ARRIVA L’AEREO DELL’AMORE

Il Mile High Club, il ‘club’ di chi ha fatto sesso a bordo di un’aereo, non sarà più riservato ai ricchi proprietari di jet privati e ai quei pochi che hanno la faccia tosta di intrufolarsi nel bagno di un volo di linea: un imprenditore britannico ha infatti lanciato un servizio che permetterà alle coppie di noleggiare un velivolo a sei posti con pilota e di godersi fino ad un’ora e mezza di tenere effusioni ad alta quota. Anziché rischiare una multa salatissima e l’imbarazzo di venir colti in flagrante da un assistente di volo, le coppie potranno approfittare di una privacy assoluta a bordo di un Piper Lancer, mentre un discreto pilota sorvolerà le verdi campagne delle Cotswolds. Entrare a far parte del Mile High Club in grande stile costerà agli amanti 250 sterline per mezz’ora, 450 per un’ora e 750 per un’ora e mezza di volo. Ma attenzione: proprio come ogni linea aerea, anche Mile High Flights farà pagare un extra ai viaggiatori che appesantiscono l’aereo.

Una tariffa aggiuntiva verrà infatti applicata a chi pesa più di 100 chili. Ideatore dell’iniziativa è il 32enne Mike Crisp, un ingegnere informatico di Worcester che spera che i primi ‘voli dell’amoré potranno decollare dall’aeroporto di Staverton, nel Gloucestershire, nei prossimi mesi. “Sappiamo che questo tipo di formula già esiste in America, ma non c’é nulla di simile qui in Gran Bretagna, per quanto ne sappiamo. E’ un servizio destinato alle coppie, ma non soltanto a chi vuole entrare a far parte del Mile High Club. I voli sono un ottimo modo per festeggiare una promozione, un fidanzamento o un compleanno”, ha detto Crisp. E per quanto riguarda comfort e privacy a bordo, l’imprenditore ha precisato: “C’é una tenda dietro al pilota e la riservatezza è assicurata. La gente sarà libera di fare quel che vuole una volta che è in quota. Ci sarà molto spazio e i passeggeri potranno sorseggiare champagne mentre sorvolano i bellissimi scenari delle Cotswold. Sarà certamente più comodo del bagno di un 747″. Il termine Mile High Club fu creato in seguito alle imprese dell’aviatore americano Lawrence Sperry, inventore del pilota automatico. Sperry stava sorvolando New York in compagnia femminile nel novembre del 1916 quando l’aereo precipitò. L’aviatore e la compagna furono prelevati in mare sani e salvi ma completamente nudi ed raccontarono imbarazzati di aver persò i vestiti durante l’incidente.

(Ansa)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 8 Feb 2007 alle 10:38 am.
Categorie: Curiosità/Stranezze aeronautiche


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus