AEROPORTO ANCONA: PROBLEMI DI SICUREZZA SCALO

Possibili pericoli per la mancata sovrintendenza ai lavori di rifacimento della pista.
Lunedì 4 settembre è stato licenziato il direttore operativodell’aeroporto di Ancona, Luca Faccenda, il quale assumeva anche lecariche di accountable manager e post holder, con mansioni di gestionee monitoraggio delle attività e delle operazioni connesse con il volo,nonché di sovrintendenza agli eventuali lavori, secondo la circolareAPT-16 dell’Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile). Sempre inbase a tale circolare, lo scalo avrebbe dovuto garantire la continuitàdella figura del responsabile della certificazione nei confrontidell’Ente, ma la società di gestione Aerdorica, nella figura del suo a Federico Wendler, non ha ancora convocato il cda per nominare talefigura vacante, facendo rischiare la certificazione e pregiudicando laconcessione allo scalo stesso. ha intervistato i vertici Enac,e il presidente Vito Riggio si è dichiarato molto preoccupato dellasituazione, la cui gravità è amplificata dal fatto che l’aeroporto”Raffaello Sanzio” sta affrontando in questo momento i lavori piùimportanti previsti dalla certificazione -il rifacimento di una partedella pista- mentre la struttura rimane aperta al traffico: unacondizione eccezionale (a quanto pare l’unico caso in Italia),approvata dall’Enac grazie all’abilità professionale dell’ex-direttoreoperativo appena licenziato. Enac si è espressa con un possibilerichiamo (sanzione) e un’eventuale recessione della concessione algestore, e ha annunciato un’ispezione da eseguirsi la settimanaprossima da parte di un team di certificazione, per la verifica dellecapacità tecniche e operative degli eventuali candidati a sostituireLuca Faccenda, i cui nomi, però, Aerdorica non ha ancora espresso.
Come è possibile che un amministratore delegato violi le regole dellacontinuità previste dalla certificazione Enac, mettendo a rischio ilfuturo dell’aeroporto che gestisce? Su “Il Resto del Carlino” di oggisi legge che il presidente di Aerdorica Mario Conti ha dichiarato “Chela figura di direttore operativo non sarebbe previstanell’organizzazione del personale approvata dalla società”. Forse Continon conosce le circolari prescritte dall’Enac, a cui ciascun aeroportodeve adeguarsi? O forse non sa che, tra le mansioni di Luca Faccenda,c’era anche quella di post holder, con il compito di vigilare i lavoriin corso? Non esistendo più tale sovrintendenza, si pongono ora graviproblemi di sicurezza. Considerati gli stipendi percepiti dai verticisocietari, non sarebbe il caso che questi si informassero e leggesserobene le circolari e gli obblighi che queste impongono? A tal proposito,il consigliere regionale Giacomo Bugaro ha presentato un’interrogazionesugli incarichi conferiti all’ad Wendler e sul suo contratto di lavoro
L’assessore regionale alla viabilità (conderoga per i porti e gli aeroporti) Loredana Pistelli ha dichiarato dinon essere al corrente degli eventi riguardanti il licenziamento diFaccenda, e quindi non si è sentita di rispondere alla domanda circagli eventuali provvediamenti della Regione in seguito alla possibilepresa di posizione da parte dell’Enac nei confronti di Aerdorica (Wapa)

Articolo scritto da admin il 8 Set 2006 alle 5:54 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus