BOEING: NEL 2007 CONSEGNATI 36 CHINOOK

A 13 mesi dal completamento del primo esemplare della nuova versione CH-47F, dalle linee produttive Boeing sono usciti lo scorso anno 30 CH-47F e quattro MH-47G (versione per le operazioni speciali) per l’esercito statunitense e due Chinook per l’esportazione.
Attualmente Boeing ha ordini dell’US Army per 452 CH-47F e 61 MH-47G per operazioni speciali. I CH-47 Chinook sono in servizio in 15 paesi e Boeing sta lavorando con diverse nazioni che hanno espresso interesse per il nuovo CH-47F. Lo scorso anno Boeing e AgustaWestland (gruppo Finmeccanica) hanno firmato un protocollo d’intesa per lavorare insieme all’offerta del nuovo Chinook per l’Esercito Italiano, che utilizza attualmente esemplari modello CH-47C per missioni di pace, assistenza umanitaria, soccorso in casi di disastri e antincendio.

 
Rispetto alle precedenti versioni, il CH-47F dispone di una cellula costruita con nuovi materiali e nuovi criteri di progettazione che riducono il fabbisogno di manutenzione del 35%, mentre la necessità di rimuovere sistemi per le ispezioni periodiche scende fino al 40%. Questa nuova versione è dotata inoltre di un sistema di controllo digitale del volo, un cockpit con display digitali multifunzioni, sistemi integrati di comunicazione, identificazione e navigazione, controllo FADEC dei motori, un generatore di potenza raddoppiata, sistemi di sicurezza (ALE-47, APR-39, AAR-57) e motori più potenti (i due Honeywell da circa 5.000 cv offrono un aumento di potenza del 15,7%). Sono stati migliorati i sistemi di rilevazione di attacchi missilistici e le contromisure, mentre una nuova mappa digitale aumenta la consapevolezza situazionale dell’equipaggio. Raggiunge velocità di 280 km/h e può trasportare carichi di oltre 9,5 tonnellate. Grazie al sistema Robertson Aviation Extended Range ha un raggio di azione di oltre 700 chilometri.

 

(Comunicati Boeing)

Articolo scritto da Carlo Dedoni il 15 Gen 2008 alle 4:16 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus