BOLOGNA: BILANCIO DA RECORD PER L’AEROPORTO

Il Consiglio d’amministrazione dell’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna ha approvato oggi il progetto di Bilancio relativo all’esercizio 2006, che a breve verrà sottoposto all’Assemblea dei soci. Il 2006 si è chiuso con un significativo miglioramento di tutti i principali margini della gestione ed una crescita molto rilevante del risultato di esercizio. Nel dettaglio, il fatturato ha raggiunto il valore di 52,6 milioni di euro per una crescita del 3% sul 2005. La diminuzione dei diritti aeroportuali, determinata dalla legge sui ‘requisiti di sistema’, è stata più che bilanciata da una forte crescita dei ricavi commerciali non aeronautici - soprattutto per parcheggi e Marconi Business Lounge - arrivati a rappresentare il 46% del totale dei ricavi.

Il margine operativo lordo è arrivato a 19,2 milioni di euro (+18%), per una redditività, espressa come rapporto MOL su ricavi, del 37%, mentre il risultato prima delle imposte è stato di 7,0 milioni di euro, con una crescita del 69% sull’anno precedente. L’esercizio 2006 si è quindi chiuso con un utile netto di 2,7 milioni di euro, a fronte di un utile 2005 di 103 mila euro (+2.527%). In crescita l’autofinanziamento (14,6 milioni di euro, +34%) e gli investimenti (12,0 milioni di euro, +38%). Tale risultato è stato reso possibile grazie all’ottimo andamento dei dati di traffico, che per la prima volta hanno superato i quattro milioni di passeggeri, arrivati a 4.001.436 con un incremento dell’8,2% sul 2005 e conseguente ricaduta sui ricavi, e al contestuale contenimento dei costi diversi da quello del lavoro per circa 3,3 milioni di euro. Rilevante anche il miglioramento dei conti delle società Marconi Handling e Seaf, che seppure ancora in perdita, hanno ridotto il depauperamento del risultato d’esercizio (nel 2005 provocarono un decremento di 4,7 milioni di euro per svalutazione delle partecipazioni, nel 2006 il decremento si è fermato a 2,8 milioni).
“Nel 2006 l’andamento del traffico – ha dichiarato il presidente Gian Carlo Sangalli – ha consentito di lasciarci definitivamente alle spalle le difficoltà conseguenti alla chiusura della pista. Il buon momento del ‘Marconi’ sta continuando anche nel 2007, con gli stessi ritmi di crescita dello scorso anno e in linea con le previsioni di risultato che avevamo fatto”.
“Il confronto tra i dati di bilancio dell’ultimo anno in regime di monopolio, il 2000, e quelli del consolidato 2006 – ha aggiunto il direttore generale Umberto Chinni – evidenziano, considerato anche che le tariffe di handling hanno avuto una riduzione del 30% e che le altre tariffe sono rimaste ferme, importanti recuperi in termini di efficienza e redditività. Nel 2000, infatti, si è avuto un fatturato di 63 milioni, un MOL di 21 milioni e un indice di redditività del 33%, mentre nel 2006 il fatturato consolidato è stato di  66 milioni, il MOL di 18 milioni e la redditività al 27%”.

 

(COMUNICATO STAMPA AEROPORTO DI BOLOGNA)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 28 Mag 2007 alle 8:43 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus