LUFTHANSA: CON IL NUOVO ORARIO AL VIA SPERIMENTAZIONE PER SCHERMI INDIVIDUALI IN ECONOMY CLASS

Con l’inizio dell’orario invernale, Lufthansa doterà di schermi individuali le poltrone in Economy Class per voli a lungo raggio. Per rendere il funzionamento del sistema di intrattenimento a bordo individuale il più semplice possibile e per poter valutare le richieste dei passeggeri, Lufthansa ha previsto già dal 15 agosto una fase test che coinvolgerà i passeggeri su 2 aeromobili in servizio sulle rotte da Francoforte a Detroit, Houston e Toronto. In questa fase vengono proposte due modalità di funzionamento per touch screen e attraverso un pannello di controllo integrato nel bracciolo della poltrona. Entrambe le versioni permettono l’accesso individuale all’intero programma d’intrattenimento dal proprio schermo, il menù può essere visualizzato in 9 lingue diverse. I passeggeri di Lufthansa potranno così scegliere tra Tedesco, Inglese, Francese, Italiano, Spagnolo, Portoghese, Giapponese, Coreano e Cinese.

Sui voli test verranno inoltre condotti dei sondaggi da personale appositamente formato. I risultati dell’indagine verranno analizzati e presi in considerazione per la definizione del sistema operativo degli schermi individuali e, una volta completati i test, l’intera flotta a lungo raggio verrà dotata dei nuovi screen. Il primo aereo Lufthansa con il nuovo prodotto di Economy Class entrerà in servizio a novembre di questo anno.
Un’altra importante novità riguarda il programma di intrattenimento individuale “Lufthansa Media World” che, già a partire da settembre, verrà ampliato con l’aggiunta di ulteriori 6 canali radio, per un totale di 30 canali. I passeggeri potranno trascorrere piacevolmente il tempo a bordo scegliendo tra 65 video, con 30 film disponibili fino a 8 lingue diverse, numerosi programmi televisivi e musicali oltre a 100 cd.

 

(Comunicato stampa Lufthansa)
  
   
 

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 31 Ago 2007 alle 1:44 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus