AIR FRANCE KLM SOSTIENE LE INIZIATIVE PER LIMITARE L’IMPATTO AMBIENTALE DEI VOLI TRANSATLANTICI

Air France Klm, comprende due compagnie aeree che si sono impegnate da lungo tempo in uno sviluppo duraturo. Le compagnie e i costruttori di aerei e motori si sono trovati  a fronteggiare la sfida dell’impatto ambientale già molti anni, se non altro per la convergenza delle loro priorità strategiche (risparmio di carburante), e le loro responsabilità (l’impatto del trasporto aereo sui cambiamenti climatici). Air France Klm ha già reso attive delle misure per limitare l’impatto delle sue operazioni sull’ambiente. Grazie alla sua florida situazione finanziaria, il Gruppo è stato, ed è tuttora, in grado di fare consistenti investimenti (tra 1,1 e 1,5 miliardi di euro al’anno dal 2007 al 2011).Questi investimenti sono volti a miglioramento dell’efficienza dell’energia della flotta riducendo i consumi di carburante, che sono la diretta causa delle emissioni di CO2, cosi’ come i livelli di disturbo sonoro.

Inoltre Air France Klm intende prender parte nel proccesso di implementazione delle soluzioni innovative nel campo del controllo del traffico aereo. AIR FRANCE KLM vorrebbe prendere parte nello sviluppo delle «rotte verdi» tra la sua basi principali a Parigi Charles de Gaulle e a Schipol e le destinazioni servite nel Nord America, in congiunzione con le autorità competenti e i servizi della navigazione aerea di ambedue i continenti. Il primo obbiettivo di queste misure è di garantire rotte aeree ottimali, con il fine di ridurre al minimo, in totale sicurezza, le emissioni di CO2 su tutti i voli transatlantici.
Più in generale Air France Klm supporta tutta la ricerca condotta dai suoi fornitori, per esempio nel campo delle nuove tecnologie applicate alla progettazione areonautica. Ambedue le compagnie aeree inoltre fanno parte dei programmi di ricerca europei che misurano l’atmosfera (i progetti MOZAIC e IAGOS). Infine Air France Klm conferma il suo supporto al protocollo di Kyoto e all’integrazione del trasporto aereo nell’European Emissions Trading System secondo modalità realistiche e e concrete. Il principio di questo sitema, proposto dalla Comunità Europea, sembra essere la miglior soluzione possibile per il controllo dell’impatto del trasporto aereo sui cambiamenti climatici, senza compromettere lo sviluppo di un settore che è vitale per il mondo dell’economia.

 

(POSITIVE CLIMB)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 22 Giu 2007 alle 6:56 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus