FIRENZE, MATTEOLI DICE SI ALLA PISTA PARALLELA

pista firenzeSeconda pista, pista parallela, conservazione dello status quo. Sul dibattito infinito che circonda da diverso tempo l’aeroporto di Firenze e il suo ampliamento, oggi il ministro delle infrastrutture Altero Matteoli, ha detto la sua parola definitiva. «L’aeroporto di Firenze offre una buona rete di collegamenti nazionali e internazionali. Ma se qualcuno parla di seconda pista ci sono dei problemi perchè il sito non è felice e poi perchè si è consentito di costruire intorno. Se si parla di una pista alternativa invece, va bene, ma guai a parlare di seconda pista, che in questo sito non è possibile, lo dicono i tecnici». Il ministro è intervenuto all’assemblea dell’Unione industriale pratese. Secondo Matteoli i due aeroporti di Firenze e di Pisa devono essere fatti crescere entrambi. «Mettere in competizione - ha ricordato Matteoli - i due aeroporti ha fatto sì che entrambi crescessero in maniera più che soddisfacente, sia Firenze, sia Pisa hanno accresciuto molto i loro traffici. Una sana e competitiva concorrenza credo non possa che farli crescere ancora».
Per lo sviluppo dell’aeroporto di Firenze «una possibilità concreta non è una seconda pista, ma una pista in alternativa a quella attuale, con un orientamento che possa migliorare in modo determinante l’impatto ambientale». Lo ha detto il presidente di Aeroporto di Firenze Michele Legnaioli, a margine dell’assemblea dell’Unione industriale pratese, dopo l’intervento del ministro delle Infrastrutture Altiero Matteoli che aveva escluso la possibilità di una seconda pista nel sito attuale dell’aeroporto ipotizzando invece la possibilità di realizzare una pista alternativa.

(Info Voli Firenze)

APPROFONDIMENTI:

- sito Aeroporto di Firenze 

Articolo scritto da mcgyver79 il 29 Mag 2008 alle 2:57 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Cronaca, Enti e Istituzioni - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus