Archivio del ven Gen 2007

BOEING CRESCE SUI GUAI DI AIRBUS

Tempo di lettura: 2 minuti

Il 2006 potrebbe essere l’anno del “sorpasso” per la Boeing.Il colosso aerospaziale americano ha collezionato infatti lo scorso anno il numero record di 1.044 ordini per aerei commerciali, e in assenza di soprese dell’ultim’ora, dovrebbe quindi riuscire a superare la rivale europea Airbus per numero di ordinazioni per la prima volta dal 2000. La Airbus, d’altra parte, ha indetto ieri una conferenza stampa per annunciare un megaordine lunedì, secondo indiscrezioni dalla linea aera malese AirAsia, ma gli analisti non credono che un solo ordine possa essere sufficiente a colmare il distacco dalla concorrente americana. A fine novembre, infatti,Airbus aveva totalizzato soltanto 635 ordinazioni, poco più della metà di quanto realizzato dalla rivale.

Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Industria

ANTITRUST RIVEDE LE MULTE SUI RIFORNIMENTI AEREI

Tempo di lettura: 1 minuto

L’Autorità garante per la concorrenza e il mercato ha deciso di ricalcolare le multe comminate a Shell Italia e Total al termine dell’istruttoria sui rifornimenti aeroportuali in quanto il calcolo della sanzione conteneva un errore sulle rispettive quote di mercato.Lo si legge in una nota dell’organismo di vigilanza in cui si spiega che per Shell Italia la sanzione è stata ridotta da 54 milioni a 37,64 milioni, mentre per la compagnia francese la multa è stata diminuita da 36 milioni a 13,280 milioni. (REUTERS)

Categoria: Enti e Istituzioni

WWF: OK TARIFFE LOW COST, MA NON A SCAPITO AMBIENTE

Tempo di lettura: 1 minuto

“Siamo favorevoli a ogni iniziativa che riduca l’inquinamento nei cieli europei, in continuo aumento per lo sviluppo delle compagnie aree low cost”. Cosi’ commenta la responsabile delle campagne internazionali del Wwf Maria Grazia Midulla l’iniziativa intrapresa oggi dal governo britannico per tagliare le emissioni di anidride carbonica nell’aria, connesse al trasporto aereo. Il Wwf non intende cosi’ mettere in discussione le compagnie a basso costo ma “i costi ambientali – sottolinea Midulla – non possono non essere considerati nella tariffazione aerea. Non si puo’ pagare poco un trasporto aereo a scapito dell’ambiente.E una lieve maggiorazione tariffaria potra’ incentivare le aerolinee ad adeguarsi con tecnologie eco-sostenibili”.

Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Enti e Istituzioni

GB: SULLE EMISSIONI DI CO2 SCONTRO GOVERNO RYANAIR

Tempo di lettura: 1 minuto

Il governo britannico si e’ scagliato contro le compagnie aree colpevoli di non mantenere le promesse sull’impegno a tagliare le emissioni di anidride carbonica nell’aria. Nel mirino del sottosegretario all’ambiente, Ian Pearson, sono finite la British Airways, l’intera industria del trasporto aereo americana, la tedesca Lufthansa, ma soprattutto la compagnia a basso costo Ryanair, definita la “faccia irresponsabile del capitalismo”. Pearson non ha usato mezzi termini neanche nei confronti delle grandi linee internazionali: se per lui la British Airways sta soltanto “facendo finta” di ridurre le emissioni inquinanti, i presunti sforzi “ambientalisti” delle compagnie americane sono semplicemente “una vergogna”.

Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori, Enti e Istituzioni

AEROPORTO ORISTANO: CHIESTA AUTORIZZAZIONE PER CHARTER E MERCI

Tempo di lettura: 1 minuto

Gia’ nelle prossime settimane potrebbero atterrare i primi voli commerciali all’aeroporto di Fenosu, a Oristano. Il presidente dell’ente gestore, Pasquale Onida, presidente della provincia di Oristano, l’ha annunciato stamane assieme a Walter Battistoni, l’ex dirigente Enac ingaggiato come consulente proprio dalla societa’ di gestione, la Sogeaor. All’Enac, hanno spiegato Onida e Battistoni, sara’ chiesta l’autorizzazione all’atterraggio in via eccezionale per voli charter con meno di 50 passeggeri o per voli merci, che l’ente per l’aviazione civile puo’ concedere anche prima del rilascio della certificazione vera e propria all’aeroporto. Questa certificazione, che abilitera’ lo scalo ai voli commerciali, dovrebbe invece arrivare entro l’anno.

Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

LIVERPOOL: PEDAGGIO DI SICUREZZA PER CHI ARRIVA IN AEROPORTO

Tempo di lettura: 1 minuto

Biglietterie e cancelletti proprio come in metropolitana: i passeggeri dell’aeroporto John Lennon di Liverpool presto dovranno pagare un pedaggio di 2 sterline (3 euro) per accedere al terminal, un contributo che servira’ a coprire i costi delle aumentate misure di sicurezza all’interno dello scalo. L’introduzione delle biglietterie ai check-in e delle barriere in cui inserire il biglietto prima di accedere al controllo passaporti, e’ stata contestata dalle linee aeree low cost Easyjet e Ryanair, secondo le quali chiedere ai passeggeri di contribuire ai crescenti costi aeroportuali e’ illegale. Ma secondo Neil Pakey, direttore esecutivo di Peel Airports, la societa’ proprietaria dell’aeroporto, ”dato che non vi sono finanziamenti aggiuntivi” l’introduzione del pedaggio e’ l’unico modo per ”coprire i costi delle misure di sicurezza extra” introdotte quest’estate in seguito agli sventati attentati sui cieli dell’Atlantico. Un’alternativa – che ha incontrato il favore di Easyjet – sarebbe di rendere il pedaggio facoltativo e offrire ai passeggeri che decidono di pagarlo l’uso di una corsia preferenziale che permetta di attraversare i controlli di sicurezza piu’ velocemente.(ANSA)

Categoria: Aeroporti / Destinazioni

INDONESIA: LA POLIZIA INTENSIFICA LE RICERCHE DELL’AEREO SCOMPARSO

Tempo di lettura: 1 minuto

L’Indonesia ha ampliato il raggio delle ricerche nell’isola di Sulawesi nella speranza di ritrovare l’aereo scomparso cinque giorni fa con 102 passeggeri a bordo a causa del maltempo. Lo ha affermato oggi un comandante dell’aviazione. La ricerca si era concentrata sulla parte occidentale del Sulawesi, da dove era giunta la segnalazione di soccorso lunedì, giorno in cui l’aereo è scomparso dai radar senza che il pilota lanciasse alcun mayday.Secondo fonti ufficiali, nell’ultima conversazione con la torre di controllo, il pilota aveva segnalato la presenza di condizioni atmosferiche avverse e richiedeva le coordinate per una rotta più sicura. I radar hanno continuato a segnalare il velivolo per un po’ di tempo dopo la conversazione, dopodiché, è scomparso dagli schermi.

Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Incidenti/Inconvenienti

THE ECONOMIST: OFFERTE PER ALITALIA IMPROBABILI,MEGLIO ASPETTARE

Tempo di lettura: 1 minuto

Il settimanale The Economist non crede ai rumors sulle possibili cordate per la privatizzazione di Alitalia. Cita AirFrance, AirOne e, genericamente, un fondo di investimento, indicando che ”appare piu’ probabile” che i possibili candidati attenderanno il momento in cui la compagnia avra’ problemi di liquidita’, quando ”restera’ a terra” non potendo pagare i conti del carburante e degli aeroporti. Dopo una settimana spesa da tutto il Paese ”a lamentarsi e digrignare i denti”, scrive ancora il settimanale, ”Alitalia potrebbe rinascere”, con il 60% del personale in meno e ”come appendice regionale del potente gruppo AirFrance-Klm”. (ANSA).

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori