AIR FRANCE: DIFFUSO IL PROGRAMMA INVERNALE DEL GRUPPO

Per la stagione invernale 2007-2008, la capacità dei posti del gruppo Air France KLM aumenterà del 5.2% comparata a quella dell’inverno 2006-2007, con un incremento del 6.2% sul lungo raggio e del 1.8% sul breve e medio raggio. Sul lungo raggio, KLM sta aumentando la sua offerta principalmente nella regione del Golfo e sulle rotte transatlantiche in parteship con Northwest, mentre Air France sta rinforzando la sua posizione in America Latina, Africa ed Asia . Sul medio raggio, Air France consolida la sua posizione su London City e aumenta le frequenze per il Nord Africa. L’aumento dell’offerta KLM offerta nel medio raggio riguarda principalmente le destinazioni nel Nord e nell’Est dell’Europa.La complementarietà delle due compagnie quest’anno andra’ a rinforzarsi ulteriormente, portando considerevoli vantaggi ai propri clienti.

 
Focus sul programma Air France

Lungo raggio (6.4% posti-km in più)

In rapporto con il 2006-2007, Air France ha aumentato la sua capacità di lungo raggio con 28 frequenze settimanali in più, tra cui 11 voli per l’America Latina (16.6% posti-km in più).
Air France ha considerevolmente incrementato la sua offerta verso il Brasile, raddoppiando i voli per Rio de Janeiro, che saranno serviti 2 volte al giorno, cosi’ come i voli per San Paolo, che sono aumentati da12 a 14 a settimana.
I voli per Santiago del Cile e Buenos Aires sono ora separati. Queste destinazioni sono ora servite da un volo diretto giornaliero.
In Nord America, la nuova rotta Parigi-Seattle, aperta a giugno, servita da Airbus 330-220, é stata mantenuta con un totale di 5 voli settimanali.
Air France prosegue la sua crescita in Asia (7.7% posti-km in più). Shanghai e Hong Kong saranno ora servite da 12 voli settimanali, anzichè i 10 della scorsa stagione e in India ci sarà una quarta frequenza per Chennai (Madras).
L’accordo di code-sharing con Qantas è stato allargato con l’aggiunta di nuove frequenze in Australia via Hong Kong (Sydney, Melbourne e Brisbane) e Bali (Denpasar con due voli a settimana).
In Africa, l’aumento di capacità del 10.2% in gran parte è il risultato dell’introduzione di un secondo Boeing 777-300  per Johannesburg e di due ulteriori frequenze par Malabo, per un totale di 6 voli settimanali con un A319 Dedicate. Ci saranno anche più voli per Niamey (3 a settimana) e Ouagadougou (6 a settimana).
Nel Medio Oriente, una tredicesima frequenza per Dubai ha aumentato la capacità del 4%.
Sulle rotte per i Caraibi e l’Oceano Indiano, ci saranno più voli per venire incontro alla richiesta crescente durante la stagione invernale. Fort de France e Pointe à Pitre saranno entrambe servite due volte al giorno e ci saranno voli giornalieri per La Havana, Saint Martin e Mauritius. Air France oererà voli diretti per entrambe le sue destinazioni nella Repubblica Dominicana, con 3 voli settimanali per Santo Domingo e 5 per Punta Cana (una frequenza in più rispetto allo scorso inverno).  Inoltre, un secondo A320, con 164 posti, equipaggiato con cabine Alizé e Tempo, farà base a Pointe à Pitre dal 1 novembre 2007. Questo aereo, che incrementa l’attuale capacità del network regionale, permetterà ad Air France di includere Paramaribo, Saint Martin e Santo Domingo tra le sue destinazioni servite.
Medio raggio (2% di posti-km in più)

La nuava rete di partenze dall’aereoporto di London City, inaugurato nell’aprile del 2007 continua ad espandersi, con l’aggiunta di 2 nuovi voli dal 3 settembre: Dundee, con  4 voli giornalieri, e Edimburgo con 7 (molti dei quali operati da Scot Airways, nuovo partner britannico di CityJet). Il volo Londra-Strasburgo, in precedenza operato dall’aereoporto di Londra-Gatwick, è ora incluso nella rete di London City, con l’aggiunta di una terza frequenza giornaliera, (volo operato sempre da Scot Airways). Un totale di 10 destinazioni saranno servite da Air France sotto il marchio “Cityjet for Air France”. Con 38 voli giornalieri, Air France occupa una posizione influente in questo strategico hub londinese.
Inoltre, i 3 voli  Parigi-CDG-Bristol, lanciati quest’estate, continueranno ad essere operativi.
Anche la rete del North African ha beneficiato di alcune nuove frequenze, lanciate la scorsa estate: un quinto volo giornaliero per Tunisi e un secondo per Rabat. Tutti i voli per Algeri saranno operati da Parigi-CDG (tre voli al giorno).
L’hub di Lione offirà molte novità, tra cui il servizio Lione-Amsterdam, operato da KLM l’anno scorso, che avrà 4 voli giornalieri, insieme all’aperture di 3 nuove rotte: Lione-Birmingham e Lione-Hamburgo, con 2 frquenze giornaliere e Lione-Firenze, con voli il sabato e la domenica.
Prosegue la riorganizzazione dei voli domestici, messa in atto in occasione dell’apertura del TGV Est, lo scorso 10 giugno: il servizio Orly-Metz è stato sospeso, cosi’ come 4 frequenze Orly-Strasburgo (con 8 frequenze giornaliere mantenute). La rotta Parigi-CDG – Bordeaux sarà incrementata con una sesta frequenza giornaliera.
 

(COMUNICATO STAMPA AIR FRANCE)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 21 Set 2007 alle 1:14 am.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus