ALITALIA/CAI, LO SCEMPIO DELLE CHIAMATE

«Con l’avvio delle assunzioni, CAI sta dimostrando ancor di più il livello di insensibilità più completa nei confronti dei lavoratori e delle problematiche sociali relative anche ai più elementari diritti» dichiara con una nota Fabrizio Tomaselli, coordinatore nazionale SdL intercategoriale. «I criteri utilizzati per le assunzioni stanno producendo drammi sociali e disperazione, contraddizioni e discriminazioni - prosegue il documento - Lavoratrici e lavoratori che usufruiscono di tutele sociali che vengono costretti a scegliere tra cassa integrazione e trasferimenti a centinaia di chilometri dalla propria realtà, discriminazioni di carattere sindacale, assoluta incertezza su diritti e futuro di tutti i lavoratori.Di fronte a tutto ciò è assordante il silenzio di quasi tutte le forze politiche e appare tardivo ed ipocrita l’atteggiamento di quelle sigle sindacali che hanno sottoscritto gli accordi con CAI. Questi sindacati sono di fatto scomparsi dalla scena da tempo ed hanno abbandonato i lavoratori a se stessi: soltanto SdL intercategoriale è rimasta tra i lavoratori e non ha ceduto alle lusinghe di CAI e del Governo. Dopo aver accettato tutto ciò che è stato imposto da CAI oggi le altre organizzazioni sindacali “denunciano” le pesanti forzature di CAI. Tutto ciò è inaccettabile ed irreale: facciano non uno ma tre passi indietro e si riaprano così gli aspetti più odiosi ed inaccettabili della intera vertenza. Noi continueremo insieme ai cassa integrati, ai precari e a tutti i lavoratori coinvolti in questa vicenda a dare voce e visibilità a chi sta subendo questo scempio».

(P.Varriale - www.dedalonews.com)

Articolo scritto da JT8D il 20 Dic 2008 alle 9:39 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus