Emirates annuncia i risultati finanziari del primo semestre

Emirates, la compagnia aerea di Dubai, ha annunciato un utile netto per un valore di 323 milioni di USD relativo ai primi sei mesi (1 aprile-30 settembre 2006) dell’esercizio finanziario 2006-07. I risultati, basati su dati finanziari non certificati, sono aumentati del +29% rispetto ai 251 milioni di USD dell’anno precedente e riflettono le ottime performance della forte domanda di trasporto passeggeri e di merci che hanno attutito l’impatto del caro carburante sui costi operativi sostenuti dalla compagnia.
I ricavi delle operazioni di Emirates relativi al primo semestre sono pari a 3,67 miliardi di USD con un incremento del +30% rispetto ai 2,84 miliardi di USD dello stesso periodo dello scorso anno.

Il passenger revenue ha registrato una crescita del 31%, con un aumento di 1,41 milioni di passeggeri trasportati, pari al +20% rispetto al 2005-06, per un totale di 8,39 milioni di passeggeri trasportati nel primo semestre. Il fattore di riempimento degli aerei (seat factory) è cresciuto del +25% rispetto allo scorso anno, toccando i 76,4%, rispecchiando la robusta domanda e la consistente crescita in termini di capacità di trasporto offerta da Emirates.

Emirates SkyCargo continua la sua forte crescita, registrando un incremento dei ricavi del +29%, movimentato 577.455 tonnellate di merci con un incremento superiore al +20% rispetto alle 482.643 tonnellate dell’anno precedente, mantenendo costante il contributo di circa il 21% sul totale delle entrate della compagnia.

“Emirates ha ottenuto risultati semestrali eccellenti, continuando a registrare una forte crescita economica a due cifre, nonostante le sfide affrontate a causa dell’aumento del prezzo del carburante”, afferma Sua Altezza lo Sceicco Ahmed bin Saeed Al-Maktoum, Presidente di Emirates. “Emirates sta portando avanti un importante progetto di consolidamento ed espansione della propria presenza in tutto il mondo, sviluppando il suo network con nuovi aerei ancora più performanti e capienti, investendo sui servizi per i passeggeri tra cui lounge dedicate nei principali aeroporti d’Europa, dell’estremo Oriente e dell’Australasia. Nei prossimi mesi dell’anno continueremo il nostro piano di crescita mantenendo sempre particolare attenzione al controllo dei costi.”

Il costo per il carburante per questi primi sei mesi ha toccato quota 1 miliardo di USD, rappresentando il 30,7% dei costi operativi di Emirates contro i 27,2% dell’anno precedente. Le misure adottate da Emirates per continuare ad essere sempre competitiva, includono una forte politica di ottimizzazione dell’efficienza e di contenimento dei costi oltre, come numerose altre compagnie, a un aumento del sovrapprezzo carburante sul prezzo dei biglietti, che, nonostante ciò, non copre completamente il continuo aumento dei costi.

La liquidità di Emirates al 30 settembre 2006 è di 3,04 miliardi di USD, un incremento del 15% rispetto ai 2,65 miliardi USD dei sei mesi precedenti. Questo al netto dei dividendi - pari a 105 milioni di USD relativi allo scorso esercizio finanziario, pagati agli azionisti - e delle uscite per investimenti pari a circa 398 milioni di USD relativi ad anticipi per l’acquisto di nuovi aerei e altri oneri in conto capitale. Inoltre, Emirates in questi mesi ha raccolto 750 milioni di USD grazie all’emissione nel giugno 2006, di un nuovo bond nel mercato di Singapore e di una seconda emissione - nel luglio 2006 di bond in Dirham. Emirates ha ripagato i suoi primi bond in Dirham - pari a un valore di 408 milioni di USD - lo scorso luglio 2006.

Da gennaio 2006, Emirates ha introdotto 10 nuove rotte - Abidjan, Addis Abeba, Bangalore, Pechino, Amburgo, Kolkata, Lilongwe (solo cargo), Nagoya, Thiruvananthapuram e Tunisi – arrivando a quota 87 città, incluse quattro destinazioni solo cargo. Inoltre, ha aumentando la frequenza dei servizi passeggeri ed ha migliorato la capacità di volo grazie ad aerei più capienti, per raggiungere importanti destinazioni, tra cui un secondo volo giornaliero per Zurigo e un terzo volo giornaliero per New York via Amburgo

Con l’aggiunta di nove nuovi aerei da marzo 2006 ad oggi, Emirates attualmente vanta una flotta di 100 aeromobili tra cui 29 Airbus A330-200, 22 Boeing 777-300ER, 12 Boeing 777-300, 9 Boeing 777-200, 10 Airbus 340-500, 8 A340—300, un Airbus A310 e 9 aerei cargo tra cui sei Boeing 747F e 3 Airbus A310F.

Il valore attuale totale degli ordini effettuati da Emirates per più di 100 aerei - in attesa di consegna - è di circa 30 miliardi di USD. Questo include il recente contratto per 10 nuovi Boeing 747-8F per un valore di 2,8 miliardi di USD e i diritti per l’acquisto di 10 ulteriori 747-8F.

Articolo scritto da admin il 14 Nov 2006 alle 9:38 am.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus