ADR: NOMINATO NUOVO CDA E APPROVATO BILANCIO 2006

L’Assemblea degli Azionisti della società Aeroporti di Roma, riunitasi oggi in prima convocazione, sotto la presidenza del Prof. Avv. Ernesto Stajano, ha nominato il Consiglio di Amministrazione ADR per il triennio 2007-2009 e ha provveduto alla nomina del nuovo Collegio Sindacale.  
Il Consiglio di Amministrazione nominato dall’Assemblea è composto da: Dott. Maurizio Basile, Dott. Remy Cohen, Mr. Andrew Christian Cowley, Mr. Chris Timothy Frost, Dott. Alessandro Grimaldi, Mrs. Kerrie Patricia Mather, Dott. Aldo Minucci, Dott. Gianni Mion, Dott. Fabrizio Palenzona, Dott. Massimo Pini, Dott. Paolo Roverato, Dott. Claudio Sposito. Il Collegio Sindacale nominato dall’Assemblea è composto da: Dott. Giacinto Chimenti (presidente), Dott. Giuseppe Cappella, Dott. Alessandro Grange, Avv. Mario Tonucci, Dott. Luigi Tripodo (sindaci effettivi), nonché Dott. Nicola Lorito e Avv. Andrea Piermartini Rosi (sindaci supplenti).

Il Consiglio d’Amministrazione ha a sua volta nominato all’unanimità Presidente il Dott. Fabrizio Palenzona, Vicepresidenti il Prof. Remy Cohen e il Dott. Massimo Pini, nonché nel ruolo di Consigliere delegato e Direttore generale il Dott. Maurizio Basile. Il Consiglio d’Amministrazione ha altresì espresso un apprezzamento e un ringraziamento per l’attività svolta al Prof. Avv. Ernesto Stajano. L’Assemblea, inoltre, ha approvato il bilancio d’esercizio della società relativo all’anno 2006. Il traffico nel sistema aeroportuale romano nel 2006 è stato pari a 35,1 mln di passeggeri, con una crescita rispetto all’esercizio precedente del 6,7%. In particolare, lo scalo di Fiumicino ha superato i 30 mln di passeggeri con una crescita del 5,2%. Lo sviluppo dell’attività è stato ragguardevole, sia per la componente domestica (+5,2%), sia per quella internazionale (+ 7,6%). Allo sviluppo significativo del traffico non ha tuttavia fatto riscontro in egual misura una crescita dell’andamento dei ricavi a causa degli effetti derivanti dall’applicazione alle gestioni aeroportuali della legge 248/05 (la cosiddetta legge sui requisiti di sistema), che ha comportato un calo dei ricavi legati alle attività aeronautiche, che rappresentano la componente regolamentata più significativa. I ricavi complessivi del Gruppo ADR sono stati pertanto pari a 567,3 mln di euro (-2,3% rispetto al 2005), risultato della diminuzione della componente aeronautica (-8,6%) e della crescita significativa (+8,4%) dei ricavi non aeronautici derivanti essenzialmente dalle attività commerciali. Di conseguenza, il margine operativo lordo si è attestato a 256,7 mln di euro (-1,7% rispetto al precedente esercizio), nonostante il contenimento della componente costi (-3,2%). Il risultato operativo della gestione è stato pari a 146,1 mln di euro, registrando una sostanziale stabilità rispetto al 2005 (147 mln di euro). Gli investimenti sono stati pari a 57,9 mln di euro e hanno interessato principalmente le aree di sviluppo infrastrutturale e manutentivo, tendenti al ripristino e al miglioramento di condizioni di efficienza e di servizio dell’aerostazione. L’indebitamento finanziario netto è pari a 1.350 mln di euro, sostanzialmente in linea con quello dell’anno precedente. Va inoltre sottolineato l’accordo per la cessione – intervenuta nell’ultima parte dell’esercizio – dell’intera partecipazione detenuta nel capitale di ADR Handling SpA al Gruppo spagnolo FCC, che ha determinato una plusvalenza consolidata, al netto dei costi di cessione, pari a 61,4 mln di euro. Tutti i confronti gestionali del periodo vanno, pertanto, valutati anche alla luce del mancato contributo, nell’ultimo trimestre, delle attività cedute. Anche a seguito di tale operazione, il livello degli organici a fine esercizio si è attestato a 2.275 addetti, con un calo rispetto alla fine del precedente esercizio di 1.308 unità. Il bilancio chiude con un risultato netto consolidato di competenza del Gruppo di 60 mln di euro, inferiore rispetto al precedente esercizio (79,7 mln di euro). Il confronto riflette anche il diverso impatto delle plusvalenze da dismissioni, rispettivamente di 61,4 mln di euro nel 2006 e 69,6 mln di euro nel 2005. Il bilancio civilistico della Capogruppo ADR SpA, ovviamente connotato dalle medesime dinamiche che hanno caratterizzato l’andamento dei risultati del Gruppo, mostra nel suo complesso un sostanziale allineamento dei margini economici ai risultati dello scorso esercizio, con un lieve miglioramento del margine operativo lordo (+0,3%) e del risultato operativo (+3,6 %). Il risultato netto è pari a circa 36 mln di euro. L’Assemblea, come proposto dal CdA, ha deliberato di corrispondere un dividendo complessivo di euro 0,81 per azione, ammontante a circa 50,5 mln di euro. Il dividendo verrà posto in pagamento a partire dal 4 giugno 2007, con stacco della cedola numero 7 alla data del 30 maggio 2007.L’Assemblea, infine, ha prorogato alla società Deloitte & Touche s.p.a. l’incarico di revisione contabile per il periodo 2007-2012.

 

(COMUNICATO STAMPA ADR)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 17 Apr 2007 alle 9:34 am.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus