Archivio del sab Ott 2006

AIR FRANCE E KLM: NUOVI VOLI DIRETTI DA ROMA

Tempo di lettura: 1 minuto

Air France e KLM aumentano le offerte di voli per la stagione invernale 2006-2007.
La crescita riguarda essenzialmente le linee per America Latina,+9,5% e Asia, +6,1.% Crescita del 2,1 per cento in Africa eMedi o Oriente. Quella delle linee America del Nord è stabile rispettoal 2005-2006 Nel dettaglio, l’offertadi Air France sul lungo raggio cresce di più verso il Medio Oriente(+13,8% di posti/chilometro offerti), con un incremento di frequenzeper Djeddah, Riyad, Amman e Damasco. In America Latina crescitacomplessiva dell’11,9%: le frequenze aumentano su San Paolo delBrasile, Messico, Cile e Argentina. In Asia (+5,6%), Air France eDelta, partner di SkyTeam, coordinano la loro offerta verso l’India. Inparticolare, le capacità aumentano sulla linea Parigi-Mumbai (Bombay),effettuata con un Boeing 777-300 durante la stagione di punta, dadicembre a febbraio, e sulla linea per Bangalore, con un collegamentoquotidiano.
Sul medio raggio, sievidenziano due nuove destinazione in Italia, entrambe in partenza daRoma Fiumicino: Tolosa, con un volo diretto quotidiano e Bordeaux, convoli operativi il sabato e la domenica. Nell’Europa dell’Estquest’estate si sono aggiunte 3 nuove destinazioni: Katowice inPolonia, Leipzig in Germania, Erevan in Armenia e con l’aggiunta difrequenze per Zagreb.

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

ESTONIAN AIR: TRASLOCO DA ORIO A MALPENSA

Tempo di lettura: 1 minuto

Dalla fine del mese di ottobre Estonian Air trasferirà i voli per Tallinn da Orio al Serio a Milano Malpensa e aggiungerà un terzo volo settimanale per la capitale estone. La tariffa di lancio è di 118 euro. (Infoair)

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

NORTHWEST ORDINA BOMBARDIER ED EMBRAER

Tempo di lettura: 1 minuto

Manca ancora l’autorizzazione del tribunale fallimentare.
La compagnia aerea statunitense Northwest Airlines ha firmato un ordine con la canadese Bombardier per l’acquisto di 72 aeromobili. L’ordine fa parte di una azione più vasta di rinnovamento della flotta nella quale sono compresi anche l’acquisto di diversi Canadair 900 e di Embraer 175. Il vettore americano ha inoltre annunciato di avere firmato delle opzioni sia per ulteriori Bombardier che per altri Embraer da 76 posti. Il valore complessivo dell’ordine non è stato reso noto, e l’operazione deve inoltre ancora ricevere la definitiva approvazione da parte del tribunale fallimentare di New York.

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

INCIDENTE DI LINATE, CERIMONIA IN RICORDO VITTIME

Tempo di lettura: 1 minuto

Domenica 8 ottobre al Duomo di Milano.
Si svolgerà domenica mattina al Duomo di Milano una cerimonia per commemorare il quinto anniversario dell’incidente aereo di Linate, nel quale persero la vita 118 persone l’8 ottobre 2001. La cerimonia – organizzata dal Comune di Milano, da Sea Aeroporti e dal Comitato 8 ottobre 2001 – per non dimenticare – consisterà in una celebrazione eucaristica ad opera dell’arciprete del Duomo Luigi Magnanini. E’ inoltre previsto un indirizzo di saluto di Carlo Maria Martini, arcivescovo emerito di Milano.

Categoria: Eventi e Manifestazioni

SABATO 21 OTTOBRE, RADUNO DI MD80.IT ALL’AEROCLUB DI PADOVA

Tempo di lettura: 1 minuto

Sabato 21 Ottobre 2006 si svolgerà presso l’Aeroclub di Padova il raduno di MD80.it. Durante il raduno, occasione di incontro per i partecipanti al forum, sarà anche possibile volare con: Aereo a motore – Aliante – Elicottero – Mongolfiera.
Sarà inolte possibile visitare la torre di Padova (servizio AFIS), e partecipare ad un incontro con il SUEM-118 (Servizio di Urgenza ed Emergenza Medica) che opera dall’aeroporto con un elicottero. Il comandante ed un medico ci illustreranno il mezzo ed i dispositivi medici, raccontandoci il loro lavoro. Di seguito il programma della giornata e le informazioni su come partecipare…
Il programma della giornata è il seguente:
– 10:00-11:00 ritrovo
– 10:30-11:00 inizio voli
– 12:30 pausa panino
– 14:00 incontro con il SUEM
– 16:00 inizio voli vincolati mongolfiera, a seguire voli liberi mongolfiera

Il programma potrebbe variare in base alle iscrizioni. I costi a persona per effettuare i voli sono i seguenti:

– Aeromobile Cessna 172, 3 persone + pilota, 20 euro per 20minuti. Se il gruppo lo desidera, è possibile effettuare un volo sullaLaguna e sul Lido di Venezia di circa 40 minuti al costo di 40 euro.
– Aliante Grob Twin Astir, 1 persona + pilota, 40 euro per un volo con sgancio a 500 metri di quota della durata di circa 15 minuti
– Elicottero Robinson 22, 1 persona + pilota, 55 euro per 10 minuti
– Mongolfiera, volo vincolato, 10 euro, volo libero 80 europer 40 minuti, 3 persone + pilota. Per la mongolfiera è richiesto unnumero minimo di 20 persone per i voli vincolati e 6 per i voli liberi

Ulteriori informazioni su come aderire all’evento a questo link del nostro Forum.

Categoria: Eventi e Manifestazioni

ALITALIA, COMUNICATO STAMPA DEL PRESIDENTE DELL’ANPAV

Tempo di lettura: 2 minuti

Gli ampi stralci diffusi dalla stampa sulla memoria presentata dall’Amministratore Delegato Alitalia alla Commissione Trasporti della Camera ha sollevato perplessità e la necessità di una risposta.
Alcune considerazioni sono condivisibili, nella parte relativa alla situazione di ‘mercato jungla’ del trasporto aereo italiano, con la penetrazione diffusa di vettori low cost; l’incapacità delle autorità italiane a porre dei freni alla mancanze di regole e alla concorrenza attuata come un vero e proprio dumping sulle condizioni e il trattamento dei naviganti, anche a causa della mancanza di un contratto nazionale di categoria; la presenza di vettori che operano in un vero e proprio regime ‘contra legem; la confusione sulla situazione aeroportuale e gli assetti degli hub sono tutte problematiche che da anni andiamo denunciando ed evidenziando in tutti i contesti, sia aziendali che istituzionali. E sui quali c’è da augurarsi che di fronte alla profonda crisi di Alitalia finalmente si inizi a porre mano.
Quello che è inaccettabile è la messa alla berlina del personale navigante, e degli assistenti di volo in particolare, accusati di assenteismo e di bassa produttività. E’ il caso di ricordare che la drasticità dell’intervento fatto appena due anni fa sia sul costo del lavoro che sulla normativa contrattuale del personale ha addirittura meravigliato, per la sua radicalità, il presidente di Air France, ed è del tutto evidente e non contestabile.

Se quindi il problema di Alitalia è oggi sempre più un problema di ‘sistema’ e di mancanze di regole valide per tutti, di assetto organizzativo e di requisiti di base per poter essere messi in condizione di far fruttare l’imponente contributo di produttività e di riduzione dei costi concesso dal personale di volo, perché continuare a vessare e diffondere la falsa convinzione che bisogna ancora e più drasticamente intervenire proprio su coloro che più hanno contribuito alla riduzione dei costi all’interno del Gruppo?

Se i sacrifici offerti all’azienda dal personale di cabina non sono stati opportunamente valorizzati ed applicati non è certo colpa dei lavoratori, e non accetteremo una logica che vede nel personale di volo il capro espiatorio di inefficienze, negligenze, sia aziendali che istituzionali, che vanno affrontate e risolte in altri contesti e confronti.

Crediamo che il tavolo istituzionale aperto a Palazzo Chigi sulla crisi Alitalia debba fare chiarezza sul fatto che oggi, allo stato attuale, anche lavorare gratis e per 24 ore al giorno non servirebbe a risolvere problemi che sono strutturali e di sistema nel suo complesso. Razionalizzare e riorganizzare è un conto, mortificare e vessare è inaccettabile e pericoloso.

Categoria: Enti e Istituzioni

AIRBUS CONFERMA UN ULTERIORE RITARDO PER L´A380 E LANCIA IL PIANO DI RISTRUTTURAZIONE DELLA COMPAGNIA

Tempo di lettura: 2 minuti

Airbus ha informato i suoi clienti dell’ulteriore ritardo che subiranno le consegne dell’A380. Secondo il nuovo piano il primo l’A380 sarà consegnato nell´ottobre 2007, mentre i successivi 30 aeromobili saranno consegnati nel 2008 per poi proseguire nel 2009 con la consegna di altri 25 aeromobili. L´incremento del ritmo produttivo toccherà l´apice nel 2010, quando verranno consegnati ulteriori 45 aeromobili.
Airbus, che sottolinea essere pienamente coscente dell´impatto che tutto ciò comporta sui piani di sviluppo delle compagnie aeree, è in stretto contatto con i propri clienti e pone il massimo sforzo per trovare soluzioni e mezzi adeguati al fine di attenuare gli eventuali inconvenienti che questo ritardo potrebbe comportare.
In giugno si è sottostimata la quantità di lavoro necessaria per portare a termine l´installazione degli equipaggiamenti elettrici nella sezione anteriore e posteriore della fusoliera. Oltre alla complessità dell´installazione dei cavi, la causa principale del problema è stato il prototipo 3D Digital per l´installazione degli equipaggiamenti elettrici, che tardivamente implementato ha trovato i tecnici ancora in una fase di apprendimento.

Sotto la guida di Christian Streiff, nuovo CEO e Presidente Airbus, sono stati presi importanti provvedimenti, che, oltre ai cambiamenti di gestione, riguardano l´implementazione degli strumenti, così come la creazione di team multinazionali dai quali trarre le migliori competenze possibili. La formazione professionale è stata inoltre riorganizzata in modo da migliorare l´utilizzo degli strumenti da parte dei tecnici. Con le attrezzature, il personale, la formazione, la supervisione e la gestione adeguate, il problema è ora in via di risoluzione, sebbene ci vorrà del tempo prima che questi provvedimenti portino a dei risultati.

Al fine di riguadagnare competitività e contrastare l´impatto finanziario causato dal ritardo nelle consegne e la debolezza del dollaro, Airbus ha deciso di lanciare un programma denominato Power8. L´obiettivo è ridurre i costi, risparmiare risorse e sviluppare in modo veloce nuovi prodotti. La durata del ciclo di sviluppo sarà ridotta a due anni, mentre la produttività totale aumenterà del 20%. Il programma mira a un risparmio sui costi di almeno 2 miliardi di euro all´anno a partire dal 2010 e risparmi per circa 5 miliardi di euro.

Quest´anno Airbus consegnerà circa 430 aeromobili e avrà un piano di consegne ancora più numeroso per l´anno prossimo. Airbus ha attualmente ordini fissi per circa 2.100 aeromobili, impegnando la linea produttiva per i prossimi quattro anni e mezzo. Le misure qui sopra riportate dovrebbero permettere ad Airbus di soddisfare ancor meglio le esigenze dei suoi clienti e diventare sempre più competitiva.

Categoria: Industria