confrontabile), molte più destinazioni “al sole-, l’impatto della soprattassa sul carburante dei concorrenti che continua a guidare il traffico verso Ryanair, l’impatto iniziale della nostra iniziativa di addebito bagaglio, e il lancio anticipato delle nostre nuove basi e rotte, avvenuto nel quarto trimestre dello scorso anno.

Noi siamo soddisfatti che i ricavi accessori siano aumentati del 31% da una base già importante, in quanto la crescita delle vendite accessorie continua a superare quella dei voli di linea. Poiché incentiviamo un ulteriore aumento di traffico con le tariffe più basse, i passeggeri sono più disposti a spendere un po’ dei loro risparmi in prodotti e servizi addizionali come noleggio auto, hotel e assicurazione di viaggio.

Le nostre nuove basi a Liverpool, East Midlands e Shannon continuano a funzionare bene, con considerevoli prenotazioni sui mesi estivi, sebbene le tariffe a Shannon continuano ad essere più basse del previsto. Noi progettiamo di annunciare due nuove basi nei prossimi mesi con data di lancio per inizio 2007, così come un’ulteriore espansione delle nostre basi esistenti.

Durante il trimestre il costo del carburante è aumentato del 52% a 167.5 milioni di euro. Escludendo il costo del carburante, i costi unitari sono diminuiti del 2% poiché continuiamo fortemente a gestire i costi in tutte le altre aree. Il prezzo del carburante continua ad essere alto e volubile. Noi abbiamo recentemente esteso la nostra copertura, così che siamo coperti al 90% fino alla fine di ottobre a 70$ al barile, e coperti al 90% per novembre e dicembre a 74$ al barile. Da allora in poi noi rimaniamo scoperti per il trimestre da gennaio a marzo 2007, ma continuiamo a monitorare in anticipo i prezzi e proveremo a sfruttare qualsiasi buona opportunità per coprire il nostro eccezionale fabbisogno per l’anno fiscale.

Durante il trimestre abbiamo esercitato opzioni per la consegna di dieci ulteriori aereomobili di serie Boeing 737-800 nel 2008. L’aggiunta di questi nuovi aerei ci permetterà di continuare ad abbassare i nostri costi per aereo e operativi. La penetrazione del check-in basato sul web continua a migliorare, con alcuni voli che hanno raggiunto il 50% del check-in on line.  Promuoveremo fortemente il web check-in e la priorità di imbarco per i passeggeri che viaggiano con il bagaglio a mano. Intendiamo continuare a sfruttare iniziative come quella del web check-in per ridurre i nostri costi, finchè allo stesso tempo daremo ai passeggeri servizi migliori, come evitare le file al check-in e imbarchi prioritari.

Accogliamo fortemente la presa di controllo del monopolio degli aeroporti BAA da parte di Ferrovial e siamo impazienti di conoscere la loro analisi di piani e costi per la seconda pista a Stansted. Noi anticipiamo che questa analisi confermerà che una seconda pista e un secondo terminal potranno essere costruiti ad un più realistico costo di 1 miliardo di sterline, piuttosto che i 4 miliardi di sterline “del Taj Mahal placcato oro- proposto dal monopolio dell’aeroporto BAA. Il controllo di Ferrovial ha messo in luce che la BAA era in grado di finanziare un miliardo di rendita ai propri azionisti solo tre mesi dopo aver detto alla CAA che “non poteva permettersi di pagare- il secondo terminal di Stansted senza raddoppiare i costi per passeggero. Questa rivelazione dovrebbe incoraggiare il Controllore a prendere un approccio molto più scettico nei confronti delle proposte di BAA e finalizzare un rapporto che risponda alle necessità degli utilizzatori piuttosto che agli artificiosi profitti del monopolio di BAA. Accogliamo anche l’indagine di OFT nell’attuale proprietà di monopolio degli aeroporti di Heathrow, Gatwick e Stansted. I monopoli non funzionano e non servono alle necessità dei consumatori. La concorrenza reale tra questi tre aeroporti porterà a costi più bassi di aeroporto e a migliori servizi per i passeggeri, e Ryanair continuerà a fare campagna per spezzare il monopolio di BAA, che ha per molti anni dato costi alti per i passeggeri e servizi pessimi negli aeroporti di Londra.

La nostra previsione per il resto di questo anno fiscale rimane cauta. Come abbiamo sottolineato al tempo dei risultati del nostro intero anno in giugno, noi ci aspettavamo risultati eccezionali per il primo trimestre, un ottimo secondo trimestre, ma crediamo che il prossimo inverno sarà caratterizzato da condizioni commerciali molto più difficoltose. Ryanair aumenterà al sua flotta di 27 aeromobili quest’inverno (a confronto dell’aumento dell’ultimo inverno di soli 15) durante il quale lanceremo molte nuove rotte e basi. Questa combinazione di espansione di capacità sostanziale per l’inverno, prezzi del carburante più alto (ora $74 per barile a confronto della nostra previsione originale di $70) e il prezzo sottocosto dei concorrenti in perdita significherà un altro difficilissimo inverno per gli affari e, se i prezzi del carburante saranno più alti di $74, noi potremmo perfino avere delle perdite durante il quarto trimestre di quest’anno. Sulla base della nostra attuale copertura di carburante e del prezzo previsto per il trimestre scoperto, prevediamo che l’aumento nel profitto netto dopo le tasse per l’anno fiscale sarà nell’ordine della nostra previsione precedente di aumento dal 5 al 10%, e che la maggior parte di questi profitti saranno stati ottenuti nel primo e secondo trimestre, con la conseguente riduzione nella redditività durante il terzo e quarto trimestre a confronto dell’anno precedente.

Noi siamo comunque in target per raggiungere il nostro obiettivo di diventare la più grande compagnia aerea di linea internazionale del mondo per traffico passeggeri, mentre allo stesso tempo cerchiamo di aumentare la redditività e di ridurre i costi a beneficio dei nostri passeggeri, del nostro personale e dei nostri azionisti. Continuiamo a credere che questa crescita nel traffico e nei profitti verrà raggiunta grazie alla combinazione unica di Ryanair di costi bassi, tariffe basse e servizio clienti leader del settore.-

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

CENTRALWINGS INTRODUCE UN NUOVO SERVIZIO: ASSICURAZIONE DI VIAGGIO ON-LINE PER I PROPRI PASSEGGERI

Tempo di lettura: 1 minuto

Centralwings, la compagnia aerea low cost polacca del grupop LOT, è attenta alle esigenze dei viaggiatori e annuncia l’introduzione, avvenuta in questi giorni, di un nuovo servizio: la possibilità per i propri passeggeri di acquistare on-line l’assicurazione di viaggio.
Assicurazione di viaggio Centralwings: offerta speciale per il lancio del nuovo servizio Centralwings mette a disposizione dei propri passeggeri che prenotano on-line la possibilità di acquistare un pacchetto assicurativo di viaggio che copre le spese mediche, le spese di trasporto sanitario, l’assistenza  sanitaria in viaggio, nonché copertura del bagaglio e delle spese per penali di cancellazione del viaggio prima della partenza.
Centralwings, in collaborazione con la società assicurativa Elvia (parte del gruppo Mondial Assistance), offre due soluzioni assicurative: la copertura di 10 giorni, disponibile a 9 euro e la copertura di 28 giorni, a 12 euro. Per i passeggeri più piccoli (da zero a 2 anni) l’assicurazione di viaggio è gratuita.

In occasione del lancio del nuovo servizio, Centralwings offre una copertura assicurativa di 3 giorni GRATIS a tutti i passeggeri che prenotano voli on-line entro il 6 agosto. Prenotare è semplice: durante la prenotazione via internet è sufficiente seguire la dicitura ASSICURAZIONE per avere accesso all’offerta di lancio. Maggiori dettagli e prenotazioni nel sito www.centralwings.com.

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

RECORD DI PASSEGGERI NEL MESE DI LUGLIO ALL’AEROPORTO FRIULI VENEZIA GIULIA

Tempo di lettura: 2 minuti

Si è chiuso con una crescita del numero di passeggeri del 18,5% il mese di luglio appena trascorso all’Aeroporto Friuli Venezia Giulia. Nella storia dello scalo regionale non era mai stato registrato un numero di passeggeri mensile così elevato: sono stati infatti più di 75.000 coloro che sono partiti ed arrivati a Ronchi, contro i 63.000 del mese di luglio del 2005. Circa 12.000 passeggeri in più, che sono il risultato dell’incremento di frequenze su alcune rotte, dell’apertura di nuovi collegamenti e di una stagione charter mai così ricca come quest’anno.
Analizzando più nel dettaglio i dati relativi al mese appena trascorso, i voli di linea nazionale hanno movimentato 38.000 passeggeri, contro i 32.000 del 2005 e con una crescita percentuale superiore al 18%. Di rilievo anche l’aumento della clientela sui collegamenti internazionali: 20.000 passeggeri contro i 18.000 dello scorso anno, con una crescita del 17%, che è il risultato dell’ottimo andamento dei voli per Londra, Monaco e Belgrado, ma anche dei nuovi voli low cost per Tirana. Sul fronte nazionale, invece, cresce del 3% il traffico da e per Roma, del 9% da e per Milano Milano, mentre hanno volato circa 5.000 passeggeri sui nuovi collegamenti per Napoli, Olbia, Genova e Torino.

Come già anticipato, si sono registrate ottime performances anche sui collegamenti charter: circa 15.000 passeggeri, contro gli 11.000 di luglio 2005 e con una crescita, dunque, superiore al 30%. Analizzando questo particolare segmento di traffico e facendo un confronto con lo stesso periodo dello scorso anno, i migliori risultati si registrano sui voli da Copenhagen (+140%), da Toronto (+27%) e per Ibiza (+40%). Ma sono ottimi anche i risultati dei nuovi collegamenti dal Nord Europa, in particolare da Helsinki, Stoccolma e Oslo.

Migliorano anche i dati complessivi e così, da gennaio a luglio 2006, all’aeroporto di Ronchi dei Legionari sono arrivati e partiti oltre 387.000 passeggeri, contro i 363.000 dello stesso periodo del 2005 e con una crescita, quindi, superiore al 6%. I voli di linea nazionale hanno movimentato 226.000 persone, contro le 215.000 del 2005 (+5%), quelli internazionali 115.000, contro le 106.000 del 2005 (+8 %), mentre sui voli charter hanno volato 37.500 persone, contro le 27.500 del 2005 (+36%).

“Non consideriamo questi dati come un punto di arrivo – ha affermato Brandolin, Presidente della società di gestione – perché contiamo e speriamo di raggiungere altri importanti traguardi nel prossimo futuro. Questa crescita del traffico premia, in un’ottica di continuità, il lavoro del precedente Consiglio di Amministrazione, guidato da Elio De Anna e quello che sta impegnando la nostra struttura. I dati di questi primi sette mesi dell’anno, e quelli di luglio in particolare – ha continuato Brandolin – ci spronano a non allentare l’impegno e a lavorare in sinergia con gli obbiettivi del turismo regionale e dei comparti produttivi del territorio. Vorrei concludere sottolineando che, nonostante l’incremento sensibile del traffico, la qualità dei servizi è sempre stata di alto livello e di questo devo dare merito alla professionalità ed all’impegno del personale di scalo.-

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

BOLZANO: ALLUNGA PISTA; COMUNE E COMITATO RESIDENTI PROTESTANO

Tempo di lettura: 1 minuto

Sindaco e vicesindaco di Laives (BZ) entro il cui territorio sorge l’aeroporto di Bolzano sono sul piede di guerra con la società di gestione dello scalo F.Baracca. Motivo del contendere il progetto di allungamento della pista di 400m. verso sud richiesto dalla società di gestione per consentire l’operatività ad aerei da 100-120 passeggeri.

Attualmente il terreno potenzialmente interessato è verde agricolo “meleti pregiati- e costituisce una barriera divisoria tra la testata sud attuale e la parte nord di paese che proprio si è espansa in direzione dell’aeroporto con nuove costruzioni tra le quali alcuni condomini.
Sviluppo edilizio concesso in barba alla logica del buon senso, della programmazione, pur essendo tuttavia,in regola conle disposizioni di urbanistica vigenti. Proprio gli abitanti di questi ultimi si sono costituiti in comitato lamentando “il disturbo arrecato dal traffico costituito da alcuni voli Air Alps traino alianti elicotteri di esercito, c.c, e GdF.
Il progetto non è nuovo, anzi tutt’altro se ne parla da anni con alterne vicende: ma proprio il comune ente delegato alle concessioni edilizie dov’era quando le ha rilasciate ?
Oggi lo scalo produce un passivo di 2.000.000 di euro all’anno, (ripianati in parte dalla Provincia) mentre assicurano che l’incremento del traffico porterebbe al pareggio in 3 anni; queste le aspettative del neo Presidente Thomas Baumgartner che ora domani incontrerà il sindaco e una rappresentanza dei cittadini.
Il Presidente della P.A.B. , Dunwalder assicura cittadini e amministratori che quando il progetto definitivo sarà completato ne discuteranno insieme, la decisione dovrà essere condivisa e non imposta.

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

ALITALIA NESSUNA NUOVA ROTTA FINO AL 2008

Tempo di lettura: 1 minuto

-I sindacati lanciano l’allarme in un documento a Padoa Schioppa– 
L’Alitalia corre il rischio di rimanere bloccata sull’attuale rete di collegamenti aerei sino all’inverno del 2008 se alla prossima conferenza internazionale sugli slot della Iata, a fine settembre, non si presenterà con le idee chiare sulla strategia che intende perseguire nei prossimi due anni.
E’ l’ennesimo allarme lanciato dai sindacati Cgil, Cisl, Uil, Ugl, con l’Unione Piloti, che sarà posto all’attenzione del ministro dell’Economia, Tommaso Padoa Schioppa, azionista di riferimento di Alitalia.
“L’attuale situazione di emergenza impone decisioni rapide” anche perché “non vi sono ad oggi elementi tali da far prefigurare una inversione di tendenza” rilevano i sindacati.
“Se si vuole ridisegnare prodotto e network per il 2007-2008 – scrivono ancora – occorre assumere decisioni entro una manciata di settimane”.
Ma i sindacati lanciano anche un ‘allarme flotta’ e un altro sulla ‘cancellazione voli’ sottolineando che l’Alitalia ha venduto tutti gli aerei turboelica ATR e una decina di MD80 a cui si aggiunge una indisponibilità di aeromobili di medio raggio con una costante performance negativa.
Ogni giorno, poi, ci sono aerei che restano a terra anche per problemi di manutenzione e di equipaggi insufficienti, per cui provocano cancellazione di voli.
Per questo i sindacati ribadiscono “l’urgenza di una profonda revisione del piano industriale che rilanci, in particolare, l’attività internazionale-intercontinentale presidiando il mercato domestico e di medio raggio insieme alle altre compagnie nazionali senza la spocchia e l’arroganza del nobile decaduto”. 

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

ADR: LA SPAGNOLA FCC ACQUISISCE LA GESTIONE BAGAGLI

Tempo di lettura: 1 minuto

La società spagnola di costruzioni Fcc, tramite la controllata Flightcare, ha acquisito per 72,5 milioni di euro Adrh, la società di gestione bagagli degli aeroporti di Roma Fiumicino e Roma Ciampino del gruppo Adr.
La chiusura dell’operazione è prevista per la fine dell’anno dopo il via libera delle autorità, mentre i dettagli dell’operazione saranno presto illustrati da Adr e Fcc ai sindacati.
“L’operazione – spiega una nota – metterà la società in una posizione molto vantaggiosa per estendere le proprie attività nel resto d’Italia”.
Flightcare opera già in quindici aeroporti europei, tra cui quelli di Barcellona, Valencia, Madrid e Bruxelles.
Con l’acquisizione di Adrh inoltre il gruppo Fcc prosegue nella sua strategia di crescita e diversificazione all’estero che ha visto l’acquisizione della britannica Wrg e dell’energetica austriaca Alpine

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

CUCINA TICINESE A BORDO DEGLI AEREI SWISS

Tempo di lettura: 1 minuto

ZURIGO – fino alla fine di agosto in business class, su numerosi voli Swiss tra la Svizzera e le più importanti città europee, nonché sui voli a lungo raggio diretti o provenienti dalla Svizzera, sarà possibile apprezzare gli eccellenti menu “Taste of Switzerland
L’iniziativa, è stata premiata con il Mercury Award, si propone infatti di portare un po’ della migliore tradizione gastronomica svizzera a bordo degli aerei SWISS.
A bordo sono di scena i piatti tipici del Canton Ticino; preparati con sapienza da Rolf Krapf, famoso chef dell’hotel a cinque stelle Eden Roc di Ascona.
I menu presentati hanno il sapore della leggerezza mediterranea e tutta la creatività e l’estro della genialità di Rolf Krapf.
Così, pur volando in Europa o oltreoceano, sarà possibile portarsi appresso un angolo di Ticino.

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori