TRE INCONTRI ENAC SUL SISTEMA AEROPORTUALE DELLA SICILIA: SFIDA PER IL TERRITORIO E OPPORTUNITA’ DI SVILUPPO

trinacriaL’ENAC, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, rende noto che nei prossimi giorni si svolgeranno in Sicilia alcuni incontri sullo sviluppo del sistema aeroportuale della Regione Siciliana.

Catania, Trapani e Palermo ospiteranno un confronto tra Istituzioni nazionali e regionali, Enti locali ed esperti del settore sulla sfida e sull’opportunità che un aeroporto rappresenta per il proprio territorio, in termini di crescita dell’economia dell’intera Regione.

A seguito dell’importante piano di investimenti realizzato negli ultimi anni sugli aeroporti del Mezzogiorno, oggi il sistema aeroportuale della Sicilia è sostanzialmente compiuto e strutturato su due poli, quello orientale costituito da Catania e da Comiso, recentemente riconvertito in aeroporto civile, ed il polo occidentale con gli aeroporti di Palermo e Trapani.

Gli incontri, organizzati con le società di gestione degli aeroporti coinvolti, si svolgeranno nelle seguenti date:
Catania, incontro ENAC – SAC, venerdì 28 marzo, ore 16.30, Centro Fieristico Le Ciminiere;
Trapani, incontro ENAC – AIRGEST, sabato 29 marzo, ore 10:30, Aeroporto di Trapani;
Palermo, incontro ENAC – GESAP, lunedì 7 aprile.

Il Presidente dell’ENAC, Vito Riggio, parteciperà ai tre incontri tracciando le linee della crescita sino ad oggi raggiunta dai singoli aeroporti e dal sistema regionale, evidenziando, tuttavia, il percorso ancora da compiere per dare all’aeroportualità della Regione Siciliana un impulso realmente competitivo.
L’impegno di tutti, infatti, richiede di indirizzare le risorse verso un miglioramento complessivo delle infrastrutture e dei collegamenti tra gli aeroporti ed i centri nevralgici delle attività economiche, turistiche e sociali per favorire una crescita effettiva.

(Comunicato Stampa ENAC)

Articolo scritto da mcgyver79 il 26 Mar 2008 alle 8:38 pm.
Categorie: Enti e Istituzioni - Tags: ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus