Archivio del sab Giu 2007

FALSO ALLARME BOMBA ALL’AEROPORTO DI IBIZA

Tempo di lettura: 1 minuto

Falso allarme all’aeroporto di Ibiza, in Spagna, dove la polizia aveva chiuso lo scalo. Era giunta una telefonata al quotidiano Gara in cui un sedicente portavoce dell’Eta avvertiva della presenza di un ordigno.

 

 (Agr)

Categoria: Cronaca

BOEING: CONSEGNATO 777-200ER AD ASIANA

Tempo di lettura: 1 minuto

Boeing ha consegnato oggi un nuovo 777-200ER (Extended Range) ad Asiana Airlines con la nuova livrea della compagnia. La compagnia aerea sudcoreana aveva già introdotto la nuova livrea durante una cerimonia nel novembre 2006; tutta la flotta della compagnia verrà riverniciata coi nuovi colori nel giro di cinque anni. La livrea comprende i colori tradizionali coreani nel disegno in coda, mentre il resto dell’aereo ha uno sfondo grigio. Asiana opera un flotta composta da oltre 60 aerei, tra cui 737, 747 e 767, che collegano oltre 60 città in 17 paesi diversi. Il 777 è l’aereo più efficiente della sua categoria, il suo elemento chiave è la sua superiorità in termini di economicità e basse emissioni ambientali in confronto al suo competitor quadrimotore.

 

(GRP Boeing Media)

 

Categoria: Industria

DIFFUSI RISULTATI RICERCA SULLA SINDROME DA CLASSE ECONOMICA

Tempo di lettura: 2 minuti

Attenzione alle lunghe trasferte in aereo ma anche in auto o pullman: quando si viaggia per più di quattro ore in condizioni di immobilità il rischio di andare incontro a un tromboembolo raddoppia. Malgrado ciò non si tratta di un allarme, poiché le probabilità di incorrere in questi problemi circolatori restano basse, intorno a 1 caso su 6mila. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha reso noti i risultati del suo progetto WRIGHT, una ricerca iniziata nel 2001 in seguito al clamore suscitato dal caso della giovane inglese morta dopo un volo dall’Australia. La sindrome da classe economica, questo il nome popolare del fenomeno, non è una malattia ma una condizione che favorisce il manifestarsi di tromboembolie. Rimanere per ore immobili, soprattutto in posizione seduta, rallenta molto la circolazione del sangue negli arti inferiori e può favorire, nel momento in cui ci si muove, il distacco di trombi e, come estrema conseguenza, un’embolia polmonare.

Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Inchieste