RIMANGONO CHIUSI NEL VANO BAGAGLI DI UN ATR: SALVI DUE OPERAI

Sono rimasti chiusi nel vano bagagli di un aereo che stavano caricando e di lì a poco sarebbe decollato. Si tratta di due lavoratori aeroportuali che, loro malgrado, hanno dovuto affrontare il viaggio da Parigi a Vienna. Sono sopravvissuti solo perché l’Atr72, su cui si trovavano, non sale a quote altissime ed è tutto pressurizzato. La responsabilità è del pilota che ha chiuso il portellone senza accorgersi dei due uomini. L’insolito incidente è stato reso noto da un altro dipendente della Fedex, che ha chiesto l’anonimato. Secondo il suo racconto, il pilota del cargo siccome pioveva ha chiuso il portellone senza accorgersi che i due uomini erano ancora all’interno. Questi avevano solo un telefono di servizio che non ha funzionato. Hanno cercato di farsi sentire battendo contro la carlinga, ma il rumore dei motori ad elica ha impedito che venissero sentiti.

A Vienna sono arrivati dopo due ore e mezzo di volo, vivi perché l’ambiente nel quale erano rimasti chiusi era pressurizzato ma decisamente infreddoliti. Dopo alcune ore, su un volo dell’Air France, e questa volta in cabina passeggeri, sono stati riportati a Roissy. La Fedex ha aperto un’inchiesta.

(TGCOM)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 1 Apr 2007 alle 1:11 pm.
Categorie: Incidenti/Inconvenienti


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus