Archivio del lun Apr 2008

AIR FRANCE CHIUDE SU ALITALIA

Tempo di lettura: 2 minuti

spinettaMentre IntesaSanPaolo riapre di fatto il dossier Alitalia, Air France lo chiude. Il gruppo franco olandese ha infatti annunciato di aver ritirato la propria offerta su Alitalia. «A seguito della richiesta di Alitalia di chiarire la situazione legale successiva alla rottura delle negoziazioni fra Air France-Klm e Alitalia – è scritto in un comunicato della compagnia – Air France-Klm ha comunicato ad Alitalia che gli accordi contrattuali annunciati il 14 marzo scorso con l’obiettivo di lanciare un’offerta pubblica di scambio su Alitalia non sono più validi dal momento che non sono state soddisfatte le condizioni preliminari al lancio dell’offerta».

L’APERTURA DI INTESA – Nel pomeriggio IntesaSanPaolo aveva invece riaperto il dossier Alitalia. «Che le bocce si fermino, se l’operazione Alitalia fosse di respiro internazionale saremmo interessati, sotto varie forme», ha detto a Milano il presidente del consiglio di gestione, Enrico Salza. «Al momento siamo fuori – ha aggiunto a Milano, a margine di un evento per il festeggiamento dell’Expo a Milano – ma potremmo essere interessati a un’operazione che non sia di piccolo cabotaggio provinciale: non è questione del nuovo governo, ma bisogna che si decidano perché non è accettabile che questa situazione continui così: sono dieci anni che perdiamo soldi su quell’impresa, ci sono dei limiti».

SERVE PROGETTO NON PROVINCIALE – «Serve un progetto non provinciale ma di carattere internazionale – ha quindi aggiunto -: ancora noi non abbiamo esaminato nessun nuovo piano ma siamo pronti a farlo se ci verrà richiesto, con un piano industriale». Dovrete quindi avere accesso alla due diligence? «Non c’è dubbio – ha risposto ancora Salza – poi in quale direzione lo vedremo, purché non sia un’operazione di piccolo cabotaggio: le compagnie aeree sono realtà grandi, se vogliamo giocare ai birilli, invece, giochiamo ai birilli…». Rispondendo quindi alla domanda se l’istituto è ancora interessato nel caso di un’operazione internazionale, e in quali forme, Salza ha ribadito: «Certo, certo, sotto varie forme».

(corriere.it)

chiusura

Si chiudono le porte per Alitalia?

Categoria: Annunci, Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori, Cronaca - Tags: , ,

ESTONIAN AIR IN CONTINUA CRESCITA, OTTIMI I RISULTATI DI MARZO

Tempo di lettura: 2 minuti

Estonian AirNel mese di marzo Estonian Air ha trasportato complessivamente 63.946 passeggeri, di cui 53.778 sui voli di linea. Il numero dei passeggeri Estonian Air ha registrato un aumento dei passeggeri trasportati del 16,3% rispetto allo stesso periodo del 2007, mentre i passeggeri che hanno viaggiato sui voli di linea della compagnia sono aumentati del 13%. Nel primo trimestre del 2008 il vettore estone ha trasportato 163.230 passeggeri, segnando un aumento del 17% rispetto allo stesso periodo del 2007.

“Il fascino delle destinazioni estoni e l’aumento della domanda interna per i viaggi all’estero hanno contribuito in modo significativo alla crescita dei passeggeri”, ha commentato Peter Arvidsson, Vice Presidente e Direttore Commerciale di Estonian Air.

Nel mese di marzo Estonian Air ha operato 1067 voli, 327 in più rispetto allo stesso periodo del 2007 e 102 in più rispetto al mese di febbraio. La regolarità dei voli è stata del 98,7% e l’indice di puntualità entro i 15 minuti è stato del 80,3%. La percentuale di voli di linea Estonian Air operati dall’aeroporto di Tallinn è stata dal 44% nel mese di marzo, mentre la quota complessiva di voli charter e di linea è stata del 41,6%.

Risultati positivi anche nei collegamenti con l’Italia: nel mese di marzo, il volo Milano-Tallinn ha registrato un aumento del numero dei passeggeri dell’11% rispetto allo stesso periodo del 2007.

Con il nuovo orario estivo inoltre Estonian Air ha inaugurato il nuovo collegamento diretto Roma-Tallinn, operativo con due frequenze settimanali il lunedì e il venerdì a partire dal 4 aprile 2008. Il nuovo volo va ad aggiungersi a quello operato da Milano Malpensa portando a cinque i collegamenti dall’Italia per la capitale estone.

(Comunicato Stampa Estonian Air)

APPROFONDIMENTI:

– sito Estonian Air 

Categoria: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori, Cronaca - Tags:

BRACCIALETTO TASER OBBLIGATORIO IN AEREO?

Tempo di lettura: 1 minuto

taserUn braccialetto da far indossare a tutti i passeggeri dei voli di domani per stordirli alla bisogna con una potente scarica elettrica. La società Lamperd Less Lethal ha realizzato quello che a suo dire è l’Uovo di Colombo per le sempre più sentite esigenze di sicurezza durante i viaggi in aereo nel mondo post-11 settembre: battezzato EMD Safety Bracelet, il dispositivo è fornito di una tecnologia di disturbo delle normali comunicazioni elettro-muscolari, in grado di mandare in tilt per alcuni minuti il sistema nervoso centrale della vittima della scarica.

Non bastassero le pistole Taser ad animare il dibattito sulle armi “non letali” che risultano letali spesso e anche volentieri, LLL ha messo in commercio quella che può essere considerata una variante da polso della suddetta tecnologia di immobilizzazione elettrica. Ma la vera novità della trovata sta tutta nell’approccio al mercato, teso a evidenziare le presunte superiori qualità del braccialetto EMD rispetto alle attuali misure di sicurezza adottate dal governo statunitense e dalle compagnie di volo.

Un video promozionale su YouTube elenca impietosamente quelli che, secondo LLL, sono i limiti del personale che controlla i passeggeri prima dell’imbarco, l’inefficacia dei costosi macchinari per l’individuazione di ordigni esplosivi e l’intrinseca insufficienza delle tecnologie di identificazione biometrica dei potenziali offender.

(punto-informatico.it)

Categoria: Cronaca - Tags: ,