IATA: MIGLIORARE IL TRAFFICO AIUTA AMBIENTE

L’Associazione internazionale del trasporto aereo (Iata) ha lanciato oggi un nuovo appello per una migliore gestione del traffico aereo alfine di ridurre le emissioni di C02, tra i principali gas ad effetto serra. ”Ogni minuto di volo risparmiato riduce il consumo di carburante di una media di 62 litri e le emissioni di Co2 di 160 chilogrammi. I governi fanno in fretta a rendere le vacanze piu’ care istituendo nuove tasse in nome dell’ambiente. Ma sono lenti nel migliorare le infrastrutture”, ha detto oggi il direttore generale e amministratore delegato della Iata Giovanni Bisignani, in un discorso alla Conferenza della ‘Civil Air Navigation Services Organisation’ (Canso), a Maastricht (Olanda).

 

Bisignani ha citato numerosi esempi dall’approccio per Hong Kong che dura 25 minuti piu’ del necessario del volo da Johannesburg a Londra che potrebbe esser ridotto di dieci muniti, ha affermato. Poi e’ tornato ad insistere sull’importanza di realizzare il Cielo Unico Europeo. L’Europa - ha detto - ha una moneta unica, ma 34 centri di controllo del traffico aereo, una realta’ che costa 3,3 miliardi di euro all’anno alle compagnie aeree e 12 milioni di tonnellate di C02 all’ambiente.

(ANSA)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 13 Feb 2007 alle 6:55 pm.
Categorie: Enti e Istituzioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus