ANCHE A CASELLE BOOM DI BAGAGLI SMARRITI

Aumentano anche all’aeroporto torinese di Caselle i bagagli smarriti, complici l’incremento di passeggeri e l’alto numero di valigie trasportate, ma anche la ripercussione dei disagi negli altri aeroporti italiani da cui proviene parte dei voli. Tra il 16 e il 31 luglio le denunce sono state circa 1.000, piu’ del doppio rispetto a periodi meno trafficati. A contare gli smarrimenti registrati sono le due societa’ che a Caselle gestiscono i trasporti per le compagnie aeree, Sagat handling e Avia partner (quest’ultima lavora anche a Fiumicino).

 

Il numero di bagagli persi cresce insieme a quello dei passeggeri e delle valigie trasportate. A luglio l’aeroporto ha battuto il proprio record di passeggeri, oltrepassando anche il periodo olimpico (a febbraio 2006 erano stati circa 321 mila). A luglio 2007 i passeggeri sono stati 322.412, contro i 286.999 dello stesso mese nel 2006. Una crescita del 12,3%, ben inferiore all’aumento dei bagagli in passaggio all’aeroporto: 223.335 le valigie nel luglio di quest’anno, 179.861 l’anno scorso. La crescita e’ del 24,2%, quasi doppia rispetto all’aumento di passeggeri. Nei primi cinque giorni di agosto i passeggeri a Caselle sono stati quasi 47 mila, con circa 41 mila bagagli al seguito, il 21% in piu’ di valigie rispetto agli stessi giorni del 2006. Il raddoppio delle denunce di smarrimento e’ anche legato a un altro motivo, specifico dello scalo torinese. Caselle ha un nuovo tipo di passeggeri: sono sempre di piu’ gli immigrati che tornano al paese d’origine per le vacanze carichi di bagagli, soprattutto verso Bachau e Bucarest (quest’ultima collegata da quest’anno a Torino), Casablanca e Timisoara.

 

(ANSA)
 

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 7 Ago 2007 alle 9:49 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus