AIR BEE: L’APE HA SPICCATO IL VOLO DA BRESCIA

Air Bee, la più recente iniziativa dell’affollato panorama del trasporto aereo italiano, è decollata stamattina sulla rotta Brescia-Roma con un volo operato da ItAli Airlines ed una presentazione a Roma per confermare il progetto di un’aerolinea caratterizzata da una filosofia di investimento e “di servizio” dei territori tagliati fuori dalla logica dei grandi hub.

Con il primo volo, sul quale hanno viaggiato 137 passeggeri dei quali una ventina paganti, la società - tuttora in attesa di ricevere da ENAC il proprio certificato di operatore aereo (COA) previsto per marzo - è entrata nella sua fase sperimentale appena sei mesi dalla sua costituzione nel settembre 2007 e sei settimane dopo il primo annuncio pubblico . Alla base di tutto il mercato della provincia di Brescia con i suoi 1,2 milioni di abitanti, 500.000 occupati, oltre sei milioni di presenze turistiche sulla sola riviera del Garda. Un bacino potenzialmente ricco di traffico sia d’affari che turistico ma ancora scottato dalla discontinuità di altri vettori, tanto da indurre la stampa locale a chiedere se la nuova compagnia intenda cancellare i voli vuoti.
«L’ottimismo e la velocità della parte bresciana è stato di grande importanza per scegliere il mercato sul quale testare il progetto», ha detto l’a.d. Paolo Rubino affiancato dai rappresentanti bresciani giunti con il volo inaugurale, a partire dal presidente della provincia Alberto Cavalli e dall’assessore al turismo Riccardo Minini, e dal vice presidente dell’aeroporto di Montichiari, Fulvio Cavalleri, definito da Rubino il padre del progetto. «Per i primi due mesi di attività l’investimento è di circa tre milioni di euro.»
L’approccio di Air Bee è pratico e concreto, a partire dalla scelta di basare la flotta sulla famiglia MD80 almeno fino al 2011, con una prospettiva di tre macchine entro maggio e ulteriori dopo l’estare. «Non si tratterà necessariamente di aerei ex Alitalia, ma tutti da compagnie note e già conformi alla normativa EASA», ha detto Rubino.

Il basso costo della macchina offre « il vantaggio di poterlo volare in modo moderato a vantaggio della regolarità operativa e senza il rischio di disamorare la clientela», ha spiegato Rubino. «Per il primo anno l’obbiettivo principale è quello di conseguire livelli di “dispatch reliability” ai più alti livelli del settore.» D’altra parte, disporre di aerei con 164 posti consente di abbattere i costi unitari e di offrire a cento euro un prodotto comparabile con quello da 250 disponibile dagli aeroporti limitrofi. L’obbiettivo è, naturalmente, quella di raggiungere un fattore di carico intorno al 70%. «Il Brescia-Roma di oggi costa, tutto compreso, circa 7000 euro. I passeggeri paganti erano una ventina, pari a 800-1000 euro di biglietti. La fatica dell’avviamento e la necessità dell’investimento sono tutti qui,» dice Rubino. «Abbiamo fatto 20 anni di trasporto aereo e sappiamo di dover passare per queste forche caudine».
In questa fase, l’MD80 che ItAli opera per Air Bee parte da Brescia per Fiumicino alle 9.15 e da lì riparte per Brescia alle 11.15. Alle 13.10 viene effettuata una tratta Brescia-Napoli e ritorno, riposizionando la macchine a Montichiari in tempo per il Brescia-Roma alle 17.20. Ultimo decollo da Roma alle 19.25, riportando l’MD80 a Brescia per la sosta notturna. Tutti i voli sono effettuati da ItAli con il nuovo codice FS che - spiega a Dedalonews l’a.d. Ugo Calvosa - ha sostituito da alcune settimane il precedente 9X. Per ora ItAli ha dipinto nella livrea Air Bee un solo MD80, ma in caso di necessità saranno utilizzati anche gli altri due esemplari in flotta.

(G. Alegi, dedalonews.it)

airbee

APPROFONDIMENTI:

- Sito Air Bee

- Necessiti di qualche informazione ulteriore? Partecipa al dibattito sul nostro forum proprio a proposito della compagnia con l’ape, e se non trovi ciò che cerchi puoi chiedere direttamente

Articolo scritto da mcgyver79 il 4 Feb 2008 alle 7:44 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus