BOMBARDIER NON CONDIVIDE SCELTA DI SAS SU FERMATA FLOTTA Q400

Bombardier non è d’accordo con la scelta di SAS di interrompere le operazioni di volo di tutta la sua flotta di Dash8, perchè l’incidente di ieri è ancora sotto l’esame delle autorità danesi. Mentre SAS sceglie di mettere a terra i suoi Q400 in seguito all’incidente del 27 ottobre, la valutazione di Bombardier sulla situazione, coadiuvata dalla consultazione di Transport Canada, non ha evidenziato alcun problema di sistema al carrello d’atterraggio. Basandosi su questa valutazione, Bombardier ha notificato a tutti gli operatori di Q400, che potranno continuare ad utilizzare normalmente i propri velivoli nelle operazioni di volo. Inoltre, Bombardier e il costruttore del carrello, Goodrich, hanno completato una revisione totale del sistema dei carrelli dei turboprop Q400 e i risultati hanno confermato la sua sicurezza e integrità strutturale.

Fin dalla sua entrata in servizio nel febbraio del 2000, il Q400 ha dato prova di sicurezza e versatilità, con oltre 150 velivoli che operano per 22 diverse compagnie aeree in tutto il mondo. Ad oggi l’intera flotta di Q400 ha effettuato oltre un milione di ore di volo e 1,2 milioni di cicli di decollo e atterraggio.

 

(COMUNICATO STAMPA BOMBARDIER)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 28 Ott 2007 alle 11:53 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Incidenti/Inconvenienti, Industria


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus