EMIRATES SI PREPARA A TESTARE L’A380 A DUBAI

Emirates Airline, che diventerà l’operatore di super-jumbo A380 più grande al mondo grazie ai suoi di 55 ordini fino ad oggi (il totale degli ordini commissioinati ad oggi ad Airbus è di 173 aeromobili), si prepara per efettuare - a partire dal 15 agosto all’aeroporto di Dubai - le prove di operabilità dell’A380 insieme ad Airbus. I test, che saranno seguiti nei prossimi mesi da una specifica formazione tecnica, sono parte della campagna di espansione di Emirates che si preparara alla grande entrata nella flotta di questi aeromobili, a partire dal prossimo anno. Questa sessione di prove si aggiunge ai test già condotti da Airbus nel Medio Oriente e in Africa lo scorso anno.

L’aereo, MSN007, si sottoporrà a controlli di compatibilità aeroportuale, controllo di servizi a terra e in volo, gestione a terra e mantenimento della procedura durante il suo soggiorno di 7 giorni presso l’hub di Dubai. I due voli programmati – condotti dai piloti dell’Airbus che daranno l’opportunità di testarlo anche ad alcuni piloti Emirates - sorvoleranno i cieli di Dubai il 17 e il 18 agosto, operando orari in sequenza con un periodo - tra l’andata e il ritorno - di due ore. Adel Al Redha, Executive Vice President, Engineering and Operations di Emirates ha commentato: “Dopo aver lavorato a stretto contatto con Airbus nel design e nello sviluppo dell’A380, siamo lieti di collaborare con loro ancora una volta per testare gli aspetti di gestione a terra dell’aereo e le sue performance operative in condizioni normali ed estreme.”
“Da adesso alla data finale di consegna, ci saranno ulteriori opportunità di mettere alla prova i sistemi dell’aereo, incluso gli interni in cabina. E’ nostra volontà continuare a lavorare per perfezionare le procedure operative - a terra e in volo – per assicurare la massima efficienza e prontezza quando - il prossimo anno - entrerà in servizio il primo A380 della Emirates.”
Per simulare le condizioni operative normali, 517 passeggeri – composti da staff Emirates proveniente da tutto il network, selezionato tra oltre 11.000 richieste pervenute - si sottoporranno a tutte le formalità pre-volo. Queste includono check-in attraverso il banco self-service, imbarco alle uscite fissate e trasferimento con autobus a due piani – già idonei per assicurare la compatibilità con l’A380. Per testare l’accesso alla pista i passeggeri si imbarcheranno attraverso delle uscite lontane dal parcheggio in cui staziona l’aereo, impiegando e testando l’utilizzo di 10 autobus da 50 persone, per trasportare tutti i passeggeri. Emirates ha potenziato le sue operazioni di pre-volo per gestire volumi di passeggeri più grandi del normale traffico – con una media di 40% in più di passeggeri per volo. In volo, i passeggeri saranno accolti da un equipaggio di 22 persone che serviranno uno snack rinfrescante. Durante il piccolo intervallo tra l’andata e il ritorno, la squadra addetta alle pulizie di bordo testerà le sue operazioni; Emirates Flight Catering caricherà i carrelli di cibo usando uno speciale caricatore; verrà simulato lo smistamento dei bagagli e del carico, e saranno impiegati tutti gli strumenti per il supporto a terra –  oltre alla simulazione dello sbarco e discesa a terra dei passeggeri in arrivo e all’imbarco dei successivi. La campagna test sarà anche un’opportunità per Emirates Engineering di familiarizzare con il velivolo. Lo staff di ingeneri, insieme con il personale Airbus, si occuperà della manutenzione di routine dell’aereo, inclusi i cambi della ruota principale e della ruota anteriorei dell’aereo, apertura della cappottatura del motore e controlli dei sistemi di cabina. Un componente essenziale del programma di sperimentazione sarà la prova di attracco nel nuovo e innovativo Emirates Engineering Centre. La nuova area dell’Emirates Engineering Centre può ospitare fino a diciotto A380, uno in ognuno degli otto hangar, nove nell’area di parcheggio dedicata fuori dagli hangar e uno nel complesso per il collaudo motori. Le dimensioni degli hangar sono allineate alle strutture dedicate all’A380 costruite da Airbus nel suo quartiere generale a Tolosa.

(POSITIVE CLIMB)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 4 Ago 2007 alle 11:03 am.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Industria


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus