Archivio del gio Mar 2007

FLYBABOO INAUGURA IL COLLEGAMENTO DIRETTO TRA NAPOLI E GINEVRA

Tempo di lettura: 4 minuti

La compagnia aerea elvetica Flybaboo, in collaborazione con l’aeroporto di Napoli,  ha presentato oggi il primo collegamento diretto tra Napoli e Ginevra. Dal 25 marzo, Flybaboo effettuerà un volo quotidiano tra il capoluogo campano e la prestigiosa città svizzera. Napoli diventa così la quarta città italiana servita da Flybaboo con partenza da Ginevra, dopo Venezia, Firenze e Olbia. Hanno preso parte alla presentazione del  nuovo collegamento oltre a Julian Cook, fondatore della compagnia aerea elvetica, Francois Longchamp  Consigliere di Stato e Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Aeroporto di Ginevra, Jean Pierre Jobin, Presidente del Tourism Board di Ginevra, Domenico Pellegrino Direttore Generale di MCS Crociere, Marco Consalvo, Direttore Generale di Gesac – società di gestione dell’aeroporto di Napoli – e l’Assessore regionale ai Trasporti Ennio Cascetta.

Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

NUOVE DIVISE PER GLI EQUIPAGGI EASYJET

Tempo di lettura: 2 minuti

EasyJet, compagnia aerea a basso costo leader in Europa, ha annunciato l’introduzione delle nuove uniformi per il personale di bordo.  La scelta del design per le nuove divise, che saranno introdotte a partire dalla stagione estiva 2007, ha coinvolto gli equipaggi di bordo con il lancio di un concorso interno.
Meno di un anno fa la compagnia ha infatti indetto un concorso interno rivolto al personale di bordo, in cui si invitavano gli assistenti di volo a mettere in gioco la propria sensibilità per la moda, il proprio gusto e le proprie abilità stilistiche. Il concorso è stato un successo, le adesioni centinaia e la scelta tra le collezioni presentate davvero ardua.

Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori

AIRBUS: GALLOIS PRESENTA IL “POWER 8”

Tempo di lettura: 3 minuti

«Dobbiamo darci da fare per creare una nuova Airbus. Abbiamo molte sfide di fronte e dobbiamo vincerle». Un Louis Gallois dal piglio deciso ha presentato i dettagli del piano di ristrutturazione del costruttore europeo. Un piano di rilancio che il capo di Airbus nega sia legato al problema A380. «L’A380 è probabilmente il nostro migliore aereo e da anni il mercato apprezza la nostra produzione. Uno dei nostri principali problemi è la debolezza del dollaro. Dal momento del lancio dell’ A380 il dollaro si è svalutato del 20%. Abbiamo difficoltà a fare fronte alla situazioni nelle condizioni in cui siamo. Ci vuole una nuova Airbus». L’analisi d Gallois parte dalle debolezza dell’ attuale organizzazione del colosso europeo. In primo luogo gli alti costi, legati, a giudizio del presidente di Airbus, alle inefficienze e ad un’organizzazione non ottimizzata. In secondo luogo «Airbus fa troppo in casa». Questo significa non produrre ai costi ottimali e soprattutto non avere partner industriali in grado di collaborare agli investimenti ed ai rischi. Infine Airbus è ancora una compagnia poco integrata. Gallois ha esplicitamente detto che, forse, il momento migliore per integrare Airbus sarebbero stati gli anni passati, con la compagnia che «volava».

Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Industria