ALITALIA NESSUNA NUOVA ROTTA FINO AL 2008

-I sindacati lanciano l’allarme in un documento a Padoa Schioppa
L’Alitalia corre il rischio di rimanere bloccata sull’attuale rete di collegamenti aerei sino all’inverno del 2008 se alla prossima conferenza internazionale sugli slot della Iata, a fine settembre, non si presenterà con le idee chiare sulla strategia che intende perseguire nei prossimi due anni.
E’ l’ennesimo allarme lanciato dai sindacati Cgil, Cisl, Uil, Ugl, con l’Unione Piloti, che sarà posto all’attenzione del ministro dell’Economia, Tommaso Padoa Schioppa, azionista di riferimento di Alitalia.
“L’attuale situazione di emergenza impone decisioni rapide” anche perché “non vi sono ad oggi elementi tali da far prefigurare una inversione di tendenza” rilevano i sindacati.
“Se si vuole ridisegnare prodotto e network per il 2007-2008 - scrivono ancora - occorre assumere decisioni entro una manciata di settimane”.
Ma i sindacati lanciano anche un ‘allarme flotta’ e un altro sulla ‘cancellazione voli’ sottolineando che l’Alitalia ha venduto tutti gli aerei turboelica ATR e una decina di MD80 a cui si aggiunge una indisponibilità di aeromobili di medio raggio con una costante performance negativa.
Ogni giorno, poi, ci sono aerei che restano a terra anche per problemi di manutenzione e di equipaggi insufficienti, per cui provocano cancellazione di voli.
Per questo i sindacati ribadiscono “l’urgenza di una profonda revisione del piano industriale che rilanci, in particolare, l’attività internazionale-intercontinentale presidiando il mercato domestico e di medio raggio insieme alle altre compagnie nazionali senza la spocchia e l’arroganza del nobile decaduto”. 

Articolo scritto da admin il 8 Ago 2006 alle 6:07 am.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus