AIRBUS PORTA A TERMINE IL PRIMO TEST DI VOLO PER UN AEROMOBILE CIVILE ALIMENTATO CON CARBURANTE ALTERNATIVO

Oggi un Airbus A380 ha per la prima volta al mondo portato a termine con successo il primissimo volo effettuato da un  aeromobile commerciale alimentato da carburante liquido derivato da gas (GTL) nell’ambito della prima tappa di un programma di test di volo che mira a valutare l’impatto ambientale dei carburanti alternativi nel trasporto aereo. Il volo da Filton, nel Regno Unito, a Tolosa, in Francia, è durato tre ore. Al comando dell’aeromobile i piloti Hugues van-der-Stichel e Frank Chapman.
L’Airbus A380, il più efficiente aeromobile in termini di consumi attualmente in servizio, è stato equipaggiato con motori Rolls-Royce Trent 900 e ha utilizzato carburante GTL Jet Fuel prodotto da Shell International Petroleum. I test di Airbus sono svolti parallelamente all’accordo siglato lo scorso novembre con il consorzio Qatar GTL. I relativi risultati verranno condivisi con i partner del progetto.
L’A380 è stato selezionato poiché è l’aeromobile di riferimento per il settore del trasporto aereo in termini di rispetto ambientale. L’aeromobile è stato equipaggiato da quattro motori alimentati da serbatoi separati, una configurazione ideale per effettuare dei test di spegnimento e accensione motori in condizioni operative standard. Durante il volo il motore numero uno è stato alimentato da una miscela di GTL e carburante standard per aeromobili, mentre gli altri tre sono stati alimentati con carburante standard.

Nell’ambito del programma di ricerca sui carburanti alternativi condotto da Airbus, il volo rappresenta la prima tappa di una fase di test a lungo termine che mirano a valutare il potenziale dei carburanti alternativi per un futuro più sostenibile. Il GTL potrebbe essere disponibile in certe regioni del mondo, per diventare in breve tempo un carburante sostitutivo pratico e compatibile con l’aviazione civile. Il GTL possiede delle caratteristiche interessanti per la qualità dell’aria e presenta dei vantaggi in termini di consumo rispetto al cherosene attualmente utilizzato nell’aviazione civile. Per esempio, il GTL è quasi del tutto privo di zolfo. Il carburante sintetico può essere fabbricato da un’ampia gamma di prodotti a base di idrocarburi incluso il gas naturale o i materiali organici vegetali ottenuti seguendo un processo denominato Fischer-Tropsch.

I test di oggi sul GTL apriranno in futuro all’utilizzo dei bio-carburanti di seconda generazione, che non sono attualmente disponibili in quantità sufficienti per un uso commerciale. Airbus studierà i bio-carburanti idonei di seconda generazione appena questi saranno disponibili.

“Siamo lieti del successo raggiunto con questo volo, che aprirà in futuro la via verso l’approvazione del carburante sintetico per gli aeromobili. Siamo orgogliosi di far parte del consorzio impegnato nella ricerca di carburanti più puliti destinati all’industria del trasporto aereo”, ha dichiarato Sjoerd Post, Vice Presidente di Shell Aviation.

“Questo è senza dubbio un ottimo risultato. Il carburante e l’ambiente sono le sfide più importanti con le quali il settore dell’aviazione deve confrontarsi e per i quali la cooperazione internazionale a livello di ricerca e di tecnologie apre nuovi orizzonti. Il nostro percorso nell’ambito dei carburanti alternativi richiede innovazione, nuove idee e alternative ancora da esplorare”, ha dichiarato Tom Enders, Presidente e CEO di Airbus. “Tutto ciò richiede una forte collaborazione tra l’industria e i paesi come dimostrato oggi con questo primissimo test di volo che inaugura l’uso di carburanti alternativi, tappa inevitabile che conferma l’impegno di Airbus nel diventare una società leader nell’ambito  dell’eco- efficienza”.

Airbus è una società EADS.

Articolo scritto da admin il 2 Feb 2008 alle 9:20 am.
Categorie: Industria - Tags: ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus