TRASPORTO AEREO: PER BISIGNANI BRUTTE PROSPETTIVE

«Le prospettive sono lugubri. La cronica crisi dell’industri continuerà nel 2009 con perdite di 2,5 milioni di dollari. Abbiamo davanti il peggior contesto degli ultimi 50 anni in termini di ricavi». Con queste parole Giovanni Bisignani, direttore generale e amministratore delegato di IATA, ha commentato le nuove stime dell’associazione sul traffico aereo nel prossimo anno. Il trasporto di passeggeri dovrebbe scendere del 3% a fronte di una crescita del 2% nel 2008, mostrando il primo calo da quello del 2001, che fu pari al 2,7%. Egualmente il cargo, che quest’anno è diminuito del 1,5%, scenderà di un ulteriore 5%. Anche in questo caso, prima del 2008 l’ultima flessione si era mostrata nel 2001 col 6%. I vettori del Nord America saranno i soli che nel prossimo anno avranno un attivo per 300 milioni di dollari, mentre quelli europei decuplicheranno le loro perdite fino al miliardo di dollari e quelle dell’Asia-Pacifico le raddoppieranno raggiungendo la stessa cifra. Unico elemento positivo in questo desolante panorama il prezzo del greggio, che per la IATA nel 2009 dovrebbe essere in media di 60 dollari a barile.

(P.Varriale  - www.dedalonews.it )

Articolo scritto da JT8D il 11 Dic 2008 alle 9:59 pm.
Categorie: Enti e Istituzioni, Opinioni - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus