LANCIO RIUSCITO PER IL MINI SHUTTLE ITALIANO

Finalmente ha preso il volo. Dopo numerosi tentativi andati a vuoto, soprattutto a causa delle cattive condizioni meteo, è stato lanciato il mini shuttle italiano dalla base di Tortolì. Il lancio questa mattina intorno alle 8 dall’aeroporto ogliastrino. Lo shuttle Uvs (Velivolo senza pilota) è stato costruito dal Centro Italiano di Ricerche Aerospaziali. Per motivi di sicurezza, una vasta zona intorno allo scalo è stata interdetta al traffico aereo e navale. Lo shuttle italiano è stato agganciato ad un gigantesco pallone aerostatico (cento metri di diametro), per mezzo del quale raggiungerà una quota di circa 20 chilometri dal suolo. Da lì planerà in mare a velocità transonica (fino a 1,5 Mach) per raccogliere dati sull’aerodinamica che si riveleranno utili alla costruzione dei velivoli spaziali del futuro. Tutte le fasi di volo vengono seguite da una centrale operativa presso il Poligono Interforze del Salto di Quirra, che partecipa alla missione. Il recupero dell’Usv avverrà in mattinata ad opera di unità della Marina militare italiana.
(www.unionesarda.it)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 23 Feb 2007 alle 10:25 pm.
Categorie: Industria


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus