Archivio del lun Mar 2008

ALITALIA: L’IRONIA DELLA STAMPA ESTERA

Tempo di lettura: 2 minuti

alitagliaAlitalia, la malridotta compagnia nazionale italiana, è caduta nelle mani straniere del vettore franco-olandese, Air France-Klm, dopo un tortuoso processo di vendita iniziato nel 2006 quando l’ex-premier Romano Prodi aveva definito la situazione fuori controllo. E’ l’incipit di in un articolo del “Telegraph” di oggi.

Dopo sette anni di inseguimento, solo nel mese di dicembre 2007, le due controparti hanno iniziato i negoziati in esclusiva, malgrado il gruppo franco-olandese abbia posto diverse condizioni su molti elementi, incluso un piano di riorganizzazione con 1600 esuberi. Tuttavia ci sono ancora numerosi ostacoli da superare prima dell’approvazione finale, come le proteste dei sindacati – che oggi recavano lo slogan “No Alitaglia”- , e la Sea, la società di gestione degli aeroporti milanesi, che è già pronta a portare Air France in Tribunale se questa attuerà il taglio agli operativi dallo scalo di Malpensa.

“Nel contentino dato all’orgoglio italiano, Air France ha promesso che Alitalia manterrà il brand, le uniformi e la cuisine. Roma tornerà ad essere un hub rivale di Parigi e Amsterdam, mentre a Malpensa si concentrerà il traffico business e low-cost (‘Telegraph’)”.
Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Cronaca, Opinioni - Tags: ,

ALITALIA: SANTANCHE’,VA VENDUTA MA NON SVENDUTA AD AIR FRANCE

Tempo di lettura: 1 minuto

az”Io sono per la proposta Air France che e’ l’unica e la piu’ utile per salvare posti di lavoro e una compagnia aerea. Certo bisogna salvare il salvabile, come Malpensa, importante per il nord. Pero’ un’operazione onesta oggi sarebbe vendere Alitalia ad Air France, non svenderla”. Lo ha detto Daniela Santanche’, candidata premier della destra, ai microfoni di Radio 24. ”Io non dico che l’offerta francese sia la migliore – ha aggiunto – ma e’ quella possibile. Questo governo o il prossimo non puo’ trovarsi sul tavolo un problema come quello di Alitalia. Mi piacerebbe da donna di destra avere una compagnia di bandiera ma questo non e’ piu’ possibile, anche per colpa della politica”.

(Ansa)

Categoria: Cronaca, Opinioni - Tags: ,

VENEZIA: L’AEREO PER BARCELLONA NON RIESCE A PARTIRE

Tempo di lettura: 2 minuti

Che bella Barcellona. Una città da sogno, e infatti i passeggeri del volo Myair di ieri mattina se la sono proprio sognata Barcellona, mentre “bivaccavano” per l’intera giornata in aeroporto nell’aerostazione del Marco Polo di Tessera. Dovevano partire alle 11.55, ma ieri a tarda sera erano ancora a terra, mentre qualcuno aveva finito per rinunciare al volo e si era fatto restituire i bagagli. I viaggiatori avevano capito già in mattinata che qualcosa non andava quando, dopo il check-in, hanno visto sul tabellone che il loro volo portava tre ore di ritardo. Saziati con un toast al bar, offerto dalla compagnia tramite l’handler di riferimento, hanno atteso pazientemente, convinti che alle 15 sarebbero partiti. Inizialmente, quando finalmente sono riusciti a salire nell’aeromobile, gli hanno spiegato che il ritardo era dovuto a traffico nei cieli. Ben presto, però, raccontavano ieri alcuni di loro, si sono accorti che «il personale accendeva le luci a bordo, ma rimanevano accese solo pochi minuti. E poi si sentivano rumori come di un’automobile quando al mattino non vuol saperne di partire. In effetti, quando dopo un’ora hanno deciso di sbarcarci, ci hanno detto che c’erano problemi al gruppo elettrico esterno».
Nell’aerostazione li attendeva un altro toast e una bibita, e quasi tutti si sono buttati sulla birra per tirarsi su il morale. A quel punto sul tabellone il loro volo era dato in partenza alle 17.30, ma alle 17 e 32 il display luminoso è stato aggiornato alle 23 e, poco dopo, forse perché sembrava esagerato, l’hanno corretto: previsione di decollo alle 19. Qualche voce di corridoio diceva che, se i tecnici di Myair (nella foto d’archivio un velivolo della compagnia) non fossero riusciti a risolvere l’inconveniente in tempo, sarebbe giunto un secondo aereo da Bologna diretto sempre a Barcellona, e avrebbe potuto caricare anche i passeggeri veneziani, ma non erano voci confermate; e i viaggiatori già temevano di doversene tornare a casa, anche perché la domenica non ci sono voli Myair diretti a Barcellona. In serata, passato inutilmente anche l’avviso delle 19, i passeggeri hanno cenato a spese della compagnia e si sono preparati ad aspettare la partenza prevista (speravano) per le 23.55.

(adige.tv)

a320 myair

APPROFONDIMENTI:

– sito MyAir

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori, Cronaca - Tags: , ,

RIMINI: FORTE VENTO SPINGE VELIVOLO FUORI PISTA

Tempo di lettura: 1 minuto

Un incidente causato dal forte vento ieri mattina all’aeroporto di Rimini. Intorno alle 10.20 una folata ha spinto fuori pista un piper ultraleggero in fase di decollo.

L’aereo, pilotato dall’architetto Carlo Antonio Campidelli presidente dell’aeroclub, è finito contro un cartellone segnalatore. È subito scattato il piano d’emergenza col blocco dei voli, rimasti fermi per 40 minuti. Fortunatamente illeso il pilota.

(newsrimini.it)

Categoria: Incidenti/Inconvenienti - Tags: ,

CROLLA IL TITOLO AZ: -35% E SOSPENSIONE DELLE TRATTATIVE

Tempo di lettura: 1 minuto

Contrattazioni sofferte in Borsa per i titoli Alitalia: dopo una brevissima riammissione seguita alla sospensione iniziale, l’attività sul titolo della compagnia di bandiera è stata congelata una prima volta per eccesso di ribasso e poi una seconda volta per un eccessivo scostamento fra contratti. Il prezzo è oscillato fra 0,33 e 0,35 euro, in calo di oltre di oltre il 35% rispetto alla chiusura di venerdì scorso. Perde anche il titolo di Air France-Klm, che alla Borsa di Parigi cede l’1,56% a 15,73 euro ad azione.

titolo az
(L’andamento del titolo AZ negli ultimi 3 mesi)

Categoria: Aeroporti / Destinazioni - Tags: ,