FALLIMENTO STERLING, LE PROCEDURE PER IL RIMBORSO

Come un fulmine a ciel sereno. Così sia ai clienti che agli addetti ai lavori è parso il fallimento di Sterling, dovuto a fatti finanziari dei loro principali azionisti, islandesi, piuttosto che a difficoltà operative e strategie di mercato: “La compagnia andava bene - fa sapere Paola Sansalone, sales and marketing del vettore in Italia che si appoggiava ad Astra come suo gsa -. Ora però non posso citare altro che le parole che si leggono sul sito”. Ovvero: “Chi ha acquistato i biglietti via web non potrà essere rimborsato, se però avete pagato con carta di credito provate a chiedere un rimborso con la società gestore della carta, chi ha acquistato i biglietti in agenzia può provare a chiedere il rimborso alle agenzie”. Per chi si trovava all’estero, però, nessuna riprotezione.

(ttgitalia.com)

Sterling

APPROFONDIMENTI:

- sito Sterling

Articolo scritto da mcgyver79 il 3 Nov 2008 alle 3:59 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Cronaca - Tags: ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus