SPINETTA SU ESUBERI ALITALIA: “MARGINI INESISTENTI O LIMITATISSIMI”

spinettaL’amministratore delegato di Air France KLM, Jean-Cyril Spinetta, chiude drasticamente sulla possibilità di cambiare i termini della offerta per l’acquisto di Alitalia: “I margini sono inesistenti o limitatissimi”.
Secondo Spinetta, infatti, non è possibile apportare anche minimi cambiamenti all’offerta senza pregiudicarne la coerenza complessiva.
Il numero uno di Air France KLM ha poi ribadito che i conti di Alitalia sono disastrosi, e che solo con il contributo dei dipendenti e dei sindacati potrà risollevarsi.
Ma Spinetta ha dichiarato di credere fermamente in questa operazione, tanto che ha confermato la disponibilità di Air France Klm ad investirvi due miliardi di euro, uno per l’indebitamento ed uno per l’aumento di capitale.


Nella conferenza stampa romana di oggi Spinetta ha dunque ridotto al minimo la possibilità che domani si riapra il confronto con le sigle sindacali che Alitalia ha convocato per le ore 9 alla Magliana. Nel pomeriggio è previsto invece un consiglio di amministrazione della compagnia di bandiera.
Spinetta ha poi tenuto a precisare le cifre degli esuberi previsti dal piano per l’acquisto di Alitalia, cifre che, secondo l’ad di Air France KLM, sono state travisate in queste ultime ore: gli esuberi complessivi previsti dal piano Alitalia sarebbero - secondo Spinetta - 2.100, di cui 1.600 in Alitalia Fly e 500 in Alitalia Servizi.
Spinetta ha poi annunciato che France-Klm dovrebbe fare nuove assunzioni a Fiumicino, una ipotesi che farebbe scendere il numero reale degli esuberi previsti per Alitalia a quota 2.000.
Spinetta ha poi denunciato la situazione del cargo che, mentre sarebbe stata presentata come positiva dai sindacati, secondo gli analisti di Air France-KLM presenterebbe invece una perdita di 62 milioni su 223 milioni di ricavi. Al riguardo Spinetta ha confermato di aver offerto una moratoria di due anni, anche se, sempre secondo l’ad di Air FRance KLM, un qualsiasi management ne avrebbe previsto la chiusura immediata.
La giornata di Spinetta era iniziata con una riunione a Fintecna dove aveva incontrato i vertici della società del Tesoro che, insieme ad  Alitalia, controlla Alitalia Servizi, un incontro al quale era presente anche il presidente di Alitalia Maurizio Prato.
Lo stesso ha poi accompagnato Spinetta a Palazzo Chigi per incontrare il ministro dell’Economia, Tommaso Padoa Schioppa, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Enrico Letta, e il direttore generale del Tesoro, Vittorio Grilli.
Le dichiarazioni di Spinetta hanno suscitato dichiarazioni da parte dei politici.
Silvio Berlusconi, dopo aver definito “dilettantesca” la gestione della vicenda da parte del Governo, e “insoddisfacente” l’offerta di Air France KLM, in una intervista rilasciata in serata al TG5 ha auspicato la realizzazione di una cordata di imprenditori italiani che si impegni per rilevare l’Alitalia.
Molto più duro l’ex ministro e presidente dei deputati della Lega Roberto Maroni, che ha definito le affermazioni di Spinetta “una presa in giro” e ha definito l’ad di Air France KLM come “un comico, molto meglio Fernandel”.
Il ministro uscente Pierluigi Bersani ha bollato come “irresponsabili” le dichiarazioni di Berlusconi, mentre il premier Romano Prodi ha confermato la sua fiducia nella trattativa con Air France, invitando Berlusconi ha proporre un’altra soluzione.

(M. Amatimaggio, dedalonews.it)

Articolo scritto da mcgyver79 il 19 Mar 2008 alle 9:59 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Cronaca - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus