ALITALIA PALERMO: RICHIESTO INCONTRO URGENTE CON CAI

PalermoIncontro in commissione Attività produttive dell’assemblea siciliana sulla crisi Alitalia e sul progetto di ridimensionamento dello scalo di Palermo previsto dal piano Cai, i cui vertici, convocati ieri, non si sono presentati. Sotto accusa il licenziamento di 4 lavoratrici Aviation Services che gestivano la biglietteria Meridiana, dei 21 lavoratori della cooperativa servizi aeroportuali ex Ciclat, ma soprattutto il declassamento dello scalo e la riduzione di un terzo delle tratte gestite da Alitalia, con la contestuale decisione, inserita anch’essa nel piano Cai, di assumere solo 60 dei 200 lavoratori dell’ex compagnia di bandiera. “L’incontro è stato utile, ma è necessario che ora il nostro interlocutore sia la Cai. Il primo dicembre è vicino e siamo preoccupati per l’incertezza sul futuro dei lavoratori Alitalia dello scalo aeroportuale di Palermo” afferma Amedeo Benigno, segretario generale della Fit Cisl Sicilia, al termine dell’audizione. “È necessario a questo punto - ha aggiunto Benigno - un incontro a Roma con i vertici Cai sull’emergenza che si è venuta a creare all’aeroporto Falcone e Borsellino al quale partecipi anche la Regione. Noi continueremo a non abbassare la guardia”.  Confermato lo sciopero del personale dell’aeroporto del capoluogo, indetto per il prossimo 29 novembre, dalle 12 alle 16.

(ttgitalia.com)

Articolo scritto da mcgyver79 il 25 Nov 2008 alle 10:08 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze, Cronaca, Scioperi e Sindacale - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus