BOEING AEW&C: VOLA IL PRIMO ESEMPLARE MODIFICATO IN AUSTRALIA

Tempo di lettura: 2 minuti

Boeing ha effettuato con successo il primo collaudo in volo sul primo esemplare modificato in Australia di 737 Airborne Early Warning and Control (AEW&C), nell’ambito del programma Wedgetail del governo di Camberra.Durante il volo di due ore e mezza sono stati condotti una serie di test di funzionamento per verificare l’affidabilità della struttura e dei sistemi di bordo di questo velivolo di sorveglianza aerea, comando e controllo.I lavori di modifica effettuati sulla piattaforma 737 da Boeing Australia hanno riguardato l’installazione e la messa a punto del radar a scansione elettronica MESA (Multi-mode Electronically Scanned Array), delle due alette di compensazione poste sotto la coda e dei sistemi di missione.wedgetail-med.jpg“Il velivolo effettuerà un ulteriore volo di collaudo prima di far rientro il 31 gennaio a Seattle, dove affronterà un programma di collaudi in volo development and type acceptance della durata di cinque mesi”, dichiara Scott March, responsabile Boeing per il programma Wedgetail.Boeing consegnerà i primi due Wedgetail all’Australia a marzo del 2009 e gli altri quattro verso la fine dello stesso anno.Il Boeing AEW&C è basato sull’abbinamento di una cellula di 737-700 Next Generation con peso massimo al decollo aumentato e di un radar a scansione elettronica (MESA), dotato di un sistema integrato di identificazione amico/nemico. Realizzato da Northrop Grumman, il MESA è progettato per un abbinamento ottimale di portata, precisione e capacità di tracking e può tenere sotto controllo simultaneamente bersagli a terra e in mare e aiutare l’operatore a controllare aerei con prestazioni avanzate mentre fa una scansione costante dell’intera area operativa.Dotato di un’architettura aperta per consentire aggiornamenti economici, il 737 AEW&C è fornito di capacità di rifornimento in volo, di sistemi di comunicazione a lungo raggio e di auto-protezione da guerra elettronica. Grazie alla sua tecnologia avanzata e alla capillarità della rete fornitori di componenti e attrezzature di supporto, l’aereo richiede tempi molto ridotti per la manutenzione a terra.

Articolo scritto da admin il 30 Gen 2008 alle 12:47 pm.
Categorie: Industria - Tags: ,




I commenti sono chiusi.