SULLA PISTA DI DOHA ARRIVA “TARSIER” NUOVO SISTEMA DI CONTROLLO AEROPORTUALE

All’Aeroporto Internazionale di Doha nel Qatar, sulla pista di atterraggio più lunga del mondo (4.572 metri) arriva un nuovo sistema di sicurezza antidetriti. Si chiama “Tarsier” ed è prodotto dalla Società inglese di alta tecnologia QinetiQ.
Questo nuovo sistema di protezione verrà installato e “testato” sull’attuale Aeroporto Internazionale di Doha, nel quale transitano attualmente circa 10 milioni di passeggeri ogni anno. Successivamente, con l’apertura nel 2009 della prima parte del nuovo NDIA (New Doha International Airport), il sistema verrà esteso anche alla seconda pista di questo scalo nel quale transiteranno inizialmente 12 milioni di passeggeri annui, destinati ad aumentare gradualmente sino a 50 milioni nel 2015 quando il progetto sarà interamente completato.

“Tarsier” assicura un monitoraggio costante delle condizioni di sicurezza della pista di atterraggio, anche durante le fasi di decollo e di arrivo degli aerei, evitando e prevenendo ogni possibile inconveniente prodotto dalla presenza di qualsiasi forma di detriti e/o di oggetti e corpi estranei. Si tratta di un contributo notevole al controllo e alla sicurezza degli scali aeroportuali, reso necessario dall’aumento del traffico e dalle crescenti dimensioni degli aeromobili.
QinetiQ è una azienda specializzata di struttura e attività a livello mondiale con oltre 13.500 dipendenti e una consolidata esperienza nei sistemi di difesa e di sicurezza. Sull’aeroporto internazionale di Doha operano attualmente 35 compagnie aeree, con l’80% del traffico complessivo attualmente assorbito dai velivoli della Qatar Airways.

(POSITIVE CLIMB)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 11 Gen 2008 alle 12:37 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus