ALITALIA: SPUNTANO PRETENDENTI PER ATITECH E LINEA MD80

FantozziIl commissario straordinario Augusto Fantozzi ha confermato nel tardo pomeriggio di aver ricevuto «manifestazioni di interesse» per rilevare da Alitalia la società di manutenzione pesante Atitech e un congruo numero di MD80 ed equipaggi. A farsi avanti sono rispettivamente Investimenti e Sviluppo Mediterraneo (IESM) e Itali Airlines, ai quali Fantozzi ha chiesto chiarimenti.

L’ufficializzazione dell’interessamento di Itali Airlines giunge un giorno e mezzo dopo le anticipazioni di stampa sulla disponibilità ad assorbire da 30 a 50 McDonnell Douglas MD-80 di Alitalia con i relativi equipaggi. Fantozzi non fa numeri ma specifica che la cessione avverrebbe «sulla base di un contratto di servizio pluriennale». A rendere possibile la gestione economica dei vecchi bireattori su rotte improduttive per Alitalia - ha spiegato la società a Dedalonews - sarebbero innanzi tutto i minori costi fissi di Itali Airlines. I piloti avrebbero stipendi molto competitivi, come dimostrerebbe il più recente rinnovo contrattuale di Itali. Lo stato, infine, risparmierebbe in tutto o in parte le misure a sostegno del reddito concordate nell’ambito della proposta CAI. «Ci sarebbero vantaggi per tutte le parti: è una tipica situazione win-win». Se la logica dell’operazione è questa, più difficile è avere dettagli concreti: il titolare Giuseppe Spadaccini è all’estero e ci sono trattative sono in corso, spiegano. Un ruolo non meglio specificato lo giocherebbe anche Finmeccanica, alle quale - ricorda Dedalonews - è stato più volte chiesto di rilevare Atitech per creare un polo della manutenzione. Un’ipotesi sempre difficile, ma resa quasi impossibile dalla ristrutturazione di Aeronavali che vedrà le attività a Napoli assorbite direttamente dalla capogruppo Alenia Aeronautica.

Secondo il commissario, IESM si sarebbe fatta avanti sin dal 12 settembre ma alle 19 di oggi la società e il suo ufficio stampa erano in grado di fornire solo le informazioni di carattere generale già presenti sul sito internet. Si apprende così che la capogruppo IES è uscita di recente dalla lista nera della CONSOB grazie ad un aumento di capitale ed ha da oggi un nuovo a.d., Alessio Nati, che dovrà definire nei prossimi mesi un nuovo pian industriale. IES è quotata alla borsa di Milano ed è presieduta da Carlo Gatto, ex a.d. di Fiat Business Solutions. La taglia media degli investimenti - spiega il profilo dell’azienda - è di 5-20 milioni di euro e la partecipazioni attuali riguardano soprattutto il settore tessile. La sua controllata IESM, fondata il 16 maggio 2007 e quotata sul MTF dal 30 gennaio 2008, ha per oggetto gli investimenti nelle piccole-medie industrie del centro-sud per aiutarle a crescere e svilupparsi. Per Atitech - che a Capodichino occupa circa 800 persone ed era già fuori dai piani di Air France-KLM - IESM si sarebbe detta interessata «a valutare l’acquisto di Atitech Spa ovvero l’ingresso in una Newco che preveda l’acquisto di Atitech Spa stessa.»

Non è chiaro se le due ipotesi, nel loro attuale stato di avanzamento, siano state illustrate ai sindacati nel corso delle trattative di questi giorni sull’accordo quadro per Alitalia.

(G. Alegi, dedalonews.it)

Articolo scritto da mcgyver79 il 17 Set 2008 alle 8:46 am.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Cronaca - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus