LUFTHANSA: 2006 DA RECORD PER UTILI E FATTURATO

Oggi durante la conferenza stampa di presentazione dei dati di bilancio dell’anno 2006 Wolfgang Mayrhuber, Presidente e CEO di Lufthansa, ha presentato i risultati record raggiunti dall’Azienda in termini di utili e di fatturato. Nell’anno 2006 il fatturato è cresciuto quasi del 10%, raggiungendo la cifra record di 19,8 miliardi di Euro. Anche gli utili del Gruppo al netto delle imposte, pari a 803 milioni di Euro, non hanno mai raggiunto livelli così alti. L’utile operativo è cresciuto del 46% attestandosi a 845 milioni di Euro. “Il 2006 si è concluso con risultati molto positivi, le cifre lo evidenziano in modo chiaro e sono a riprova del buon andamento del Gruppo Lufthansa - ha sostenuto Mayrhuber - Il successo del gruppo Lufthansa si basa sull’eccellente lavoro di team, su una strategia coerente, su un’analisi dello sviluppo e delle opportunità di mercato nonchè sulla scelta di investimenti lungimiranti e su una particolare attenzione ai costi.”

 

 

I valori record della soddisfazione del cliente ed il numero crescente dei passeggeri hanno contribuito a creare nuovi posti di lavoro. Anche gli azionisti trarranno benefici dai buoni risultati annuali in quanto il valore delle azioni Lufthansa è cresciuto del 67 % nel 2006″ ha dichiarato Mayrhuber. Il consiglio di amministrazione e il consiglio di vigilanza, infatti, proporranno di aumentare il dividendo per azione di 20 centesimi portandolo a 0,70 Euro quest’anno, rispetto ai 0,50 centesimi dell’anno scorso. Anche per l’anno in corso il gruppo Lufthansa è molto ottimista e prevede di migliorare ulteriormente l’utile operativo. Il Presidente e CEO di Lufthansa ha inoltre sottolineato come il Gruppo abbia posto la sua attenzione in particolare ai segmenti di business prioritari nel corso del 2006. Dalla vendita delle quote di Thomas Cook AG, il Gruppo raggiungerà un utile contabile di ben 500 milioni di Euro. “Stiamo affinando il nostro profilo del Gruppo e creiamo valore per i nostri azionisti” - ha dichiarato Mayrhuber. Nel 2006 tutti i segmenti hanno registrato utili operativi. In particolare il settore passeggeri ha raggiunto risultati molto positivi registrando un incremento degli utili pari al 200% attestandosi a oltre 400 milioni di Euro. “Gli investimenti continui e mirati per il prodotto vengono molto apprezzati dai nostri clienti - ha spiegato il Presidente e CEO di Lufthansa - Contemporaneamente alla crescita complessiva del Gruppo, si registra anche un costante aumento del numero di passeggeri in First e Business Class. Inoltre il segmento Economy si conferma una scelta di qualità tra le più apprezzate.” La nuova offerta betterFly, lanciata in Germania nel mese di aprile, è stata accolta con entusiasmo. Lo scorso anno 53,4 milioni di passeggeri hanno scelto di volare con Lufthansa, facendo registrare un nuovo record al Gruppo. L’integrazione della Compagnia aerea svizzera SWISS si sta evolvendo al meglio e più rapidamente di quanto previsto. Lo scorso anno, infatti, sono state realizzate sinergie per oltre 200 milioni di Euro, molto di più di quando originariamente previsto. “I nostri clienti traggono molti vantaggi da questa alleanza e il successo di SWISS è già evidente nei risultati registrati dal Gruppo”.
Wolfgang Mayrhuber ha voluto, inoltre, sottolineare il ruolo dell’aviazione come motore trainante dell’occupazione, della crescita e dell’innovazione in Germania. “Vogliamo crescere ancora ed è nostra intenzione assumere altri 3.000 nuovi dipendenti nel 2007. Tra il 2006 ed il 2007 avremo complessivamente 5.500 nuovi posti di lavoro. Nessun’altra azienda in Germania è in grado di fare meglio”. Mayrhuber ha inoltre dichiarato che per un’ulteriore crescita sono necessari con urgenza miglioramenti alle infrastrutture di terra e in aria. “L’uniformazione del controllo del traffico aereo in Europa (Single European Sky) contribuirebbe, inoltre, a ridurre e prevenire notevolmente sia le lunghe attese sia i ritardi e rappresenterebbe il più grande progetto per la tutela dei consumatori e dell’ambiente nell’ambito del trasporto aereo in Europa. Lo sfruttamento delle nuove tecnologie consentirebbe una crescita continua e globale delle potenzialità e un’ottimizzazione nella gestione aerea sulle tratte intercontinentali e l’impiego di biocarburante.” Riferendosi alle richieste unilaterali per le linee aeree europee di trovare un’unica soluzione per le emissioni, Mayrhuber ha sottolineato che un coinvolgimento unilaterale delle compagnie aeree europee, comporterebbe uno svantaggio competitivo nel nostro settore e probabilmente aumenterebbe le emissioni.” Nonostante l’aereomobile sia il mezzo di trasporto più avanzato dal punto di vista ecologico ed il più economico per percorrere distanze oltre i 350 chilometri, le compagnie aeree hanno già preso l’iniziativa e stanno già compiendo quanto in loro potere per ridurre i consumi e di conseguenza le emissioni. I costi del carburante negli ultimi due anni sono quasi raddoppiati, ha dichiarato Mayrhuber, aggiungendo “Noi siamo in grado ed intenzionati a fare di più per la tutela dell’ambiente, dobbiamo solo chiarire le modalità.” In ogni caso il Gruppo Lufthansa anche nell’impegno a favore dell’ambiente è leader, una circostanza confermata anche dell’inserimento del titolo nell’indice Dow Jones Sustainability. L’Europa deve ora prendere posizione e cercare soluzioni efficaci a livello globale.
Nel 2006 il Gruppo Lufthansa ha generato un fatturato di 19,8 miliardi di Euro, con una crescita del 9,9% rispetto al 2005. I ricavi generati dal traffico sono passati a 15,4 miliardi di Euro, con un incremento del 10,4%. Lo yield medio delle compagnie aeree, nell’anno in esame, è aumentato notevolmente. In tutti i segmenti di traffico è stato possibile registrare un incremento del 5,2%. Gli altri redditi operativi sono diminuiti del 9,4% attestandosi a circa 1,4 miliardi di Euro; anche perchè l’anno scorso queste entrate includevano utili contabili di ben 245 milioni di Euro, dovuti soprattutto alla vendita di quote di partecipazione in Amadeus e Loyalty Partner.
Le spese operative nel 2006 ammontano a 20,3 miliardi di Euro, registrando un incremento del 6,9% rispetto al 2005. L’aumento del costo del carburante è stato di nuovo il fattore che ha maggiormente condizionato le spese. Nel 2006 le uscite sono state pari a 3,4 miliardi di Euro, il 26% in più - pari a 693 milioni di Euro in più - rispetto al 2005. Grazie all’applicazione delle misure di hedging, il Gruppo ha potuto risparmiare 150 milioni di Euro, imputabili all’aumento del carburante.
Il Gruppo Lufthansa ha incrementato l’utile operativo nel 2006 di +46,4% portandolo a 845 milioni di Euro. Il risultato annuale del Gruppo al netto delle imposte è stato migliorato del 77,3% portandolo al nuovo record di 803 milioni di Euro.
Le spese in conto capitale sono state pari a 1,9 miliardi di Euro e, come negli anni scorsi, sono state finanziate attraverso il cashflow, che è salito del 7,6% a 2,1 miliardi di Euro. Alla fine del 2006 la liquidità ha superato l’indebitamento finanziario netto di 101 milioni di Euro (rispetto ai 143 milioni di Euro del 2005). Il rapporto completo del gruppo per l’anno d’esercizio 2006 è pubblicato su Internet all’indirizzo www.lufthansa-financials.de.

(Comunicato stampa Lufthansa)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 8 Mar 2007 alle 6:25 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus