Archivio del dom Ott 2006

A-380: PROBABILE PENALE A FAVORE DI COMPANIE PER RITARDO CONSEGNE

Tempo di lettura: 1 minuto

– China Southern Airlines potrebbe ricevere un indennizzo pari a 250 milioni di dollari. I ritardi fanno slittare la prima consegna ad ottobre 2007.
Airbus potrebbe dover compensare con 250 milioni di dollari la ChinaSouthern Airlines per il ritardo della consegna degli aerei A-380.Secondo fonti giornalistiche si tratterebbe del più grande compensoricevuto da un cliente dal consorzio europeo Airbus. Su Liang, responsabile della China Southern Airlines non ha confermatola cifra, spiegando che l’indennizzo è un segreto commerciale contenutonel contratto di vendita.
Airbus ha reso noto martedì scorso ai suoi clienti che la consegnadel primo A-380 slitterà ad ottobre 2007, mentre tra il 2008 e 2009 neverranno effettuate rispettivamente 13 e 25. Il calendario annunciatopresuppone che la China Southern Airlines, il cui obiettivo èincrementare il traffico aereo in vista dei giochi olimpici del 2008,non riceverà i cinque A-380 contrattati per essere consegnati entro il2009.
La compagnia australiana Qantas Airways, ugualmente toccata dal ritardodi Airbus, ha accettato il compenso di 77 milioni di dollari, mentreSingapore Airlines sta negoziando un indennizzo pari a 189 milioni didollari. (Fonte: Wapa)

Categoria: Industria

INCIDENTE PIACENZA C-130 ALGERINO

Tempo di lettura: 1 minuto

-A causa della vetustà del modello non è possibile esaminarla in Italia, la scatola nera del c-130 parte per Washington-
La scatola nera del C-130 Hercules algerino precipitato vicino a Piacenza lo scorso 13 agosto, verrà spedita negli Stati Uniti per essere decodificata.
L’operazione si rende necessaria in quanto il modello è abbastanza vecchio e perciò non può essere analizzato dalle apparecchiature presenti in Italia e in Inghilterra.
Soltanto alcuni frammenti dell’aereo C-130 saranno analizzati nella base dell’Aeronautica italiana di Pratica di Mare (Roma), mentre una nuova perizia verrà eseguita anche sui nastri che hanno registrato le conversazioni dei piloti.
La scatola nera dovrebbe partire alla volta di Washington in questi giorni, dove verrà esaminata da un centro specializzato. (wapa)

Categoria: Incidenti/Inconvenienti

TRASPOSIZIONE TEATRALE DEL DRAMMA DI LINATE

Tempo di lettura: 1 minuto

La rappresentazione sarà finanziata dai comuni del comasco
Il disastro di Linate diventerà una rappresentazione teatrale.Infatti il Comune di Como e quello di Lodi, hanno stanziato dei fondiper finanziare la messa in atto del dramma teatrale sulla tragedia chel’8 ottobre 2001 vide morire 118 persone. Tra le vittime vi erano anche4 persone originarie del comasco, e da qui l’idea di mettere in scenail terribile incidente, che verrà rappresentato dalla compagnia”Bottega dei mestieri teatrali”. L’intero costo della rappresentazionesarà di 18 mila Euro, e a questa contribuiranno anche altri Comunidella provincia, che sono stati invitati a dare il loro apporto dalComune di Como.(Wapa)

Categoria: Incidenti/Inconvenienti

DELTA: RIPRESI I VOLI SU COREA DEL SUD

Tempo di lettura: 1 minuto

Il vettore statunitense riprenderà la prossima estate i collegamenti settimanali verso il Paese asiatico.
Dal prossimo giugno 2007 la Delta Airlines riprenderà a volare sulla Corea del Sud, dopo sette anni dalla sospensione dei collegamenti verso il Paese asiatico. In una conferenza-stampa il portavoce del vettore ha annunciato che la Delta assicurerà 4 volte a settimana il collegamento tra Atlanta e Incheon, tramite un aereo Boeing 777/200ER. E dal momento che la Korean Air è partner del vettore statunitense nella Sky Team Airline Alliance, il collegamento tra Corea e Stati Uniti sarà operato anche dal vettore coreano, che decollerà nel mattino, mentre i velivoli Delta partiranno nel pomeriggio. (Avionews)

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

UE: BOCIATO IL PIANO SVILUPPO SEAP

Tempo di lettura: 1 minuto

Sciolte le riserve su Ryanair.
Il piano della Seap (Aeroporti di Puglia SpA) per lo sviluppo di nuove rotte verso destinazioni europee, approvato dalla Regione Puglia e dal Governo, è stato bocciato dalla commissione Trasporti dell’Unione europea, per cui dovrà essere corretto e ripresentato. Il piano prevede un aumento del traffico aereo da 1,7 milioni a 3,5 milioni di passeggeri l’anno, a fronte di un investimento di circa 16 milioni di Euro l’anno per i prossimi cinque anni. D’altro canto, l’Ue ha invece sciolto le riserve circa un presunto aiuto della Seap alla compagnia low-cost Ryanair, definendo il comportamento della società che gestisce gli aeroporti pugliesi “Non in conflitto con le normative comunitarie”. (Avionews)

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

IL MINISTRO RUTELLI VEDE POSSIBILE IL RILANCIO ALITALIA

Tempo di lettura: 2 minuti

Il vice premier Francesco Rutelli durante una intervista concessa al quotidiano Repubblica ha affermato che per la compagnia di bandiera Alitalia servono alleanze asiatiche, e assicura che la società sarà privatizzata. Il vice premier ha proseguito “Gli alleati vanno cercati nel Golfo, in Asia, in India, in Cina, in Thailandia. Gli altri, i francesi o i tedeschi, potrebbero essere meno generosi.
Meglio l’Asia, hanno soldi e aerei, gli mancano rotte e scali”, Da tempo si discute di una possibile fusione di Alitalia con Air France, anche se la compagnia francese ha chiarito che un’eventuale operazione sarà possibile solo dopo il risanamento del vettore italiano.
Ieri, il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi ha affermato che l’ipotesi di alleanza coi francesi é “interessante”, ma che non può essere una svendita o un’annessione, e ha citato la possibilità di alleanze “sui mercati orientali”.
Rutelli ha detto anche che gli imprenditori e le aziende interessate a comprare Alitalia sarebbero numerose: “C’è la fila, se solo si torna a un progetto industriale serio”.
Alla domanda se non sarebbe meglio far fallire Alitalia, Rutelli risponde nell’intervista che è “meglio salvarla su basi radicalmente nuove.
Con un nuovo piano industriale che tenga conto dei numerosi errori del passato, con una nuova filosofia, allergica alla logica “più si vola, più si perde- enunciata dall’A.d. Cimoli“.
Il vice premier e ministro della Cultura ha detto anche “l’Alitalia sarà privata, non pubblica”, e ha sottolineato che i conti della società aerea sono andati “a rotoli anche con Malpensa“, lo scalo lombardo divenuto principale hub aereo italiano.
Ieri il ministro Bianchi ha detto che il management attuale di Alitalia resterà al suo posto solo se condividerà il piano di salvataggio studiaito dal governo: “Noi vogliamo lavorare a un piano di cui abbiamo indicato le linee guida che non può non essere diverso da quello che finora ha proposto il presidente Alitalia”. (Fonte Reuters)

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

ALITALIA: COMUNICATO AI SENSI DELL’ART. 114, COMMA 5, DEL D.LGS. N. 58/1998

Tempo di lettura: 3 minuti

In ottemperanza ad una richiesta della CONSOB ai sensi dell’art. 114, comma 5, del D.Lgs. N. 58/98, si comunica quanto segue. In relazione alle notizie ed ai commenti in merito alla Compagnia diffusi nella giornata del 10 ottobre u.s. ed apparsi sulla stampa, Alitalia precisa quanto segue…
La struttura finanziaria della società, così come mensilmente descritta in un apposito comunicato, era caratterizzata, al 31 agosto scorso, da:
• un livello di liquidità disponibile (cassa e crediti finanziari a breve termine) pari a 823 milioni di euro;
• un indebitamento finanziario complessivo pari a 1,8 miliardi di euro (di cui oltre il 90% a lungo termine);
• una posizione finanziaria netta pari 932 milioni di euro.

Il rapporto tra indebitamento finanziario netto e mezzi propri era (al 30 giugno 2006) pari a circa 0,6 (circa 60 centesimi di debito per ogni euro di mezzi propri).

Si tratta di una struttura finanziaria solida ed equilibrata, in grado di sostenere pienamente e adeguatamente la continuità aziendale. Frutto, tra l’altro, di un aumento di capitale di circa un miliardo di euro, realizzato nel dicembre 2005, che ha avuto pieno successo sul mercato e che ha visto la riduzione della quota posseduta dal Ministero dell’Economia e delle Finanze al di sotto del 50% e l’ingresso, anche con quote rilevanti, di investitori istituzionali internazionali.

Alla luce di queste considerazioni, i commenti, apparsi sui mezzi di informazione, relativi a rischi di insolvenza finanziaria nei primi mesi del 2007 nonché le voci in merito alla necessità di una sua ricapitalizzazione sono ingiustificati.

Da un punto di vista industriale, la Compagnia ha avviato negli ultimi due anni, nel pieno controllo delle leve operative, un percorso di risanamento e sviluppo, che ha generato risultati positivi:
• sia dal punto di vista della riduzione della totalità costi unitari ad esclusione del carburante (-10% nel 2005 rispetto al 2004, ulteriore riduzione prevista nel 2006);
• sia dal punto di vista dei ricavi e del traffico (crescita dei ricavi da traffico pari a circa 500 milioni di euro nel 2005 rispetto al 2004 e a circa 50 milioni di euro nel primo semestre del 2006 rispetto al primo semestre 2005; crescita dei passeggeri dell’ 11,3% nel 2005 rispetto al 2004 e del 3,1% nel primo semestre 2006 rispetto al primo semestre 2005).

Si ricorda che il risultato netto della Compagnia nel 2005 è migliorato di quasi 700 milioni di euro rispetto al 2004.

Come già in precedenza comunicato, si sottolinea per il 2006 che benché le performance dell’anno rappresentino una conferma ed un avanzamento verso gli obiettivi di Piano, esse riflettono anche un ritardo nel conseguimento di alcuni risultati. La crescita inattesa del prezzo del carburante, gli scioperi e le minacce di scioperi che hanno interessato la Compagnia nel corso del 2006, la forte crescita dell’attività dei vettori low cost sul mercato italiano, unitamente al ritardo nell’implementazione di alcune misure di
ristrutturazione previste nel Piano sono tra le cause di una performance inferiore alle attese.

In tale contesto, così come preannunciato lo scorso 30 agosto in un comunicato, la Compagnia ha identificato ulteriori misure di implementazione del suo Piano Industriale, che, nello scenario all’epoca prospettato, consentirebbero alla Società, se attuate tempestivamente, di proseguire il percorso di risanamento intrapreso nel 2004 raggiungendo i risultati di medio-lungo termine previsti

In relazione a quanto deliberato in occasione del prossimo Consiglio di Amministrazione del 19 ottobre p.v., la Compagnia comunicherà ulteriori elementi informativi, sempre richiesti dalla CONSOB, ai sensi della normativa citata, incluse indicazioni preliminari aggiornate inerenti l’andamento economico della società nelle sue principali variabili.

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

VOLI DI LINEA DIRETTI DA OLBIA A ZURIGO PER TUTTO L’ANNO

Tempo di lettura: 1 minuto

Helvetic Airways offre a tutti i residenti, ai nati in Sardegna e agli emigrati, l’opportunità di raggiungere tutto l’anno Zurigo con tariffe speciali a loro dedicate, 29 Euro a tratta, tasse e oneri aeroportuali esclusi. I biglietti a tariffa speciale possono essere acquistati presso la biglietteria dell’aeroporto Olbia Costa Smeralda. In inverno, Helvetic Airways collega Olbia a Zurigo due volte alla settimana il martedì e il venerdì. Il volo del martedì verrà effettuato da metà Dicembre a metà Gennaio e a partire da Marzo.

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

CONTINENTAL E’ LEADER NEL SERVIZIO DI BUSINESS CLASS INTERNAZIONALE

Tempo di lettura: 2 minuti

Per il nono anno consecutivo, Continental Airlines ha superato tutti i concorrenti statunitensi nel servizio di Business Class sui voli internazionali. È quanto emerso dal sondaggio annuale condotto tra i lettori di Condé Nast Traveler e pubblicato nel numero di ottobre della rivista. Le classifiche complessive sono state stilate sulla base di vari criteri, tra cui Comodità delle Poltrone/Spazio per le Gambe, Cucina, Servizio a Bordo, Strutture di Bordo/Tecnologia, Lounge in Aeroporto e Privilegi per i Frequent Flyer.
Nelle classifiche di Condé Nast Traveler, il rinomato servizio BusinessFirst di Continental Airlines ha sempre superato, dal 1998 ad oggi, i servizi di premium class offerti dai maggiori vettori statunitensi sui voli internazionali. Inoltre, BusinessFirst ha vinto il premio come “Migliore Executive/Business Class- agli “OAG Airline of the Year Awards- nel 2005, nel 2004 e nel 2003, in base ai voti di frequent flyer di tutto il mondo.
Nell’edizione 2006 delle classifiche di Condé Nast Traveler, Continental Airlines si è nuovamente piazzata in prima posizione, rispetto ai vettori concorrenti, anche per il servizio di premium class sui voli domestici. Inoltre, i lettori hanno giudicato la comodità e la reciproca distanza delle poltrone di Continental Airlines, le sue lounge ed i privilegi offerti dalla compagnia ai suoi frequent flyer i migliori nell’ambito di quelli messi a disposizione dai principali vettori degli Stati Uniti. Le classifiche di Condé Nast Traveler sono state compilate sulla base dei giudizi di oltre 2.000 assidui viaggiatori d’affari.

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori