Lufthansa aumenta l’utile operativo raggiungendo 691 milioni di euro

In crescita le previsioni di chiusura dell’anno che stimano utili di circa 750 milioni di euro.
“Lufthansa conferma il proprio successo”, commenta Wolfgang Mayrhuber, Presidente e CEO di Lufthansa, presentando i risultati trimestrali del Gruppo. Nonostante l’alto costo del greggio, il Gruppo ha raggiunto un utile operativo 691 milioni di euro (+46.7%) nei primi nove mesi dell’anno. “Il risultato raggiunto e l’effetto positivo sul mercato confermano il nostro orientamento strategico; siamo cresciuti con profitto. Stiamo investendo nel nostro futuro anche attraverso l’assunzione di 2500 nuovi dipendenti quest’anno.” In uno scenario economico positivo, il consiglio di Amministrazione di Lufthansa ha, pertanto, migliorato le previsioni per l’intero anno stimando un utile operativo di circa 750 milioni di euro.
Mayrhuber ha sottolineato che tutte le divisioni hanno contribuito al successo. “Tutte le divisioni hanno operato con successo grazie al rafforzamento della loro base clienti e al lancio di nuovi prodotti. L’orientamento sistematico verso la profittabilità e le rispettive competenze chiave sta dando risultati soddisfacenti.” Il business relativo al trasporto passeggeri ha contribuito in maniera sostanziale al miglioramento del risultato in uno scenario molto competitivo. Uno yield migliore e un’ascesa costante della domanda hanno portato a questi risultati. In particolare nella crescita dei mercati dell’Asia il Gruppo ha continuato a operare con successo preparandosi per le sfide future.” In India e in Cina Lufthansa si assicura il primo posto tra le compagnie aeree europee e stiamo continuando a investire, per esempio in nuove destinazioni”, ha spiegato Mayrhuber. Parte della strategia di crescita ha trovato conferma anche nel recente ordine di 35 nuovi aeromobili per ampliare e modernizzare la flotta.

Il CEO di Lufthansa ha voluto sottolineare come la strategia del Gruppo, che punta sul servizio e sulla qualità, stia producendo buoni risultati. “La soddisfazione dei clienti continua a crescere. Positive sono altresì le risposte nei confronti dei nostri prodotti di qualità incluse le promozioni tariffarie. Lufthansa non solo è stata innovativa, ma attenta all’elemento prezzo.

Wolfgang Mayrhuber è molto soddisfatto dell’andamento delle azioni. Nei primi nove mesi dell’anno il valore delle azioni ha registrato un incremento di oltre il 30%. “Crediamo che le nostre azioni abbiano un ulteriore potenziale di crescita e ci impegniamo a rispondere alla fiducia dei nostri clienti e azionisti consolidando il nostro impegno anche per il futuro.”

Risparmiare per investire
In linea con questo obiettivo avevamo messo a punto un piano d’azione che si prefiggeva di raggiungere un miglioramento dei risultati pari a 1.2 miliardi di euro entro fine anno. Mayrhuber ha confermato che l’obiettivo verrà raggiunto nei tempi previsti. Entro fine settembre è stato possibile realizzare un significativo contenimento dei costi pari a 1.13 miliardi di euro. Una gestione oculata delle spese sarà mantenuta e rappresenterà un obiettivo continuativo anche in futuro.

Mayrhuber ha dichiarato l’importanza dell’industria aeronautica in quanto settore in crescita e in qualità di leva trainante per la creazione di nuovi posti di lavoro in Germania.
Lufthansa ha, infatti, in previsione quest’anno l’assunzione di circa 2500 nuovi dipendenti. Per poter mantenere questo trend di crescita, è fondamentale che si forniscano all’industria aeronautica innanzitutto le migliori condizioni di affidabilità e il supporto politico per i progetti legati alle infrastrutture. “Questo si traduce in maggiore flessibilità e meno burocrazia. Non possiamo più permetterci di aspettare 12 anni per avere 2.8 chilometri di pista a Francoforte” ha dichiarato Mayrhuber. A questo si aggiunge la necessità della creazione di uno spazio aereo europeo armonizzato che attualmente viene gestito da 50 organizzazioni di controllo del traffico aereo distinte. “Nonostante Single European Sky sia il più imponente progetto ambientale dalle più alti potenzialità per la riduzione di emissione di CO2 nell’aviazione, negli ultimi 10 anni non ci sono state novità.”

I risultati dei primi nove mesi del 2006
Nei primi nove mesi del 2006, il Gruppo Lufthansa ha generato un fatturato di Euro 15.0 miliardi con una crescita del 12.9 %. In questo periodo oltre 40 milioni di passeggeri hanno volato con Lufthansa, registrando un nuovo dato record. Lufthansa Cargo ha aumentato la quantità di merce e posta trasportata raggiungendo 1.3 milioni di tonnellate, un livello mai ottenuto prima. Il fatturato generato dal traffico è aumentato di conseguenza del 13.2 % per un valore di 11.6 miliardi di euro. Gli altri redditi operativi sono calati del 16.7 % rispetto all’anno precedente per un valore di 887 milioni di euro.
Una plusvalenza di circa 290 milioni di euro è stata registrata nel 2005 a seguito della vendita delle partecipazioni in Amadeus e Loyalty Partner.

La crescita del 9.6% delle spese operative pari a 15.2 miliardi di euro è rimasta al di sotto dell’aumento di fatturato. A causa di una nuova impennata del prezzo del greggio registrata nel periodo analizzato, il Gruppo Lufthansa ha speso 2.6 miliardi di euro in kerosene, 719 milioni di Euro (39.1%) in più rispetto ai primi nove mesi dell’anno precedente. Senza le importanti misure di hedging sul costo del carburante la spesa sarebbe aumentata di altri 144 milioni di euro.

Il Gruppo Lufthansa ha migliorato l’utile operativo nei primi tre trimestri del 46.7% a 691 milioni di euro. È stato registrato un risultato di 414 milioni di euro (anno precedente: 416 milioni di euro). Questo leggera flessione è dovuta ad eventi positivi verificatesi nel 2005 e destinati a non ripetersi, come la plusvalenza ottenuta dalla vendita di partecipazioni e l’iniziale integrazione di SWISS.

Il Gruppo ha aumentato il cash flow operativo del 6.9% a 1.4 miliardi di euro. Investimenti per un valore di 1.3 miliardi di euro pari al +25.4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (590 miliardi di euro dei quali in aeromobili) sono stati finanziati completamente dal cash flow.

Articolo scritto da admin il 27 Ott 2006 alle 7:21 am.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus